Home CRONACA Via Panattoni, difficile parcheggiare

Via Panattoni, difficile parcheggiare

lavori-via-panattoni
Beauty journal

Da tempo, all’interno del “Villaggio dei Cronisti” sulla Via Cassia, è sempre più difficile parcheggiare; vuoi per il gran numero di autovetture di chi si reca in auto al locale Commissariato di Polizia, vuoi perché a rendere  più problematica la situazione sono intervenuti mesi fa due eventi sui quali, nonostante il tempo trascorso, non è stato ancora possibile trovare una rapida soluzione.

Il primo  è costituito dai lavori iniziati e mai portati a termine delle postazioni per “cassonetti anti cinghiale”;  cantiere aperto e mai chiuso, con materiali abbandonati sull’asfalto. Un progetto nato nell’estate del 2021 e morto sul nascere al quale la nuova amministrazione municipale sta ponendo rimedio. Ma intanto il tempo passa.

Il secondo evento è stato  il crollo di alcune porzioni dei muri di contenimento di un paio di abitazioni private; anche in questo caso i blocchi di tufo e i detriti, mai rimossi,  sono stati lasciati in mezzo alla strada limitandosi a segnalare il tutto con la solita plastica arancione. In questo caso il XV Municipio ha diffidato i proprietari a intervenire addebitando nel frattempo il costo dell’occupazione di suolo pubblico.

Il problema ovviamente è che chi sale da Via dell’Acqua Traversa si trova sulla destra, dopo la curva a gomito di Via Panattoni, due ampie porzioni di terreno con sassi, detriti, tufi, blocchi di travertino e mucchietti di asfalto, che rendono il tratto di strada a senso unico alternato. Chi invece vorrebbe parcheggiare deve vedersela con due aree lunghe di circa 25 metri ciascuna, “off-limits”: più di cinquanta metri dove non solo il transito è difficile ma dove non è possibile parcheggiare su entrambi i lati.

In una zona dove il parcheggio è merce rara, 100 metri di strada dove non è più possibile parcheggiare sono una enormità. Anche se la situazione è all’attenzione del Municipio è ovvio che il problema è fortemente sentito dai residenti soprattutto per il fatto che in tutti questi mesi nessuno si è preso la briga quanto meno di ripulire i tratti recintati dalla rete rossa, eliminare detriti e asfalto, portare via i pezzi di travertino accatastati sulla strada.

In questo modo forse si sarebbe potuta ridurre l’area off-limits e contemporaneamente contenere il disagio di chi non riesce in alcun modo a parcheggiare. Quali le conseguenze? Auto sui marciapiedi, sulle aiuole, sulle strisce pedonali, in curva, davanti ai passi carrabili e in doppia fila.

Francesco Gargaglia

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 commento

  1. dimenticavo di dire che anche lo spazio davanti il commissariato è stato precluso al parcheggio
    perchè ?
    altri 20 posti auto a farsi fottere
    ci manca solo la visita della municipale munita di libretto per verbali divieto di sosta su strisce e/o marciapiedi
    quanta incompetenza

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome