Home ARTE E CULTURA Li Sette Giorni der 13 Marzo

Li Sette Giorni der 13 Marzo

Quatto quatto micio micio, per dirlo alla romana, dopo qualche settimana di riposo torna er sor Berti a ricordarci, con le solite sette quartine in stretto romanesco, le sette notizie più interessanti degli ultimi sette giorni. La matematica non è un’opinione, tutti sanno ormai che 7x7x7= il Vernacolo di VignaClarablog.it, lo leggi in due minuti e ridi per i successivi sette. Qualcuno ha detto che VCB nun è bello si nun è stuzzicarello… eccolo dunque accontentato. Con la sottile ironia der sor Berti  vi auguriamo buona domenica.

Se decide de costruì ‘na scola a La Giustiniana
o, pe’ mejo dì, ce se risorve e se penza de fallo;
lo concedo, nun sò cose de quarche settimana,
ma nun se lo rimagnino prima che canti er gallo! La nova scola a La Giustiniana

Aritorneno a smaneggià pe’ conto de l’Itargasse:
cantieri operti: lavori pecioni e termine sine die?
Gnente bùcie, giurorno a chi sverza fior de tasse:
ce lo sapemo, le bùcie so compagne de le bucìe. Smaneggi Itargasse a Vigna Clara

Gran dimenica de festeggiamenti a isola Farnese:
cor sor Giacomini se scatena lieto er Carnevale;
nun ce spiacerebbe si armeno ‘na vorta ar mese
li concijeri se mascherassero da nummero legale. Er Carnevale de sor Giacomini

E’ vintage er municipio de noantri, capisci, zzio?
E sur cavallo de l’informatica nun vò sta in sella;
accosì se riaccroccheno li dazzibao, Sant’Iddio!
E li prossimi acquisti tutti da Anticaja e Petrella! Er municipio XX e li dazzibao

Onne der mare azzuro, onne tra li capelli corvini,
onna su onna cantava sor Lauzi coll’ ispirazzione;
in arivo er risarcimento pe’ Cesano e li regazzini,
ma pe’ l’onne vaticane è scattata la prescrizzione. L’onne de la Radio Vaticana

Strade sbarate, gallerie puro, code, nervi a pezzi:
mettese ar volante sovente è ‘no strazzio faticoso;
accosì se conzija de portasse drento l’automezzi
un libro, ‘na scorta d’acqua e un dorcetto gustoso. Traffico…in sempiterno traffico!

Nun se pò tacè si la Cassia addiventa discarica,
puro si me piacerebbe finì le quartine in bellezza;
ce lo so: nun è elegante ma nemmanco è retorica,
ma puro ‘sto vernacolo lo termino… in monnezza! La discarica abbusiva de la Cassia

© riproduzione riservata – proprietà EdiWebRoma

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome