Home CESANO Rifiuti, a Cesano in via Verdirosi “la puzza c’accora!”

Rifiuti, a Cesano in via Verdirosi “la puzza c’accora!”

via verdirosi

Colorata espressione popolare per dire che non ce la fanno più. Non ce la fanno più a tenersi sacchi e sacchi di rifiuti appesi ai cancelli, ammassati lungo la strada, accatastati davanti ai negozi perchè l’AMA non passa a ritirarli.

Siamo a Cesano, in via Verdirosi dove, stando a quanto sostiene una residente, i rifiuti non vengono ritirati da circa venti giorni nonostante il preciso calendario previsto dal ritiro “porta a porta”, sistema che, stando a quanto annunciato dall’assessore capitolino all’ambiente Pinuccia Montanari, entro il 2019 verrà esteso a tutto il territorio del Municipio XV.

Nel frattempo in via Verdirosi – una traversa senza uscita di via della Stazione di Cesano lunga poco meno di 250 metri – senza un motivo plausibile i mezzi dell’Ama non si fanno più vivi “mentre la puzza c’accora, soffocati come siamo dai rifiuti” sottolinea la nostra lettrice, improvvisatasi videomaker per testimoniare con un filmato girato nella mattina di lunedì 22 ottobre la situazione che sta angosciando i residenti.

Una situazione cronica quella del porta a porta a Cesano, che abbiamo già documentato tre mesi fa e che a quanto pare non solo non è migliorata ma addirittura peggiorata.

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

  1. E’ la pura verità! Abito in questa via e per liberarmi dell’immondizia , la carico in macchina e vado a gettarla nei cassonetti de La Storta. Pago da sempre la N.U. e come arriva puntuale la bolletta AMA! Oltretutto gli incivili continuano a lasciare in strada di tutto e qui abbiamo un bel materasso all’incrocio tra via Attilio Verdirosi e via Amilcare Paolucci. L’Assessora “Pinuccia” comunica che presto la “differenziata” sarà estesa a tutto il ns territorio: se la mancanza di rispetto della frequenza AMA resta quella attuale prevedo che le strade saranno invase dai rifiuti.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome