Home ARTE E CULTURA Il Vernacolo di VCB: li 7 giorni der 27 marzo

Il Vernacolo di VCB: li 7 giorni der 27 marzo

Più frizzante che mai, anche questa domenica torna a deliziarci er Sor Berti con le sue 7 quartine in romanesco, vere pasquinate, relative alle 7 notizie piu’ interessanti degli ultimi 7 giorni. Il motto è ormai uno standard: 7×7×7 quanto fa? Fa il Vernacolo di VignaClaraBlog.it: lo leggi in 2 minuti e ridi per i successivi 7. Buona Domenica.

Senza sosta le talpe prosegueno a bucà la capitale:
ariva er parcheggio interato in largo Vigna Stelluti;
la dimanna candida puro ‘sta vorta nun ce sta male:
quanti posti machina resteranno in finale invennuti?
Er parcheggio de Vigna Stelluti

Sur fronte monnezza nun annamo de bbene in mejo
si l’area protetta addiventa zozza come un bordello;
nun è mica ‘na discarica, amici, è er parco de Vejo!
Nun ce credete? Fate ‘na capatina in zona Formello!
Er parco trattato come ‘na discarica

Daje, viè in palestra che te tojemo ‘sta panza floscia;
cò quindici euri: primo, siconno e ‘na boccia de vino;
ore dieciotto comizzio der concijere Pino La Roscia:
che je pijasse ‘n corpo, sò tutti schiavi der volantino!
Volantino, senza de te nun so stà!

Ahò, ce sta l’hit parade de li sinnaci, nun lo sapevo!
sor Giannetto dieciannovesimo, finiti li tempi bbelli?
Ma nun me ralegro: da la capoccia nun me lo levo
che si Alemanno seguita a scenne, ariciccia Rutelli!
Sor Giannetto dieciannovesimo

Nun capisco propio l’entusiasmo pe’ la feraja antica:
vabbè, ddu’ locomotive cianno cent’anni ciaschiduna;
e allora? Sò certo che voantri nun v’elettrizzate mica
quanno pijate li bus atac che sò più vecchi de la luna!
Locomotive & feraja

Se ciancica e ariciancica de come violà l’Insugherata:
ne l’aula der concijo ariva l’annoso tema de l’accesso;
ma quann’è che s’affronterà ‘na situazzione inveterata,
cioè come favorì drento l’aula de li concijeri l’ingresso?
Accesso drento l’Insugherata e drento l’aula

Drento ar Campidojo se gioca a fà le Nazzioni Unite:
‘nvece de ogni potente der monno ce sta un pischello;
noi lo speramo che nun ce sii nissuna zuffa, rissa o lite
e auspicamo de nun assiste incora ar bacio de l’anello!
Pischelli ar posto de li potenti

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome