Home ARTE E CULTURA Li Sette Giorni der 13 Marzo

Li Sette Giorni der 13 Marzo

Galvanica Bruni

Quatto quatto micio micio, per dirlo alla romana, dopo qualche settimana di riposo torna er sor Berti a ricordarci, con le solite sette quartine in stretto romanesco, le sette notizie più interessanti degli ultimi sette giorni. La matematica non è un’opinione, tutti sanno ormai che 7x7x7= il Vernacolo di VignaClarablog.it, lo leggi in due minuti e ridi per i successivi sette. Qualcuno ha detto che VCB nun è bello si nun è stuzzicarello… eccolo dunque accontentato. Con la sottile ironia der sor Berti  vi auguriamo buona domenica.

Se decide de costruì ‘na scola a La Giustiniana
o, pe’ mejo dì, ce se risorve e se penza de fallo;
lo concedo, nun sò cose de quarche settimana,
ma nun se lo rimagnino prima che canti er gallo! La nova scola a La Giustiniana

Aritorneno a smaneggià pe’ conto de l’Itargasse:
cantieri operti: lavori pecioni e termine sine die?
Gnente bùcie, giurorno a chi sverza fior de tasse:
ce lo sapemo, le bùcie so compagne de le bucìe. Smaneggi Itargasse a Vigna Clara

Gran dimenica de festeggiamenti a isola Farnese:
cor sor Giacomini se scatena lieto er Carnevale;
nun ce spiacerebbe si armeno ‘na vorta ar mese
li concijeri se mascherassero da nummero legale. Er Carnevale de sor Giacomini

E’ vintage er municipio de noantri, capisci, zzio?
E sur cavallo de l’informatica nun vò sta in sella;
accosì se riaccroccheno li dazzibao, Sant’Iddio!
E li prossimi acquisti tutti da Anticaja e Petrella! Er municipio XX e li dazzibao

Onne der mare azzuro, onne tra li capelli corvini,
onna su onna cantava sor Lauzi coll’ ispirazzione;
in arivo er risarcimento pe’ Cesano e li regazzini,
ma pe’ l’onne vaticane è scattata la prescrizzione. L’onne de la Radio Vaticana

Strade sbarate, gallerie puro, code, nervi a pezzi:
mettese ar volante sovente è ‘no strazzio faticoso;
accosì se conzija de portasse drento l’automezzi
un libro, ‘na scorta d’acqua e un dorcetto gustoso. Traffico…in sempiterno traffico!

Nun se pò tacè si la Cassia addiventa discarica,
puro si me piacerebbe finì le quartine in bellezza;
ce lo so: nun è elegante ma nemmanco è retorica,
ma puro ‘sto vernacolo lo termino… in monnezza! La discarica abbusiva de la Cassia

© riproduzione riservata – proprietà EdiWebRoma

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome