Home ATTUALITÀ Gli indomabili del selvaggio west di Luca Barbieri

    Gli indomabili del selvaggio west di Luca Barbieri

    Per la rubrica “Letti per voi” vi segnaliamo un avvincente volumetto dal titolo “Gli indomabili del selvaggio west” (Ed. Odoya, 165 pag., 15 Euro) di Luca Barbieri, giornalista, scrittore e redattore per la Bonelli Edizioni, quella che pubblica “Tex Willer”, il fumetto nato settantadue anni fa dalla penna di Gianluigi Bonelli e dal pennello di Aurelio Galeppini (in arte Galep) e che ancora oggi è sulla breccia come uno dei migliori fumetti.

    Oggi la storia del West è patrimonio di chi ha i capelli brizzolati eppure non c’è storia al mondo più avventurosa e romantica della “storia della frontiera”: l’epopea dei pionieri, le guerre indiane, la spasmodica ricerca del “passaggio a Nord-Ovest”.

    Una storia, ma anche un mondo fatto di grandi spazi dove gli uomini trascorrevano più tempo a cavallo che a terra e dovevano combattere non solo contro l’ostilità del territorio ma anche contro nemici di ogni genere: bestie selvagge, indiani, banditi, razziatori di bestiame (proprio da qui deriva la grande passione degli americani per le armi da fuoco e l’outdoor).

    Gli “Indomabili del selvaggio West”, un libro che si legge d’un fiato (un vero peccato!), raccoglie le vicende di particolari uomini del west, ovvero quelli che l’autore ha voluto chiamare gli “indomabili”. Personaggi che nello spirito della frontiera seppero combattere fino all’ultimo per affermare non soltanto le proprie convinzioni ma anche il loro valore.

    La battaglia di Alamo, la battaglia di Camerone (la Alamo della Legione Straniera) e infine la guerra combattuta contro i Seminole nelle paludi della Florida.

    Tre storie drammatiche raccontate con ritmo incalzante e dovizia di particolari che tengono il lettore con il fiato sospeso; tre storie di uomini di altri tempi e di altro stampo, lontani mille miglia dai personaggi virtuali dell’avventura moderna.

    Le tre storie di Luca Barbieri raccontano di David Crockett (chissà se i giovani d’oggi ne hanno mai sentito parlare?), di Jim Bowie (il rissoso avventuriero ideatore del mitico “bowie-knife), della mano di legno del Capitano Danjou e degli indomabili guerrieri seminole dalla caratteristica capigliatura.

    Particolare peso ha voluto dare Barbieri alla figura dell’indomabile: un personaggio incapace di accettare la sconfitta e disposto, pur di affermare il proprio valore di uomo, anche le estreme conseguenze: come gli eroici difensori di Alamo, o gli invincibili legionari di Danjou o gli indomiti nativi seminole.

    “Gli indomabili” di Luca Barbieri è un libro straordinariamente interessante e piacevole da leggere ed è anche una occasione per sapere qualcosa di più della storia americana.

    Francesco Gargaglia

    LASCIA UN COMMENTO

    inserisci il tuo commento
    inserisci il tuo nome