Home ARTE E CULTURA Li sette giorni de Ponte Mollo

Li sette giorni de Ponte Mollo

Un Vernacolo tutto speciale quello di oggi, interamente dedicato a Ponte Milvio che, per un motivo o per l’altro, nella settimana appena trascorsa è stato al centro della cronaca locale. Con li sette giorni de Ponte Mollo ne ripercorriamo dunque fatti ed eventi. E, come di consuetudine, lo facciamo con sette quartine in stretto dialetto romanesco condite con un pizzico di ironia. L’autore, Sor Berti, e la redazione vi augurano buona domenica.

Pe’ sarvà er mojito se mobbiliteno in zona Ponte Mollo,
inizziativa, più che arta, articcia, pe’ ricordà ‘o scrittore;
accosì appiccicheno adesivi dovunque, a rotta de collo,
penzanno che er nobbile monumento nun ciabbi valore.
Ve lo do io er mojito!

“Ma che è ‘sto PUP? Spiegamelo co’ carma, ‘sto giallo!”
“E’ ‘na buca sotto ‘a via che costa quanto ‘n monolocale,
ortretutto ce vole ‘n’esistenza intera pe’ infine realizzallo!”
“Mò ho capito, nun lo fanno a Ponte Mollo: meno male!”
Gnente PUP? Mejo!

A la toretta se danno convegno amoroso Fido e Micia
pe’ sbaciucchiasse sotto er celo de ‘na nottata romana;
officia ‘sto matrimogno de sentimenti veri ‘a sora Licia:
e vissero felini e latranti…ma sortanto pe’ ‘na settimana!
Cani e gatti a la toretta…

Da li pizzi de noantri s’arinnoveno l’attività commerciali
e ariva puro in zona Ponte Mollo er negozzio de Trony;
ar che l’antico ponte, che tanti n’ha visti d’eventi speciali,
sbadijanno dice: “sò sortanto io che nun temo paragoni!”
Nun ce so’ paragoni

Ahò, si ar Campidojo je piace tanto ‘a terapia der fero,
da nominà Ponte Mollo posto bbono pe’ ogni lucchetto,
a me me viene in capoccia ‘n’ideuzza, e dico pe’ davero,
usassero a ‘sta magnera er motorino der sor Giannetto!
Er posto adatto pe’ li lucchetti…

Sò cent’anni d’attività sportiva pe’ ‘a guardia de finanza:
er sor sinnico da le parti der ponte ariverà in motorino?
Innamorati, daje, sbrigateve e annate a prende ‘a ganza
che li lucchetti je l’attaccate propio mentre sta là vicino!
Daje, regà, mentre er sinnico parla…

Finarmente inzù la toretta sventola de novo er tricolore
e l’autorità, de sotto, cianno piazzato un ber stendardo;
Ponte Mollo, in sempiterno aritorni a scallacce er core:
dopo du’ millenni de vita arimani sempre er più gajardo!
Sor Ponte Mollo nostro…

© riproduzione riservata – proprietà EdiWebRoma

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome