Home TIBERINA XV, un Consiglio ad hoc per il campo nomadi River

XV, un Consiglio ad hoc per il campo nomadi River

river village via tenuta piccirilli
VignaClaraBlog.it

La situazione del campo nomadi River di via Tenuta Piccirilli, sulla Tiberina, sarà oggetto di un consiglio straordinario del XV Municipio. A chiederlo sono stati i consiglieri Agnese Rollo, Luigina Chirizzi, Marcello Ribera e Daniele Torquati per il PD, Giuseppe Mocci per FI e Luisa Petruzzi per il Movimento 5 Stelle.

A norma di regolamento, il Consiglio dovrà essere ora convocato entro il 23 febbraio, cioè nel limite massimo di dieci giorni dalla data di ricevimento della richiesta che nella fattispecie è stata protocollata il giorno 13.

Ha trovato così sponda l’appello lanciato pochi giorni fa da Comitato “Via Tiberina” che oltre a rappresenta i cittadini dell’omonima via e quelli di Borgo S.Isidoro tutela anche i residenti di via Tenuta Piccirilli: un centinaio di persone, circa trenta nuclei familiari che da quasi 15 anni convivono con la realtà del campo nomadi a pochi passi dalle loro case.

Comune, Municipio e Prefettura diano segnali di vita” avevano scritto in una lettera protocollata pochi giorni fa e indirizzata al presidente, ai capigruppo e a tutti i consiglieri del Municipio XV nella quale chiedevano appunto un Consiglio straordinario sulla questione del campo nomadi River.

I cittadini meritano rispetto… servono interventi globali e risolutivi che li salvaguardino… la situazione sta  degenerando di giorno in giorno… discariche a cielo aperto dentro e fuori il campo… roghi tossici,  via vai nelle ore notturne…. attività illegali e delinquenziali sospette: il piano di superamento del campo è nel collasso totale“.

Questi alcuni passaggi della lettera originata dalla situazione critica venutasi a creare dal 30 settembre 2017, da quando il campo non è più regolare ma abusivo benchè “tollerato” viste le due proroghe stabilite dal Campidoglio che, prima fino al 30 novembre 2017 e poi fino al 30 giugno 2018, ne consentono ancora la sopravvivenza seppur in condizioni difficili per chi vi risiede e per chi abita in via Tenuta Piccirilli e dintorni.

L’applicazione del piano di superamento di campi nomadi che doveva essere sperimentata proprio sul River non è infatti andata in porto anzi, per restare nella perifrasi,  è ancora molto al largo.

Chiuderlo fisicamente senza mettere per strada chi ci vive era un’impresa ardua, soprattutto volendolo fare in pochissimi mesi. Queste erano però le intenzioni dichiarate che ad oggi non trovano riscontro nella realtà. Si trattava di una vera  scommessa per il Campidoglio e per il  XV Municipio, per quest’ultimo forse il più importante banco di prova. Per capirne i risvolti, appuntamento al Consiglio straordinario.

Claudio Cafasso

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome