Home AMBIENTE Differenziata, al via campagna informativa nelle scuole del XV

Differenziata, al via campagna informativa nelle scuole del XV

differenziata 5 frazioni

In vista dell’avvio imminente del nuovo modello di Raccolta Differenziata a cinque frazioni sul territorio del Municipio XV, l’amministrazione municipale organizza, in collaborazione con AMA, quattro giornate di informazione in alcune scuole del Municipio.

A darne informazione è Marcello Ribera, Presidente della Commissione Ambiente del Municipio Roma XV annunciando che da lunedì 4 aprile fino a giovedì 7 aprile l’AMA posizionerà il container principale della Stazione Mobile per la Raccolta Differenziata nelle seguenti scuole:

Lunedì 4 aprile – I.C. Karol Wojtyla – Via Concesio, 2;
Martedì 5 aprile – I.C. Via Cassia Km. 18.700 – Largo Cesare Vico Lodovici (Soglian);
Mercoledì 6 aprile – I.C. Enzo Biagi – Via Alfredo Sforzini, 40;
Giovedì 7 aprile – I.C. Vibio Mariano – Via San Godenzo, 196.

Presso il container della Raccolta Differenziata gli alunni, seguiti dagli ecoinformatori AMA, potranno apprendere le nuove modalità circa il nuovo sistema di raccolta differenziata e conferire le seguenti tipologie di rifiuti: schede elettroniche, giocattoli elettronici, calcolatrici, cellulari, parti di computer, toner, farmaci, pile, lampadine, cartucce per stampanti, batterie al piombo esauste, neon, olio vegetale, carta, vetro, plastica. Per l’occasione, quindi, si chiede ai genitori di consegnare ai propri figli alcuni rifiuti di piccole dimensioni, come sopra indicato, in modo da poter partecipare attivamente e coscientemente all’iniziativa.

“Continua la campagna di informazione e di sensibilizzazione alla raccolta differenziata portata avanti dal Municipio Roma XV sul territorio. Questa nelle scuole – sottolinea Ribera – sarà la seconda serie di incontri organizzata con AMA, dietro nostra richiesta, dopo quella che si è svolta lo scorso novembre. Nel corso degli appuntamenti saranno presenti gli ecoinformatori di AMA che illustreranno ai ragazzi come conferire correttamente i vari rifiuti e distribuiranno il materiale informativo circa il nuovo modello di raccolta”.

“Partire dalle scuole e dai bambini – conclude Ribera – significa investire sul futuro e sulla creazione di una coscienza sostenibile, ma si è rivelato soprattutto un metodo efficace per informare e sensibilizzare il maggior numero possibile di persone sulle nuove modalità di raccolta. Lo scorso novembre siamo riusciti a coinvolgere oltre 1500 alunni e le loro rispettive famiglie e ci aspettiamo un risultato simile anche questa volta.”

 

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome