Home ATTUALITÀ D-Day Ponte Milvio, cittadini in corvée

D-Day Ponte Milvio, cittadini in corvée

d-day-pm.jpgIl greto del Tevere, nei pressi della Torretta di Ponte Milvio, è una delle aree più degradate dell’intero corso del fiume all’interno della città; oltre a rifiuti e detriti si raccolgono anche le centinaia di bottiglie di birra che ogni sera vengono gettate dall’alto. Da qui l’idea di “agire” senza stare troppo ad aspettare interventi pubblici che non arrivano. Il Comitato Robin Hood ha quindi chiamato a raccolta associazioni, comitati e istituti scolastici per effettuare il 7 dicembre la pulizia del greto sotto la Torretta Valadier.

All’appello hanno risposto in tantissimi: RetaKe Roma, Comitato Cittadino per il XV Municipio, VAS Circolo di Roma, NoiXRoma, Comitato Abitare Ponte Milvio, Comitato per Via Gradoli, Roma Tiberina, Comitato per il Tevere, Marymount International School, Loyola University,  American Overseas School of Rome e il St. George’s International School.

L’evento che si terrà sabato 7 dicembre dalle 10 alle 13 vedrà anche la presenza di AMA Decoro e del PICS (Pronto Intervento Centro Storico della Polizia di Roma Capitale).

La pulizia riguarderà il greto del Tevere e le zone limitrofe ai piedi della Torretta Valadier.

“La manifestazione – ci dicono dal Comitato Robin Hood – vuole essere un contributo alla nostra città e si inserisce tra le tantissime iniziative che cittadini e associazioni portano avanti per la salvaguardia del fiume Tevere. Chi lo desidera venga a darci una mano portando, se possibile, guanti pesanti e qualche busta per la spazzatura: vi aspettiamo sabato 7 dicembre alle 10”.

Visita la nostra pagina di Facebook

8 COMMENTI

  1. La manifestazione in programma il 7 dicembre è forse la prima a Roma Nord sul greto del Tevere e vuole essere un tentativo per “riappropiarsi” delle sponde del ‘fiume di Roma’ incredibilmente oltraggiate. Se saremo in tanti (e se il tempo, quello meteorologico, ce lo permetterà) potremo pulire non solo il greto ma anche un tratto della pista ciclabile. La manifestazione non ha alcuna connotazione politica e pertanto TUTTI sono liberi di venire a dare il contributo che possono con guanti, scope, rastrelli e pale…..ma anche senza niente e utilizzare i matEriali che i comitati metteranno a disposizione.
    IL 7 DICEMBRE DALL 10 ALLE 13 VENITE A DARCI UNA MANO PERCHE’….I CITTADINI PULISCONO IL TEVERE!

  2. Organizzate anche una battuta di caccia al cinghiale all’interno del parco dell’Insugherata, o in alternativa estendete l’invito alla mandria di cinghiali che bivacca in via Italo Panattoni ,Saremo grati che per alcune ore riuscirete a distrarre i numerosi cinghiali che mettono in pericopo gli abitanti del Villaggio dei Cronisti!

  3. Signor Conti se lo immagina il “Comitato Robin Hood” che organizza una battuta di caccia in una Riserva? Proprio no: c’è il D.G.R. n. 320 del 6 giugno 2006 che fissa i criteri per i prelievi e gli abbattimenti e bisogna pretendere che sia l’Ente gestore a mettere in atto un simile piano.
    Venga a darci una mano il giorno 7 dicembre e poi insieme interesseremo Roma Natura sul “problema” cinghiali. Cordiali saluti, Comitato RH.

  4. Una proposta interessante quella del Sig. Conti.
    In effetti il controllo numerico della popolazione di cinghiale tramite cattura e abbattimento selettivo non è un problema secondo a quello del greto del Tevere. Ammetto al contempo che un piccolo comitato come Robin Hood non si possa certo far carico della gestione della popolazione di cinghiale. Un vostro interessamento alla vicenda dovrebbe però essere svincolato dalla partecipazione del sig. Conti alla vostra iniziativa. La tutela dei cittadini prima di tutto, poi certamente anche la tutela dell’ambiente riveste una sua importanza.
    Cordiali saluti
    Buon evento
    Michele

  5. Gentile Michele i ‘Piani di controllo numerico’ sono di competenza di Regione, Provincia ed Enti Parco e i privati e i comitati (grandi o piccoli che siano) nulla possono. E’ ovvio pertanto che l’evento del 7 dicembre e la “questione cinghiali” siano totalmente svincolate. Sul greto del Tevere i Comitati e i cittadini possono intervenire per effettuare una bonifica (ancorchè parziale) mentre nei confronti dei cinghiali bisogna attenersi alle leggi regionali. Questo non significa che qualcosa non possa essere fatto. Dal momento che non credo ci siano le risorse economiche per procedere ad un censimento e conseguente piano di cattura bisognerà puntare a misure alternative quali: segnaletica stradale di “allerta” sui tratti a rischio, recinzioni a protezione dei tratti stradali, posizionamento di sensori in grado di avvisare della presenza di animali sulla carreggiata, dissuasori ottici e recinzioni elettrificate, rimozione dei rifiuti, utilizzazione di cassonetti dell’immondizia chiusi, multe per chi da da mangiare ai selvatici.
    Il Comitato è pronto a sostenere insieme ai residenti queste richieste.
    Cordiali saluti……….aspettiamo anche Lei il giorno 7!
    Comitato RH

  6. Alla manifestazione del 7 Dicembre “I cittadini puliscono il Tevere” hanno aderito anche le organizzazioni di Protezione Civile ARES ANTEMNAE, TALA-GEO e il GRUPPO CARABINIERI DI PC di Cesano e poi AMUSE (Amici del Secondo Municipio), il COMITATO GIOVANNI XXIII e la Cooperativa Sociale “IL GRANELLINO DI SENAPA”.
    A questp punto mancate solo…….VOI!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome