Home POLITICA Campo nomadi River, Gruppo PD del XV chiede un Consiglio Straordinario

Campo nomadi River, Gruppo PD del XV chiede un Consiglio Straordinario

campo-river opinione marco tolli

Niente affatto convinto da quanto dichiarato in TV dal presidente del XV Municipio, Stefano Simonelli, e da quanto sta accadendo in queste ore nel campo nomadi River – da oggi senza più un gestore e con la minaccia di quest’ultimo di chiudere i rubinetti dell’acqua e della luce – il Gruppo PD del Municipio XV chiede un consiglio straordinario sul tema e fa appello alle altre opposizioni perchè firmino la richiesta.

Secondo il gruppo PD – si legge in una nota – è “un fallimento conclamato quello relativo alla presunta chiusura del campo rom di via Tiberina che rischia di trasformarsi in un caos politico e cittadino: chiediamo un Consiglio Straordinario e invitiamo le altre forze di opposizione a sottoscrivere la nostra richiesta raggiungendo il numero di firme necessario. Abbiamo bisogno di una quinta firma e chiediamo veramente di apporla perché in sede di Consiglio Municipale sia fatta chiarezza su questa gestione confusa che non garantisce ne’ il superamento del campo ne’ le legittime aspettative di tanti cittadini”.

“Il Camping River è ancora lì, con le sue persone che non è dato sapere quante siano. Tra loro anche molti minori. Quello che doveva essere l’esperimento “pilota” di un Piano cittadino di superamento dei campi, che peraltro nessuno ha mai avuto modo di vedere, è un fallimento” sostengono i consiglieri PD sottolineando che “le persone senza alcuna alternativa restano dentro e considerato che al 30 settembre è scaduta la convenzione con il gestore del campo si  rischia una ‘terra di nessuno’: il M5S gioca sulla pace sociale di un territorio che ha creduto a promesse fatte in fretta e ora non si assume alcuna responsabilità del fallimento di un percorso che lascia tutti insoddisfatti. Nessuna famiglia rom ha trovato alloggio fuori dal campo, nonostante la promessa di un buono casa. Nessuna famiglia rom ad oggi è in grado di uscire dal campo”.

“Il M5S accetti il confronto in Aula e chiarisca questa situazione. Le opposizioni ci aiutino con una firma a chiedere un Consiglio Straordinario. Il territorio ha bisogno di chiarezza e di trasparenza” esclamano i consiglieri PD nel dare un suggerimento al candidato Premier Di Maio: “Non parli di cose che non conosce. Non parli di Roma e non parli dei rom. Oppure venga qui e si confronti con il mondo reale. Le bugie hanno stancato tutti, così come le facili soluzioni”.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome