Home AMBIENTE Parco di Veio, “Riprese le catture di cinghiali”

Parco di Veio, “Riprese le catture di cinghiali”

cinghiale-catturato
immagine di repertorio

Dopo la stagione degli incendi – nel corso della quale i guardiaparco sono intervenuti più di 50 volte dall’inizio di luglio anche con due o tre interventi al giorno per spegnere incendi sia all’interno del territorio del Parco (15 mila ettari) che fuori – è ripresa la campagna di cattura dei cinghiali.

Lo comunica L’Ente Parco di Veio spiegando che questa mattina, tramite l’impiego del personale di vigilanza e tecnico, è stata effettuata una sessione di cattura dei cinghiali secondo quanto stabilito dal “Piano per la programmazione di interventi di controllo numerico del cinghiale nel Parco di Veio”.

I cinghiali catturati (2 esemplari, un maschio ed una femmina di circa 50 kg) provenivano dall’area sud del Parco (Comune di Roma) e dall’area nord (Comune di Sacrofano).

Visita la nostra pagina di Facebook

6 COMMENTI

  1. ma invece di catturarli per poi “cederli” ad aziende agricole che li abbatteranno non sarebbe più conveninente far intervenire dei “selezionatori” capaci che li abbattano sul posto? L’Insugherata ne è piena e, come se non bastasse la mancanza di accessi pubblici, anche i cinghiali scoraggiano i cittadini dal fruire del Parco.

  2. Ma ci prendete in giro? 2 cinghiali catturati? Ce ne sarà qualche milione in giro e voi titolate “riprese le catture” per due cinghiali? Quando il Parco di Veio si renderà conto del pericolo che costituiscono questi animali?

  3. mi sembra assurdo tutto questo odio verso questi animali, a me non danno fastidio anzi, allora uccidiamo tutti i cani randagi, i gatti ed i piccioni..

  4. Roma si sta riempiendo di cinghiali ed altri animali come i gabbiani (per non parlare dei topi) perchè sta diventando una discarica a cielo aperto. E’ in parte anche la conseguenza della nostra inciviltà e incapacità a gestire il problema dei rifiuti.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome