Home ATTUALITÀ Spari a Tor di Quinto, Giacomini (NCD): “De Santis? Mai visto e...

Spari a Tor di Quinto, Giacomini (NCD): “De Santis? Mai visto e conosciuto”

gianni giacomini

giacomini240.jpg“Non ho mai visto e conosciuto Daniele De Santis, l’ultrà romanista che sabato ha esploso colpi di pistola contro un tifoso del Napoli al quale va tutta la mia solidarietà”. Così risponde a VignaClaraBlog.it Gianni Giacomini, ex presidente del XV Municipio nel periodo 2008-2013, alla domanda : lei sapeva che nel 2008 De Santis era candidato in una lista a suo supporto?

“Apprendo solo oggi dalla stampa che Daniele De Santis nel 2008 fosse nella lista “Il Popolo della Vita per Alemanno per Gianni Giacomini” presentata nell’allora XX e oggi XV Municipio a supporto della mia candidatura a presidente. Non l’ho mai visto e conosciuto in vita mia” afferma Gianni Giacomini con vigore.

“Quella, come altre liste di supporto – aggiunge a VignaClaraBlog.it l’ex presidente del XV Municipio e oggi consigliere NCD – furono preparate a livello centrale dallo staff di Gianni Alemanno che correva per la poltrona da sindaco: una lista per il Comune e una lista per ogni Municipio. Io me la ritrovai fatta e così fu consegnata all’ufficio elettorale. Daniele De Santis? Mia visto e conosciuto in vita mia, e i voti da lui ottenuti – voi mi dite 44 – furono del tutto ininfluenti alla mia elezione!”

“Colgo invece l’occasione – conclude Gianni Giacomini – per condannare il suo vile gesto e per esprimere tutta la mia solidarietà a Ciro Esposito, il giovane tifoso del Napoli ferito, e per inviargli tutti i miei migliori auguri per una pronta guarigione” .

Visita la nostra pagina di Facebook

4 COMMENTI

  1. Qualche anno fa, in un’intervista su questa testata, in merito alla presenza di Callarà nella lista PDL per l’allora XX Municipio, Giacomini affermò che era n quota AN e che quindi lui non c’entrava nulla; insomma bene o male quello che ha detto oggi su De Santis.
    Il punto però che l’ex-presidente Giacomini non afferra è che comunque, che gli piaccia o no, lui era comunque corresponsabile delle persone candidate nelle liste che lo sostenevano e non può pensare oggi di liquidare la cosa dicendo semplicemente “Non c’ero o, se c’ero, dormivo.”.
    In ogni caso entrambe le candidature (Callarà e De Santis), pur nella loro profonda diversità, dicono molto su quali siano i bacini sociali da cui il.centrodestra nostrano attinge sostegno, voti e accoliti. La candidatura di De Santis dà anche una chiave di lettura su come sia stato possibile occupare e sfruttare a fini di lucro in forma del tutto abusiva l’area demaniale di Tor di Quinto accanto al poligono senza che le istituzioni locali dicessero nulla per cinque e passa anni. Sta di fatto che, caduti Alemanno e Giacomini, il Ciack Village é stato finalmente e giustamente chiuso d’autorità; sarà solo un caso?

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome