Home OSTERIA NUOVA Osteria Nuova, il progetto impianto compostaggio arriva in Regione

Osteria Nuova, il progetto impianto compostaggio arriva in Regione

raccolta firme osteria nuova contro impianto

Per Ama abbiamo una grande novità: domani saranno depositati in Regione i progetti dei due impianti di compostaggio di Osteria Nuova e Casal Selce“.

E’ quanto ha dichiarato questa mattina la sindaca Virginia Raggi intervenendo a Radio Radio sostenendo che così “prende avvio definitivamente la nuova era che vede Ama dotarsi di impianti di proprietà“.

La parte organica sarà trattata direttamente da impianti di Ama che produrrà guadagni per le sue casse, ossia con l’immondizia nostra ci facciamo ricavi”, ha aggiunto augurandosi  la “collaborazione della Regione Lazio che deve autorizzare questi impianti per i quali ci sono già tutti i pareri tecnici positivi del Comune. Ci auguriamo di non bissare quello che è accaduto a Natale sulla richiesta di andare fuori Regione, Roma e i romani meritano di avere l’avvio dei lavori per questi impianti quanto prima”.

Una dichiarazione che non suonerà bene alle orecchie dei residenti che hanno dato il via già da tempo ad una raccolta firme contro l’ipotesi dell’impianto che se e quando realizzato (occorreranno almeno tre anni a detta dell’assessore capitolino all’Ambiente) sarà a servizio  del III, del XIV e del XV Municipio per un totale di circa 500mila abitanti pari a un quinto della popolazione romana.

Un impianto fortemente osteggiato dagli abitanti di Osteria Nuova e Cesano (verrebbe realizzato a metà strada fra le due località) già penalizzati dalla presenza delle antenne di Radio Vaticana, dal depuratore del Cobis che serve le città del lago di Bracciano e dai depositi di scorie nucleari dell’ENEA Casaccia. Un impianto per raggiungere il quale esiste una sola strada a due corsie che verrebbe percorsa ogni giorno da più o meno sessanta compattatori.

Uno scenario che non ha alcun appealing e che preoccupa le centinaia di famiglie di Osteria Nuova e tutta la comunità cesanese che stanno già affilando le armi preparandosi ad una battaglia legale.

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

  1. A mio parere è fondamentale che l’Assessore competente chiarisca bene a tutti nei minimi particolari che cosa sia un impianto di compostaggio, fornendo esempi e dati precisi : il nome in sè nulla dice di quanto sia grande, come sia costruito , quali problemi crei a livello di odori ecc…perchè spesso si ha paura di quello che non si conosce . So di impianti realizzati senza problemi all’estero, ad esempio in Portogallo, ma è sacrosanto saperne di più nei dettagli .

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome