Home TEMPO LIBERO Una giornata al lago: gita ad Anguillara

Una giornata al lago: gita ad Anguillara

anguillara

Se siete amanti del lago, adorate passeggiare tra la natura e vi piacciono i prodotti tipici locali, allora vi consigliamo Anguillara Sabazia, località a poche decine di chilometri da Roma nord. La città rappresenta una delle tre “perle” che circondano il lago vulcanico di Bracciano, insieme a Trevignano e, ovviamente, a Bracciano.

Il luogo è particolarmente noto anche per scene di film famosi girate all’interno della città e lungo le sponde del lago. Tra tutte ricordiamo la più simpatica, quella del film “Fantozzi”, dove il ragioniere Filini e il grande indimenticabile ragionier Fantozzi giocano la celebre partita a tennis (“Allora ragioniere, che fa, batti ?”. “Ma che fa, mi dà del tu ?”) girata nella zona di Poggio dei Pini.

La città è confinante con il XV Municipio di Roma (nello specifico con Osteria Nuova), quindi arrivarci dalla zona nord della Capitale risulta molto semplice.

Come arrivare ad Anguillara

La prima opzione è prendere via Cassia in direzione Viterbo e, successivamente, la Braccianese seguendo le indicazioni per “Anguillara/Trevignano/Lago”.
La seconda opzione, invece, è prendere dal Grande Raccordo Anulare la Cassia Bis, proseguire per circa 12 km e uscire a “Cesano/Bracciano”, seguendo poi, sulla via Braccianese, le indicazioni per “Anguillara/Trevignano/Lago”.

Chi non ha voglia di guidare può prendere il treno, ad Anguillara infatti ferma la linea ferroviaria FL3 Viterbo-Roma Ostiense.

Per visitare il luogo, VignaClaraBlog.it vi propone due tipologie d’itinerari: il primo, dedicato allo svago e al relax; il secondo, dedicato all’arte, ai monumenti e ai musei più importanti.

Svago e relax

Se avete voglia di un gelato, il luogo ideale in cui gustarlo è la “passeggiata” che costeggia il lungolago, dove, ogni prima domenica del mese, vi è una mostra dedicata all’antiquariato.

Numerose le sagre che caratterizzano la cittadina: prima su tutte quella che rende omaggio al prodotto tipico locale, ovvero il broccoletto, che si svolge nel periodo tra febbraio e marzo con l’evento “Broccoletti in piazza”.

Altro appuntamento molto apprezzato è la “Sagra del pesce”, che si svolge nel periodo estivo, tra la seconda metà di giugno e l’inizio di luglio. Come per la festa del broccoletto, anche qui vengono proposti stand enogastronomici per far assaporare la frittura di pesce locale.

Tutte queste sagre si svolgono sul lungolago e proprio sulla spiaggia che costeggia la “passeggiata” da quest’anno è possibile anche prendere un aperitivo godendosi il tramonto grazie all’apertura di diversi chioschi che rendono la vita serale e notturna particolarmente attiva.

Spazio all’abbronzatura. Numerosi sono infatti gli stabilimenti che popolano sia il lungolago di Anguillara che quello di Vigna di Valle per chi volesse prendere il sole sdraiato su un lettino. È a disposizione, ovviamente, anche la spiaggia libera.

Proprio a Vigna di Valle sono presenti diverse scuole di vela e canoa. Consigliamo, se si va in 3-4 persone, anche un giro sul pedalò, che permette ai bagnanti di allontanarsi dalla riva per un tuffo nel’acqua più fresca e profonda del largo.

Inoltre, se andate con dei bambini, non si può non far visita al “Parco naturale regionale di Bracciano-Martignano” che si estende per circa 170 km quadrati e comprende una fauna molto ricca, tra uccelli e mammiferi. Da qui è possibile visitare il Lago di Martignano, anch’esso di origine vulcanica, poco distante da Anguillara Sabazia e raggiungibile attraverso un servizio di navetta.

Il luogo, complice la totale assenza di abitazioni, è rimasto praticamente incontaminato, rendendolo una vera e propria oasi di pace, ed è una meta particolarmente amata per gli appassionati di trekking e canoa.

Arte, monumenti e musei

Il nostro consiglio è di lasciare la macchina nella zona di San Francesco, per proseguire poi il tragitto a piedi. Proprio in questa zona è possibile visitare la Chiesa di San Francesco, datata intorno al 1400, che custodisce affreschi d’importante rilievo.

Proseguendo verso il lago, consigliamo una visita alla Piazza del Comune, a cui si accede tramite la porta con l’orologio del 1500. Dalla piazza si può ammirare uno dei panorami più belli della città, con vista sul lago e sulla passeggiata che lo costeggia.

Salendo tutta la scalinata dopo il Comune, si arriva alla Chiesa della Collegiata in stile barocco, completata nel 1888, che rappresenta il luogo di culto più importante dell’intera città. La chiesa ha subito nel 2003 importanti lavori di ristrutturazione e di restauro. Qui siamo nel punto più alto di Anguillara Sabazia.

Nelle vicinanze, si può ammirare l’antico Torrione medievale, sede oggi del “Museo della civiltà contadina e della cultura popolare”, oltre che della “Associazione Scuola Orchestra”. Per fare una pausa all’ombra degli alberi, consigliamo una sosta nei giardini antistanti il Torrione da dove, se siete fortunati, potrete rilassarvi con le musiche prodotte dai ragazzi della scuola di musica.

In zona Anguillara sono presenti altri due musei d’importante rilievo storico: il “Museo Neolitico”, situato nella zona della stazione, e il “Museo dell’Aeronautica Militare”, in località Vigna di Valle.

Nel primo si può osservare la piroga neolitica rinvenuta nel villaggio sommerso della Marmotta sotto Anguillara, risalente a circa 8.000 anni fa, oltre a varie video-proiezioni che illustrano il recupero del reperto archeologico. Il secondo, invece, inaugurato nel 1977, custodisce un’ampia gamma di velivoli e motori. E’ in questo luogo che, nel 1908, venne costruito e fatto volare il primo dirigibile militare italiano.

Emiliano Angelucci

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome