Home ATTUALITÀ Oroscopo (semiserio) settimana 8 dicembre

Oroscopo (semiserio) settimana 8 dicembre

I pianeti scrutano il quadrante settentrionale della capitale, lo plasmano ed influiscono su azioni, iniziative e sensazioni dei suoi cittadini. Segno per segno, notizia per notizia, ecco il responso dello zodiaco nell’oroscopo ad locum di VignaClaraBlog.it. per la settimana dall’8 al 14 dicembre: buona domenica!

Ariete (21 marzo – 20 aprile) Un Saturno tradizionalista e alle prese con i tarallucci e il vino farà in modo che la settimana dei consiglieri del XV Municipio sia pregna di nostalgia per il passato e di aneliti ecumenici. Così, mentre i nati della prima decade ripristineranno l’antica consuetudine legata alla mancanza del numero legale, invece gli appartenenti alla seconda e alla terza non faticheranno a trovare ampie convergenze sulla latitanza in materia di trasparenza.
leggi qui e qui

Toro (21 aprile – 20 maggio) Indifferente alle lusinghe di altri municipi e testardo com’è, Giove continua a tener d’occhio la zona di Vigna Clara. Infatti, mentre gli imbecilli della prima decade riterranno di dover esporre i propri convincimenti anche sui muri di via del Podismo, invece i nati della seconda e della terza si augureranno che i succitati imbecilli incappino prima o poi nel pozzetto che continua a rimanere scoperto e seminascosto sempre a via del Podismo.
leggi qui e qui

Gemelli (21 maggio – 21 giugno) Improvvisatasi agente immobiliare, Venere cerca una nuova casa per tutti voi. Mentre i cani e i gatti della prima e della seconda decade potranno usufruire di questa concreta possibilità in zona Ponte Milvio, invece Vincenzo Leli (terza decade) l’opportunità se la creerà da solo, dichiarandosi pronto a far soffiare i vènti di cambiamento verso un’abitazione più calda ed accogliente, ma soprattutto nuova di zecca: Forza Italia.
leggi qui e qui

Cancro (22 giugno – 22 luglio) Mercurio cabalistico stabilisce che per questa settimana il vostro numero magico sarà il 32. Mentre, infatti, a Donatella Scafati (neo-comandante dei vigili, prima decade) sembrerà di scorgere la sagoma del mitologico bus della linea 32 (appunto) dalle parti di via Caprilli, invece, nella giornata di stop ai veicoli più inquinanti, gli automobilisti della seconda e terza decade giureranno di aver avvistato il fantomatico mezzo pubblico nei pressi del Ministero degli Affari Esteri. Fermo, però, considerate le disposizioni dell’assessorato all’Ambiente di Roma Capitale.
leggi qui e qui

Leone (23 luglio – 23 agosto) Tutto preso dall’opera di Gaber & Luporini, Marte ha stabilito che bisogna continuare a “far finta di essere sani”. Così, mentre i febbricitanti della prima decade, che erano soliti servirsi della Farmacia Rizzo a Corso Francia, dovranno truccare i termometri e astenersi giocoforza dall’acquisto di aspirine e tachipirine; invece i malati della seconda e terza decade, per mezzo anche di serrate sedute di training autogeno, dovranno convincersi che una polmonite è solo uno stato mentale e che una frattura è solo una sensazione auto-indotta, evitando così di affollare ulteriormente il pronto soccorso dell’ospedale S.Andrea, a Grottarossa.
leggi qui e qui

Vergine (24 agosto – 22 settembre) Certe volte una lettera in più o in meno fa la differenza, sentenzia Urano, che, sibillino e bastardo, rimanda all’ultima frase. Mentre il Buongiorno della Regione mostrerà i volti degli alunni della prima decade e della scuola-container di Osteria Nuova, invece il bue e l’asinello (rispettivamente seconda e terza decade) raggiungeranno i bambini dell’asilo nido di via delle Galline Bianche per il presepe vivente di Labaro. Pubblica istruzione? No, pubblica distruzione o pubblica distrazione.
leggi qui e qui

Bilancia (23 settembre – 22 ottobre) Nettuno viaggiatore pone l’accento sulle questioni che riguardano l’estero. Mentre, infatti, il consigliere del NCD Stefano Erbaggi (prima decade) deciderà che Honolulu, dopo Bruxelles, è il luogo ideale per manifestare la propria indignazione nei confronti del sindaco Marino; invece i nati della seconda e terza decade arriveranno dalla Germania, dall’Islanda e persino dagli Stati Uniti per prendersi il merito della chiusura della voragine di via Comparini a Labaro.
leggi qui e qui

Scorpione (23 ottobre – 22 novembre) Una Luna inflessibile vi mostrerà ancora una volta che il rispetto delle regole è il fondamento della società civile. Mentre, infatti, i nati della prima e seconda decade impareranno questa preziosa lezione osservando le giostre, i camion e il quadro elettrico fatiscente all’interno del parco “Marta Russo” di Labaro, invece gli appartenenti alla terza si impregneranno di legalità rimirando la perfezione e l’ineccepibilità del passo carrabile della palestra di via Due Ponti.
leggi qui e qui

Sagittario (23 novembre – 21 dicembre) Il Sole nel vostro segno  favorisce gli svaghi e il relax, regalandovi un anticipo della magia del Natale. Mentre, infatti, i nati della prima decade si ritempreranno e respireranno aria di festa a Formello e all’Auditorium, invece gli appartenenti alla seconda e terza usufruiranno delle tradizionali iniziative natalizie (e non) di Roma Nord, tipo rimanere bloccati per ore in mezzo al traffico dell’Olimpica.
leggi quiqui e qui

Capricorno (22 dicembre – 20 gennaio) Una triangolazione di pianeti smaccatamente comunisti, citando Carletto Marx, stabilisce che “a ognuno deve andare secondo i propri bisogni”. Così, mentre gli automobilisti della prima e seconda decade, che percorrono la Flaminia e la Cassia, dovranno avere nel proprio bagagliaio le catene per la neve, invece gli automobilisti della terza decade, che percorrono (si fa per dire) Corso Francia, dovranno avere nel cruscotto acqua e generi di prima necessità.
leggi qui

Acquario (21 gennaio – 19 febbraio) Attento, teutonico e generoso, Saturno vi aiuterà a non sbattervi troppo per lo smaltimento dei rifiuti. Così, mentre, i nati della prima e seconda decade potranno depositare, indisturbati, vasche da bagno inutilizzabili e televisori scassati nella nuova discarica situata nei pressi della stazione di Prima Porta, invece gli appartenenti alla terza, subito dopo il D-Day, potranno liberarsi di calcinacci e divani consunti sul greto del Tevere, nell’area appena liberata sotto la Torretta Valadier di Ponte Milvio.
leggi qui e qui

Pesci (20 febbraio – 20 marzo) Pinocchio is not dead, dice Giove in evidente stato di ebbrezza. Mentre, infatti, gli spettatori del teatro J.P. Velly di Formello (prima e seconda decade) non crederanno alla morte del celebre burattino di Collodi, invece i nati della terza decade riceveranno dai droni che hanno sorvolato Ponte Milvio una notizia ferale, che però non li coglierà di sorpresa: Pinocchio vive, lotta insieme a noi (ma non per noi) ed è in campagna elettorale permanente.
leggi qui e qui

Giovanni Berti

riproduzione riservata – proprietà EdiWebRoma

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome