Home AMBIENTE Parte nel XV la differenziata a 5 frazioni dove il porta a...

Parte nel XV la differenziata a 5 frazioni dove il porta a porta non c’è

differenziata 5 frazioni

Vigna Clara, Fleming, Ponte Milvio, La Giustiniana, Tomba di Nerone, Labaro e parte de La Storta. Sono questi i quartieri del XV Municipio dove presto prenderà il via la raccolta differenziata a 5 frazioni. Nel frattempo l’AMA ha dato il via a una specifica campagna informativa.

“Questa prima fase – spiegano in una nota Daniele Torquati, Presidente del XV, e Marcello Ribera, Presidente Commissione Ambiente – comprende la consegna dei kit di raccolta e il posizionamento dei cassonetti stradali marroni per la raccolta dell’organico: si parte dalle zone di confine con il porta a porta, per poi proseguire, nel corso del mese di maggio, con i restanti quartieri. Il kit, che sarà consegnato da Ama a tutte le famiglie in maniera del tutto gratuita, comprende: biopattumiera e sacchetti biodegradabili per la raccolta degli scarti alimentari e organici; borsa per la raccolta della carta; borsa per la raccolta del vetro; borsa per la raccolta della plastica e del metallo; materiali informativi.”

“Ama sta provvedendo altresì all’apposizione di avvisi presso condomini e abitazioni dei quartieri coinvolti, indicanti giorno e orari di consegna del kit e del materiale. I cittadini dovranno differenziare all’interno delle mura domestiche e conferire all’esterno, presso i cassonetti stradali: oltre ai cassonetti bianco per carta e cartoncino, blu per plastica e metalli, grigio per l’indifferenziato e le campane verdi per il vetro già posizionate da dicembre, Ama sta provvedendo al posizionamento dei cassonetti marroni per la raccolta dell’organico. Nei prossimi giorni formalizzeremo la richiesta ad Ama inerente l’organizzazione di alcuni incontri informativi, così come avvenuto per la raccolta PAP, finalizzati a migliorare la comunicazione sul territorio.”

“Sono circa 43.000 le persone attualmente coinvolte nella raccolta differenziata PAP. Da oggi – continuano Torquati e Ribera – inizieremo a estendere il nuovo modello di differenziata a cinque frazioni nella parte restante del territorio, potenziando il sistema di raccolta stradale. Si tratta di un risultato importantissimo per il Municipio XV, che completa quella rivoluzione ambientale e culturale avviata dal porta a porta: siamo certi che i nostri concittadini accoglieranno con soddisfazione questa novità, adottando il nuovo modello con regolarità e attenzione. Informiamo infine i cittadini che, per qualsiasi comunicazione inerente alla raccolta differenziata, possono rivolgersi all’AMA contattando il numero verde 800.867.035.”

Visita la nostra pagina di Facebook

14 COMMENTI

  1. A noi a Labaro hanno solamente lasciato nel androne il Kit con il materiale senza citofonare i condomini e senza vedere se i numero degli appartamenti corrisponde ai numeri di Kit lasciati. Ad altri gli hanno lasciato nella uscita dei garage dove ce la porta di servizio Se funzionarà cosi andiamo bene!!!!

  2. Un altro problema al meno a Via Macherio dove dono i cassonetti e che sono molti quello di passaggio che lasciano i rifiuti. Allora Io fascio la differenziata a casa e per quelli di passaggio come si fa.?

  3. Attualmente vedo che tutti buttano tutto in qualsiasi cassonetto trovino vuoto oppure “comodamente” aperto dalle stecche di legno che usano i rom per tenerlo aperto e scegliere cosa prendere e cosa buttare per terra. Solo la raccolta condominiale potrebbe dare un contributo significativo, un po’ di buon senso civico e un po’ meno di menefreghismo delle istituzioni per la questione Rom.

  4. Benissimo la differenziata, benissimo il kit, ma se l’AMA iniziasse a svuotare i cassonetti?
    E la gente iniziasse ad imparare a non buttare i sacchetti dell’immondizia direttamente dalla moto/macchina abbassando il finestrino? Visto personalmente dai cassonetti di via Azzarita.

  5. Se con l’aggiunta dell’ennesimo cassonetto pensassero anche a sostituire quelli rotti, mezzi bruciati, senza coperchio sarebbe una gran bella cosa. Potrebbe Vigna clara blog farsi carico di una richiesta del genere?

  6. Stamani non ho fatto in tempo a scattare qualche foto a Prima Porta, poco prima e dopo alla Stazione Giustiniana, dove i cassonetti esistenti erano stracolmi di mondezza, le cause? Semplice deduzione, chi viene da Sacrofano e dalla zona di Via di Valle Muricana, Santa Cornelia e zone limitrofe, dove è appena iniziata la raccolta porta a porta, siamo alle solite, come già detto più volte in precedenza questi servizi penalizzano l’utenza che oltre a non sapere dove posizionare i vari contenitori dentro casa hanno un’altra incombenza nel fare anche da operatori ecologici, allora perché paghiamo la nettezza urbana così cara? Perché non abbiamo delle agevolazioni? Perché tale imposta è calcolata secondo i mq di casa e sarebbe cosa giusta secondo le persone dimoranti? Vicino alle campane di vetro (le uniche rimaste) si vedono già da ora dei sacchetti di mondezza abbandonati, che saranno presto rotti da cani randagi e non e da gatti che girano per le vie dei quartieri. Tutta questa rivoluzione sicuramente non porterà più ordine e più pulizia. In un mio vecchio intervento mi ponevo alcune altre domande, che fine hanno fatto i mezzi grossi, i compattatori? A cosa servono 5 o 6 mezzi piccoli con due persone a mezzo? Tanta gente in giro per le strade solo per far vedere che c’è qualcuno che pulisce, sinceramente nelle nostre zone c’è più bisogno di forze dell’ordine per le vie delle borgate e non di altro personale. Prima di attuare questo tipo di raccolta i nostri bravi amministratori hanno valutato i vari problemi e disservizi che tutto ciò avrebbe creato all’utenza che paga salata l’imposta in questione? Non aggiungo altro che è meglio……

  7. Prima o poi i cassonetti sfondati e bruciacchiati saranno sostituiti da altri nuovi che, purtroppo faranno la stessa fine. Attualmente sulla zona Bagolino-Fiesse-Brembate mancano i cassonetti per l’umido e per terra la gente butta di tutto, e i cassonetti sono stracolmi. In parte, bisogna ammetterlo, è anche colpa dei cittadini che hanno dei comportamenti assolutamente incivili. In zona Colli d’oro una signora affacciata al balcone redarguiva un tizio che stava scaricando un materasso accanto ai cassonetti. Il tipo l’ha apostrofata in modo qui irripetibile e, potete immaginare come. Che cosa succederà a quello schifoso? Niente, nessuno lo cercherà, non pagherà multe, resterà assolutamente impunito e lo stesso accadrà a chiunque farà la stessa cosa o anche peggio. Perchè lo schifoso non ha chiamato l’Ama al telefono per chiedere il ritiro “gratuito” del materasso a livello stradale o perchè non l’ha portato in discarica? Troppo disturbo, troppa fatica, disinformazione? Intanto le cose stanno così : un sorvegliante armato dietro a ogni italiano perché si comporti da cittadino per bene ? Ma che siamo matti ?! Perchè invece non si fa così : via tutti i cassonetti, la spazzatura si differenzia a casa ( così come ora con le attuali regole ) MA invece di andarla a scaricare nei e fuori dai cassonetti, si porta in centri di raccolta, selezione e smaltimento (che ora non esistono e sarebbero da creare in numero adeguato per ogni zona e quartiere) dove il buon cittadino in cambio del vetro, della carta, dei metalli e plastiche e dell’umido DOVREBBE ottenere una sorta di bonus annuale che vada in sconto della salatissima tariffa. Questo oltre al risultato di non vedere più schifezze per strada, nè sentirne il “profumo”, produrrebbe molta più differenziata (che insomma, se ben trattata è fonte di guadagno) perchè il buon cittadino non è neanche scemo e sapendo di ottenere qualcosa in cambio di un “lavoro” casalingo, si darebbe più da fare e rispetterebbe una legge che, una volta tanto sarebbe anche a suo effettivo vantaggio.

  8. Ieri pomeriggio, intorno alle 19,30, aprendo la porta di casa, ho trovato sul mio pianerottolo il Kit per la raccolta differenziata a 5 frazioni. Deve essere stato un gesto di cortesia della condomina del piano di sotto o di quella che mi abita sopra; siamo solo 3 famiglie in totale. Dall’AMA nessun avviso e in compenso su strada non è ancora stato posizionato il cassonetto per l’umido. Secondo la Municipalizzata come dovrei comportarmi? Seguirò il mio buon senso, ma li licenzierei tutti in tronco!

  9. Tanta corsa per la consegna del kit per la raccolta differenziata porta a porta, secondo me e lo ribadisco è stata una corsa soltanto per piazzare un notevole mandato alla Ditta che produce questi contenitori, che di fatto creano solo un notevole disagio. Ma perché la nostra amministrazione non ha valutato egregi Signori/e la possibilità di installare delle eco-macchine già in funzione in altri comuni, le quali per giunta danno un piccolo profitto a tutta quella utenza che segue il rispetto dell’ambiente, sarebbe stata una scelta civica più percorribile, le eco aree dovrebbero essere dotate di telecamere collegate ad un centro operativo, così come le varie aree a rischio “discarica pubblica” con rilevatori, una volta individuati i responsabili puniti con pene pecuniarie severe e inderogabili. Del resto rimango del parere che la brava gente dovrebbe essere premiata dando alla stessa la possibilità nell’avere un beneficio e non un disagio, ma la nostra politica pensa all’immigrato, allo zingaro che sale su i mezzi pubblici dando allo stesso l’agevolazione di non pagare il biglietto, potrei elencare altri casi e situazioni, allontanandomi dall’argomento principale, se il Presidente Torquati e chi di dovere e ne ha la competenza, si dovrebbe soffermare sulle alternative sopra elencate dando a tutta la circoscrizione la possibilità d’essere un esempio in positivo su una riflessione, quella della eco macchine più giusta e produttiva in entrambe i sensi (riciclaggio/pulizia e guadagno nei confronti dell’utenza) in considerazione di un pagamento della nettezza urbana sempre troppo salato.

  10. Il cartello lo hanno attaccato al cancello, la consegna dei kit era prevista per il 12 maggio: non si è visto nessuno…. Magari poi ci diranno che i kit sono stati consegnati.. Sicuramente qualcuno ha “magnato” anche su questo.

  11. Vorrei sapere da chi di competenza DOVE si trovano i centri di raccolta della differenziata. Vorrei sapere, per andare poi a vedere di persona DOVE viene raccolto e stoccato il vetro, la plastica, la carta. E, lo so che sto chiedendo troppo, ma vorrei anche sapere dove e come questi materiali vengono lavorati, riciclati e quale sia il ritorno economico di questa operazione.

  12. Via Vibio Mariano, parte la raccolta differenziata peccato che di fronte al civico 11 hanno tolto i cassonetti di tutti i colori, e la gente butta per terra la spazzatura e dove ci sono non hanno messo i nuovi, per buttare la spazzatura bisogna farsi la passeggiata sulla cassia!!!!!!!!!!!!!!!!
    AMA così non và

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome