Home ARTE E CULTURA Li sette giorni der 13 dicembre

Li sette giorni der 13 dicembre

Alle 12 in punto, subito dopo il cannone del Gianicolo, anche oggi oggi, domenica 13 dicembre, ecco il Vernacolo di VignaClaraBlog.it con i temi caldi dell’ultima settimana riassunti in versi romaneschi grazie alla penna di Giovanni Berti. Un appuntamento un po’ per sorridere ed un po’ per ricordare quali sono stati gli argomenti più salienti degli ultimi sette giorni.

Sembra finita la staggione de l’acqua minerale,
l’ACEA principia li smaneggi in via Gracceva.
A Cesano pare in arivo un bel rigalo de Natale:
de novo a ventidue famije er morale se solleva. >>

A Via Gradoli er capodanno sembra anticipato,
senti botti e petardi in una giornata come tante:
esplode n’antra bombola de gas: me sò sbajato!
Devi aspettà pe’ fà sartà er tappo a lo spumante. >>

“Nun ce so probblemi in via Federico Mastriji:
la relazione scritta da l’ASL è assai calunniosa!”.
“Signora mia, ce vado puro in vacanza co’li fiji,
mi’ nipote ce s’è fatta le foto in abbito da sposa!” >>

A Ponte Mollo la machina lassi ar parcheggio
e paghi er dazzio sotto l’ombrellone balneare.
Quanno che ar mercato te ne stai a passeggio,
c’hai voja de cocomero e de un bagno ar mare. >>

L’azienna der gas fa promesse ma nun mantiene:
la Cassia in zona Vigna Clara e’ tutta sgarrupata.
Lo scooterista fra bùcie e rattoppi soffre le pene:
è ‘na chimera lontana riavè la strada pareggiata? >>

Cassettiere, materassi, cessi e pericolo de morte!
Benvenuti tutti a la discarica de via Grottarossa.
Ce trovi de tutto, carcinacci abbandonati, porte:
ma quarchiduno se deciderà a dasse ‘na smossa? >>

Creuza de ma, ‘A Cimma e Smisurata preghiera,
La canzona de Marinella e quella de Don Rafaè:
se vai a l’auditorium de Piano ‘sta domenica sera
senti Cristiano e le canzone de Faber De Andrè. >>

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome