Home ATTUALITÀ Quando la passione pallonara risveglia il “fanciullino” che è in noi

    Quando la passione pallonara risveglia il “fanciullino” che è in noi

    calcio

    Premessa doverosa, non tutte le redazioni si ritrovano un direttore responsabile che s’interessa di calcio, ulteriore preambolo non tutte le testate hanno un direttore responsabile che fa il tifo per una squadra che non sia quella della città che gli ha dato i natali.

    Ecco, con questo aggancio va subito anticipato che VignaClaraBlog.it rappresenta un “unicum”, visto e considerato che si ritrova un direttore responsabile che ama il football e nutre un passione sviscerata per la squadra di calcio del Cagliari, lui che è nato alla Garbatella e che tranquillamente avrebbe potuto far parte della gang de “I Cesaroni”.

    Ecco, vi aspettavate un redazione normale? Men che meno, a volte la nostra (di redazione) oltre a non dar spazio a fake news e tanto meno a “notizie che fanno impazzire il web” riesce per lo meno a regalare scampoli di vita romanzata, la stessa che viene descritta dal nostro direttore responsabile Massimiliano Morelli in “Coru Casteddu, Cuore Cagliari“, libro edito da Bradipolibri e da oggi disponibile in versione ebook su Amazon.

    Frutto di ricordi vissuti in prima persona e di tasselli di quotidianità che in ogni caso ogni tifoso ha vissuto nel corso della sua esistenza, il libro rappresenta un pezzettino di cuore per l’autore, che viviseziona in maniera ironica e quanto mai amabile il suo essere “tifoso anomalo” di pari passo con le peripezie della sua squadra.

    Incentrato molto sullo scudetto del 1970 (nei giorni scorsi il club isolano ha festeggiato il cinquantenario dello scudetto), l’ebook ha quella sottile e invidiabile capacità di risvegliare quel “fanciullino” che è in ognuno di noi quando ci si ritrova al cospetto della nostra passione, che possa essere più o meno “pallonara”.

    La capacità dell’autore è quella di romanzare la storia, tralasciando dati e statistiche, perché la Rete ha reso obsoleti i numeri, riscontrabili ovunque. L’intuizione dell’editore è quella di puntare sulla letteratura sportiva in un momento di crisi esistenziale per un società, alla ricerca di una nuova identità nell’era del Covid-19.

    Così, la lettura diventa momento di svago e nel contempo di riflessione, seppur con la consapevolezza che un libro come “Coru Casteddu, Cuore Cagliari”, non è certo un testo da affiancare al pirandelliano Mattia Pascal, né tanto meno alla “Storia di Roma” di Theodor Mommsen.

    Il libro è “leggerezza”, il prezzo è irrisorio, acquistarlo per due “baiocchi” (termine caro a chi ama Ponte Milvio) non è certo reato.

    Claudio Cafasso

     

    LASCIA UN COMMENTO

    inserisci il tuo commento
    inserisci il tuo nome