Home AMBIENTE Grottarossa – una discarica a cielo aperto che non interessa nessuno

Grottarossa – una discarica a cielo aperto che non interessa nessuno

Lungo Via di Grottarossa, poco dopo l’incrocio con Via della Crescenza, in una strada sterrata montagne di rifiuti e detriti aumentano di giorno in giorno. Uno scempio ambientale che a quanto pare non interessa nessuno pur essendo stato denunciato più volte. Questa è la terza.

La prima denuncia è stata fatta dal Comitato Robin Hood lo scorso 5 settembre segnalando e documentando tonnellate di rifiuti e scarti di lavorazione degrado1.JPGabbandonati (leggi qui), denuncia che è stata inviata all’Ufficio Decoro Urbano del Comune di Roma, all’Assessore capitolino all’Ambiente, alla Presidenza del XX Municipio, ma, oltre a non ottenere risposta, nessuno s’è visto, neanche dopo una lettera aperta alla Presidenza della Regione Lazio (clicca qui). La seconda denuncia corredata da foto è stata inviata alla stampa locale e nuovamente al Comune ed al XX Municipio in data 5 ottobre, rimarcando come la massa dei rifiuti fosse nel frattempo raddoppiata.(leggi qui).

Ma tanto senso civico a nulla è valso ed incomprensibile appare l’indifferenza delle istituzioni. Ma il Comitato Robin Hood non demorde e forte anche di quanto dichiarato dal Sindaco Alemanno il 3 settembre scorso “per risolvere i problemi di pulizia e di sicurezza non si puo’ prescindere da una forte partecipazione dei cittadini” (leggi qui), in questi giorni è tornato in Via di Grottarossa constatando come nulla sia cambiato. Montagne di rifiuti, calcinacci, elettrodomestici, degrado2.JPGmaterassi, mobili costeggiano lo sterrato ed aumentano di giorno in giorno. E come se non bastasse, a pochi metri dalla discarica,Robin Hood ha rilevato una grossa cabina elettrica con la porta spalancata. All’interno, tra fili e condensatori, un cartello avverte del PERICOLO DI MORTE per chi vi accede incautamente. Robin Hood si è affrettato a contattare il responsabile che dopo un primo momento di stupore e incredulità ha garantito il proprio intervento. Forse sarà stato l’unico a precipitarsi, tutti gli altri chiamati in causa magari si limiteranno a guardare questo video girato sul posto e poi a girare pagina.
Ma perchè invitare i cittadini ad una forte partecipazione a combattere il degrado della città se poi si ignorano così clamorosamente le loro denunce?  (red.)

(video realizzato da Paola C. – foto di Claudia e Camilla S. e Francesco G.)
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=bmzJlGHaf28&autoplay=0 460 340]

Visita la nostra pagina di Facebook

6 COMMENTI

  1. Vi auguro buone feste a tutti voi,grazie a nome di tutti i firmatari del comitato di via gradoli, per il vostro interessamento e denunce del continuo degrado che ormai invade anche questa nostra zona di roma nord.marco64.

  2. Finalmente un commento!
    Grazie marco64: pensavo che di questa vergognosa discarica non interessasse a nessuno! Ma proprio a nessuno!!
    Comune, Municipio e…….cittadini!!
    Auguri anche a Voi.

  3. Caro Robin Hood, penso che i cittadini perbene che leggono le tue segnalazioni ti siano grati anche se non inviano commenti. Ciò che trovo scandaloso è il silenzio delle istituzioni. comunque il problema delle discariche autorizzate che non esistono nel territorio del XX è grave. Chissà se la gestione AMA affidata a Clarke, che si sta dimostrando abbastanza efficiente riuscirà a risolvere il problema. La situazione lamentata dovrebbe appunto essere segnalata all’AMA e al Parco di Veio.

  4. Cara Rosanna, il mio commento non voleva assolutamente essere una accusa di ingratitudine. Più semplicemente volevo ironizzare sul fatto che lo spirito dialettico dei lettori di VCB è poco stimolato dalle questioni ambientali.
    Evidentemente l’ ironia non è il mio forte!

  5. lo spirito dialettico è poco stimolato perché su certe questioni c’è poco da commentare… ma ce ne metto subito un pò io:
    provi a scrivere che in mezzo ai rottami ci avete trovato uno stracommunitario a dormire.
    anzi un rom!
    vedrà come si scandalizzano tutti, nel giro di mezzora, venti commenti.

    ciao e grazie per quello che fai.

  6. Se poi vicino all’extracomunitario si dovessero trovare un secchio e una spugna usata, potrebbe persino trattarsi di un lavavetri!!
    Ironia a parte. La Provincia di Roma da qualche tempo ha fatto partire una Operazione “Provincia Pulita”, in collaborazione con la Polizia Provinciale, che mi sembra indirizzata proprio a fenomeni di questo tipo. E’ nata durante l’amministrazione Gasbarra, ma mi sembra di capire che Zingaretti la stia portando avanti.
    http://www.provincia.roma.it/news/operazione-provincia-pulita-0
    Forse varrebbe la pena che il Comitato Robin Hood (che ringrazio per il lavoro che fa) contattasse l’amministrazione o la polizia della Provincia per segnalare la cosa. Nella speranza di una risposta positiva.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome