Home OSTERIA NUOVA Tempi lunghi per l’impianto di compostaggio a Cesano-Osteria Nuova

Tempi lunghi per l’impianto di compostaggio a Cesano-Osteria Nuova

osteria nuova

Nonostante l’annuncio di Pinucia Montanari, assessore capitolino all’Ambiente, sull’avvio di un “percorso partecipativo” con il coinvolgimento dei cittadini, dei comitati e delle istituzioni mirato alla realizzazione “in tempi brevi di due nuovi impianti industriali di compostaggio aerobico, di cui la città ha estremo bisogno” (Ndr: il secondo a Casal Selce nel XIII Municipio), si prospettano in realtà tempi lunghi per l’impianto di compostaggio che AMA e Campidoglio vorrebbero edificare a Osteria Nuova, qualche chilometro dopo Cesano.

A quanto si apprende, in una lettera inviata alla Regione Lazio ad inizio settembre dal presidente di AMA Lorenzo Bagnacani, è stata chiesta una proroga di 180 giorni per presentare la documentazione necessaria a ottenere il via libera alla realizzazione dell’impianto in quanto i soli trenta giorni concessi dalla Pisana sono coincisi col mese di agosto.

La richiesta, basata su quanto previsto dalla legge 152/2006, si rende necessaria per “consentire ad Ama di poter esaurientemente far fronte alle incombenze documentali connesse alle integrazioni“.

Stante la richiesta, parrebbe che i tempi per avere l’eventuale ok della Regione slittino alla fine della prossima primavera e che, visto che per la realizzazione dell’impianto sono stati stimati 36 mesi, di compostaggio a Cesano-Osteria Nuova se ne parlerà, se del caso, intorno al 2022.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome