Home CRONACA Sparò a tifoso napoletano a Tor di Quinto, chiesto l’ergastolo

Sparò a tifoso napoletano a Tor di Quinto, chiesto l’ergastolo

ciro esposito 1

Nell’udienza odierna, la Procura di Roma ha chiesto l’ergastolo per Daniele De Santis, l’ultrà giallorosso accusato dell’omicidio di Ciro Esposito, ferito gravemente il 3 maggio 2014 in viale Tor di Quinto poco prima della finale di Coppa Italia tra Fiorentina e Napoli e morto dopo un’agonia di 53 giorni.

Il pm Eugenio Albamonte e Antonino Di Maio hanno, inoltre, sollecitato una condanna a tre anni per gli altri due imputati, Gennaro Fioretti e Alfonso Esposito, tifosi del Napoli e accusati di rissa aggravata. I due facevano parte del gruppo che con Ciro Esposito si avventarono contro De Santis nell’area ubicata all’interno del civico 57B di viale di Tor di Quinto.

“L’ergastolo me lo do da solo, non me lo date voi. Non ho paura di morire, buffoni“. Sono le parole urlate da Daniele De Santis,  mentre veniva portato fuori dall’aula bunker di Rebibbia dove ha seguito l’udienza su una barella a causa delle ferite ad una gamba riportate nel corso degli scontri di due anni fa dei quali, qui in calce, riproponiamo la cronaca tramite alcuni nostri articoli.

La mamma di Ciro era presente in aula e così ha commentato la richiesta di ergastolo: “Ringrazio i miei avvocati perché giustizia è fatta. Ovviamente per me è una magra consolazione. Nulla può compensare la perdita di mio figlio Ciro”.
La sentenza è attesa per il 23 maggio.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome