Home VIGNA CLARA Parte la differenziata. La cronaca di una novità importante

Parte la differenziata. La cronaca di una novità importante

cassonetti via del Podismo
cassonetti via del Podismo

Come annunciato nel XV Municipio parte la raccolta differenziata. Abbiamo voluto raccogliere qui di seguito la cronaca e gli aspetti positivi e negativi di questa importante novità narrata in prima persona da una famiglia di Vigna Clara.

A dire il vero una sorta di differenziata light nel nostro quartiere già esiste da anni. Si tratta di cassonetti dove è possibile inserire, dopo una opportuna separazione, carta e cartone, plastica e metallo ed una campana di vetro. Il resto va tutto insieme in altro cassonetto.  Ed a parte pochi errori gran parte dei residenti effettua correttamente la separazione.

Aggiorneremo costantemente questa pagina inserendo gli aspetti positivi e negativi.

Ultimo aggiornamento del 5 Maggio 2016 in fondo all'articolo

30 aprile 2016. Arriva l’avviso.

Avviso differenziata Vigna Clara

Sotto al citofono appare un avviso che Mercoledì 4 maggio dalle 14 alle 20:30 incaricati dell’Ama muniti di tesserino di riconoscimento consegneranno direttamente al piano il KIT composto da una biopattumiera areata e relativi sacchetti biodegradabili per la raccolta degli scarti alimentari ed organici, borsa per la raccolta di carta cartone e cartoncino, borsa per la raccolta del vetro, borsa per la raccolta di plastica e metallo e materiale informativo.

2 Maggio. Inizia la distribuzione dei nuovi cassonetti dell’umido

In zona sono apparsi i nuovi cassonetti per scarti alimentari e organici. Sono giallo arancio.

Nuovo Cassonetto Umido
Nuovo Cassonetto Umido

Il loro posizionamento, almeno in alcuni casi, risulta singolare. Mancanza di spazio? Automobilisti indisciplinati?

Mancanza di spazio?
Mancanza di spazio?

I cassonetti sono stati posizionati a fianco dei precedenti dove prima era possibile gettare oltre all’organico anche oggetti in plastica, giocattoli etc. Nel nuovo invece solo rifiuti organici. L’indicazione duplicata genererà, almeno inizialmente, qualche confusione.

Etichette creano confusione
Indicazioni simili

4 maggio 2016 Arriva il KIT. Le prime impressioni.

Kit Differenziata Roma
Kit Differenziata Roma

Verso le 16:00 una voce al citofono ci prega di scendere per ritirare il KIT.  Siamo gli unici nel palazzo presenti a quell’ora in verità poco adatta ad una consegna alle famiglie.

Almeno nel nostro palazzo, il kit è stato consegnato personalmente ad una famiglia su 10 mentre gli altri KIT sono stati lasciati nell’androne.

Il KIT come promesso è composto da:

  • una “biopattumiera” areata ovvero un cestino di misure ridotte (circa 30 x 20 x 25 cm.) con dei fori fornito di coperchio e relativi due set di buste deodegradabili;
  • un set di  borse simili a quelle riutilizzabili della spesa. Una per la raccolta del vetro, una per la raccolta di plastica e metallo ed una per la raccolta di carta, cartone e cartoncino;
  • una ulteriore busta di carta per la raccolta ovviamente di carta, cartone e cartoncino;
  • Un piccolo depliant nel quale è spiegato cosa buttare e come.

Come già accennato nel nostro quartiere già esisteva la raccolta differenziata. La novità sta nella differenziazione tra umido e indifferenziata.

Le prime impressioni sono positive a parte l’esigua misura del cestino dell’umido ed il fatto che andando a buttare Vetro, plastica e metallo e carta, dovremmo portare con noi la borsa fornita per poi riportarla a casa. Forse adotteremo una soluzione diversa per non dover portare dietro tutto il giorno le borse.

5 maggio 2016 Cassonetti saccheggiati

cassonetti via del Podismo
cassonetti via del Podismo

Nei cassonetti di Via del Podismo i soliti “rovistatori di cassonetti” hanno fatto razzia di scarpe. Non sarei contrario a questa forma riciclo se non per il fatto che dopo le loro visite l’area intorno ai cassonetti è ridotta in maniera pietosa.

Inserite anche voi la vostra esperienza commentando in fondo all’articolo.
Visita la nostra pagina di Facebook

5 COMMENTI

  1. Fare la “differenziata” in modo corretto non è cosa semplice… in molti comuni che già la praticano da tempo, esistono delle guide, molto dettagliate, che indicano come “catalogare” ogni possibile rifiuto… speriamo AMA faccia altrettanto.

  2. Questa notte hanno lasciato i cassonetti marroni anche a via Luigi Bodio. Ho assistito personalmente al personale che scaricava con un camion un cassonetto proprio in prossimità dell’incrocio con Corso Francia, dove è previsto il divieto di fermata. Salendo per Via Bodio, ho riscontrato anche un cassonetto messo tutto storto tanto che in parte invade la carreggiata. Mi sembra proprio uno spreco di soldi pubblici dover impegnare altre risorse per riposizionare i cassonetti posizionati con tale mancanza di cura. Grazie.

  3. il problema della pulizia e del decoro nella nostra circoscrizione non è legato alla raccolta che già avveniva in buona parte differenziata, ma come sottolineato a più voci, dal ROVISTAMENTO e da coloro che provenendo da altri quartieri gettano FUORI DEI CASSONETTI SUI MARCIAPIEDI di tutto. Questo fenomeno è riscontrabile nelle zone di minor traffico come ad esempio la parte alta di Via della farnesina o la zona in prossimità del parco pubblico. Questi fenomeni purtroppo non saranno risolti con la raccolta differenziata ma con un’opera di dissuasione, se si vorrà fare!

  4. Anche in questa occasione siamo i leader mondiali nel fare le cose a metà tanto per salvarci la coscienza: ma coloro che non hanno senzo civico e non differenziano continuando a buttare rifiuti a caso, come vengono individuati per essere puniti ? ( assenza di controllo, assenza di meccanismi sansonatori/educativi)
    La differenziata funziona se porta a porta o con cassonetti condominiali chiusi in locali o chiusi a chiave per cui è possibile individuare i trasgressori.
    nel 2016 siamo giunti solo a consegnare il kit e sperare che i cittadini si dotino di buon senso e si autodisciplinino.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome