Home ARTE E CULTURA Li sette giorni der 6 giugno

Li sette giorni der 6 giugno

Eccoci al consueto appuntamento domenicale con il Vernacolo di VignaClaraBlog.it: le sette notizie più interessanti degli ultimi sette giorni riassunte in sette quartine in stretto dialetto romanesco grazie alla sottile ironia del nostro sor Giovanni Berti. Un modo scanzonato per ripercorrere gli avvenimenti della settimana appena trascorsa.

Mourinho de noantri, novità pe’ ogni staggione:
de sorpese, ar municpio venti, mica semo avari!
Accosì sor Giacomini nun offre la spiegazzione
quanno a scallà la panca manna er sor Molinari.  (clicca qui)

Presentato er megaproggetto pe’ la Valle Diggitale:
su cinema e tivvù un parco, e c’era puro Giacomini!
L’ambizzione, a Prima Porta, se fà internazzionale:
sortirà fora un novello Storaro o un siconno Fellini?  (qui)

‘Na rotatoria, un roundabout, volenno esse ingresi,
fra la via Cortina d’Ampezzo e la consolare Antica?
Chissà ‘se ‘sta proposta avanza dopo mesi e mesi:
‘no sbajo o ‘na drittata? Er lettore nostro ce lo dica!  (qui)

Sopra la toretta der Ponte: verde, bianco e rosso!
Er tricolore sventola, pe’ la patria sortanto fierezza;
ma de aggiontà n’antra cosa esime nun me posso:
de sotto, bottije, lucchetti e ‘n fracco de monnezza!  (qui)

Ma, de li mondiali der Novanta v’aricordate?
Sì, pe’ quarche drittone furono grassi affari!
Corsero li treni sortanto otto giorni d’estate
e da mò che li binari aresteno tristi e solitari!  (qui)

Ce lo dice sor Francesco, concijere trentenne,
si aggisce er municipio in magnera trasparente,
si quarchiduno le svanziche spanne e spenne:
e si appesta l’aria la tintura der sor Presidente?  (qui)

A Tomba de Nerone, er cancello arimane chiuso,
‘na decisione assai improvvisa, cotta e magnata!
Robbin Hood se dice amareggiato, morto deluso:
da la Cassia nun s’entra propio ne l’Insugherata!  (ed infine qui)

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome