Home ATTUALITÀ Spari a Tor di Quinto, Ciro Esposito gravissimo

Spari a Tor di Quinto, Ciro Esposito gravissimo

ciro esposito 1

57BSi sono improvvisamente aggravate le condizioni di Ciro Esposito. Lo si apprende da fonti sanitarie, che sottolineano come al momento si tema per la vita dell’uomo che a Tor di Quinto, lo scorso 3 maggio prima della finale di Coppa Italia tra Napoli e Fiorentina, fu raggiunto da alcuni colpi di pistola.

Il ragazzo da quella sera e’ ricoverato al policlinico Agostino Gemelli. Gia’ sottoposto a diversi interventi, a quanto si apprende in queste ore, sarebbe ormai in fin di vita.
“Purtroppo il quadro clinico è peggiorato, le condizioni di Ciro sono disperate, lotta per la vita” dichiara l’avvocato Angelo Pisani, che assiste Esposito. “La famiglia di Ciro è tutta in ospedale”.

Visita la nostra pagina di Facebook

3 COMMENTI

  1. @Amaranto

    Anche troppo poco se pensiamo ad una vita che se ne va per colpa della stupidità e inciviltà alla quale siamo stati ormai condannati da un modello di società che si fonda sul nulla.

    Anche troppo poco, scendendo nella scala dei valori, se pensiamo alla latitanza di chi dovrebbe prevenire e predisporre e organizzare e decidere se è giusto sacrificare la qualità della vita dei cittadini di un intero territorio per una partita di pallone o per un concerto dj.

    Anche troppo poco se pensiamo (alla fine c’è anche questo) ai problemi della sicurezza di un intero quartiere lasciato, in date fisse e ripetute, in balia di teppisti liberi di esprimersi al meglio, pur di non contrastare i poteri forti degli interessi economici di gruppi finanziari, nello specifico le Società Sportive.

    Non le sembra piccolino il titolo?

    Paolo Salonia

  2. Paolo, ma chi le dice che dietro il mio commento ce stava tutta sta retorica contraria alla sua? Ma io non è che la penso come lei, de più!! Insomma, il commento era rivolto al titolo. Lei lo chiami espediente giornalistico o come vole, io lo chiamo titolone.

    Belle cose,

    Amaranto

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome