Home VIGNA CLARA Stazione Vigna Clara: eppur qualcosa si muove…

Stazione Vigna Clara: eppur qualcosa si muove…

stazione-vigna-clara

Il Comitato Un Anello per Roma non va in vacanza ed è sempre attivo sul territorio. Dopo aver inviato il 27 luglio una lettera al Presidente della Regione Lazio, al Sindaco di Roma, al Presidente del Municipio XV e, infine, agli assessori ai Lavori Pubblici della Regione e del XV ponendo una serie di interessanti quesiti sulla attivazione della linea Vigna Clara – Ostiense e la riapertura della stazione Vigna Clara, ecco che torna ad informarci di aver ricevuto due segnali postivi dallo stesso mittente.

Si tratta infatti del presidente del XV Municipio, Stefano Simonelli, che ha annunciato che avrebbe avuto nei primi giorni di settembre un incontro con RFI nel quale, oltre che della Stazione Vigna Clara, si sarebbe parlato anche della sistemazione delle aree adiacenti alla stessa. Contemporaneamente, il presidente ha invitato i Comitati coinvolti ad una riunione sugli stessi argomenti.

Molte cose si stanno muovendo a livello politico a favore del nostro Anello Ferroviario” è la considerazione di Cristina Tabarrini, presidente del Comitato un Anello per Roma, ricordando che “bisogna considerare alcuni fatti oggettivi verificatesi tra luglio ed agosto.”

Il primo è la recente firma del protocollo d’Intesa tra Campidoglio – RFI – FS Sistemi Urbani su sistema metro–ferroviario che prevede investimenti sul nodo ferroviario di Roma per un ammontare di 548 milioni di Euro, a carico dello Stato, per la chiusura dell’Anello Ferroviario di Roma. Il secondo fatto è il rinnovo del Consiglio di Amministrazione di FS, che prevede come nuovo Amministratore Delegato proprio l’ing. Battisti che aveva appena firmato il Protocollo con il Campidoglio per Sistemi Urbani. Il Terzo fatto è il Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con il quale sblocca 1,7 miliardi di euro di investimenti per metropolitane e ferrovie regionali non interconnesse alla rete nazionale, di cui 425,5 milioni solo per le linee di Roma”.

Siamo di fronte quindi ad un investimento da parte dello Stato su Roma di circa un miliardo di Euro, che costituisce un’occasione unica per i trasporti ed i cittadini di Roma e da notare – sottolinea Tabarrini – è che al primo posto viene evidenziato l’Anello Ferroviario ed il raddoppio della tratta Vigna Clara – Valle Aurelia”.

Per fare il punto della situazione ed informare sugli incontri programmati nei primi giorni di settembre, il Comitato Un Anello per Roma ha quindi indetto un’assemblea di tutti comitati impegnati nella lotta per l’apertura della linea Ostiense – Vigna Clara, la chiusura dell’anello ed i trasporti nella zona nord ovest di Roma che si terrà sabato 8 settembre all’interno dell’hotel Colony in via Monterosi 18, nei pressi della stazione  Vigna Clara.

Visita la nostra pagina di Facebook

22 COMMENTI

  1. Perfetto il titolo, “E pur si muove”, come disse il grande Galileo davanti al temibile Tribunale dell’Inquisizione. Le novità enunciate dall’articolo lasciano ben sperare che vi siano le condizioni per superare la situazione di stallo determinata dalla sentenza del TAR dell’apr 2018, che, a quanto pare, pone difficoltà interpretative, visto che a distanza di 4 mesi non riusciamo a sapere dai soggetti coinvolti quale esito potrà avere questa vicenda, e in che tempi. Ma non c’è tempo da perdere, tutte le azioni vanno intensificate, perchè a settembre registreremo come ogni anno l’aumento del traffico, l’allungamento dei tempi di percorrenza di qualunque tragitto, l’aumento dell’inquinamento atmosferico, mentre una linea ferroviaria che, una volta ultimata, potrebbe risolvere i problemi di mobilità di decine di migliaia di cittadini, viene lasciata inattiva, sospesa in una sorta di Empireo senza tempo.
    Comitato Ponte Milvio – Ambiente e Legalità

  2. vorremmo tutti una data certa ed intanto l’apertura della tratta ed i parcheggi a via Monterosi, fattibili e semplici da fare.

  3. @ bea Una data probabile, lunedì 10 dicembre 2018 ? Speriamo di avere un’ufficializzazione almeno per la seconda metà di ottobre

  4. Ma si muove qualcosa ancora adesso che siamo a settembre? Ci sono novità da parte di RFI? La riunione dell’8 settembre si terrà? Il Presidente Simonelli ha incontrato gli attori coinvolti?

  5. Ho letto un post di Enrico Stefàno che dice: “per la stazione Vigna Clara c’è infine ottimismo per la risoluzione del contenzioso e i tempi per l’apertura, che, potrebbero essere molto vicini.”
    Può essere più preciso ? Stando ai fatti, in 29 anni (1990 – 2019) il treno ha funzionato solo pochi giorni .. e noi contribuenti aspettiamo Godot !

  6. Gentili Signori,
    l’ottimismo del Presidente Stefano corrisponde alla realta’.
    Io personalmente non posso indicare date o scadenze ma RFI e Regione stanno lavorando per aprire la linea il prima possibile. Ci sono ancora resistenze sul territorio ma non ci sono ostacoli di tipo giuridico per l’esercizio viaggiatori.
    Abbiate fiducia e non arrendetevi mai.
    Nel caso ci siano informazioni rilevanti usero’ questo portale per comunicarle.
    Stefano Testi
    Vicepresidente del Comitato Un Anello per Roma

  7. Siamo non più a settembre ma a febbraio ….Che cos’è che si sta muovendo ( a passo che definire di lumaca è un eufemismo ?)

  8. Il piazzale per i parcheggi lo stanno utilizzando come discarica di calcinacci e la rampa d accesso è un mondezzaio. Vergogna

  9. Spero il presto non sia proporzionale ai 29 anni di attesa. Mi reco ogni giorno in scooter o in autobus+metro a Valle Aurelia da anni per prendere il treno… alla stazione Vigna Clara andrei a piedi.
    E oggi ho avuto la bella sorpresa di trovare il parcheggio di Valle Aurelia chiuso per lavori e dicono chiuso per sempre.
    Arrivare al lavoro è ogni giorno più difficile.

  10. Ma quali sarebbero queste “resistenze sul territorio”? Io ormai sto perdendo la speranza. in questa città gli interessi di pochi alla fine prevalgono sul bene collettivo. Ci vorrebbe una “class action” per chiedere a questi signori di risarcire i residenti del quartiere del danno subito per essere stati privati di un servizio pubblico.

    • le “resistenze” sono quei due tre “furbetti del quartierino” che hanno ingenrenze sull'”orticello” attraverso il qual e passa il Treno ,e contro i quali sta lottando il sig Testi

  11. È abbastanza probabile che gli operatori del mercato di Piazza Diodati non siano contenti di perdere la collocazione dei loro banchi.

  12. Fra pochi mesi aprirà la nuova Casa di Cura PAIDEIA …..ancora più indipensabile
    l’apertura della ormai famosa stazione Vigna Clara………

  13. Non sono un guerrafondaio e neppure un terrorista,ma credo che dopo decenni di sberleffi e di diritti calpestati di noi Cittadini,dovremmo dimostrare maggiore carattere e prendere esempio dalla rivolta in Venezuela contro una dittatura che ha affamato la nazione,imitare i gilet gialli francesi che sono riusciti a far fare “retromarcia” al Presidente e,non ultimo prendere spunto dagli umili,ma orgogliosissimi pastori Sardi,in merito alla battaglia attualmente in atto circa la retribuzione del latte.Occupiamo ad oltranza la via Flaminia e limitrofe ,senza ripensamenti o dietro-front,creando la paralisi che non potrebbe passare inosservata,in fin dei conti una struttura commerciale (e non composta da Cittadini giustamente infuriati) quale Trony,in occasione della inaugurazione della sede a Ponte Milvio,é riuscita a monopolizzare l’attenzione per svariati giorni,con indispensabile intervento di Autorità,Istituzioni e Forze dell’Ordine.
    Io sono pronto e non in anonimato,pertanto mi firmo per esteso e comunico il mio recapito.

  14. Ovviamente l’apertura della Casa di Cura Paideia rappresenta un evento significativo per tutto il nostro quartiere e so per certo che i proprietari sono favorevoli all’apertura della Stazione di Vigna Clara. Non ci resta che attendere e sperare che anche i proprietari dell’Ars Medica prendano esempio dai loro “concorrenti” e “vicini di casa”.

    Cristina Tabarrini
    Presidente Comitato Un Anello per Roma

  15. Gentili Signori,
    le resistenze sono sempre i ricorrenti ed i loro amichetti che volevano impedire la posa della strumentazione nei loro templi per paura che non rilevassero rumori, vibrazioni e … crolli.
    Sono dovuti intervenire di nuovo gli avvocati di RFI con lettere pesanti per sbloccare la situazione.
    Naturalmente quando passera’ il treno io non lo sapro’ ma non se ne accorgera’ nessuno semplicemente perche’ il treno non si sente, non si vede e… non fa crollare nulla.
    Non ci sara’ nessuna inaugurazione ma ci troveremo la stazione aperta, un bel treno nuovo Jazz che ci portera’ in dieci minuti a Valle Aurelia ed i signori resistenti … cadranno dalle nuvole.
    Poi prenderanno anche loro il treno tutti giorni perche’ e’ troppo comodo, ma … non si dovra’ sapere che erano i … ricorrenti.
    Buona giornata a tutti … anche ai ricorrenti
    Stefano Testi

    • ma meglio per loro che non si saprà! se fossi stato in loro con tutta la compassione che da Umano posso avere per dei miei simili (e anzi proprio per questo) avrei fatto DI TUTTO pe rnon farmi riconoscere e confondermi fra gli altri viaggiatori!

  16. La Stazione di Vigna Clara è pronta dal mese di giugno 2016, quindi sono passati quasi tre anni e ancora non si hanno notizie circa una possibile entrata in servizio. Ci sono degli aggiornamenti?

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome