Home CRONACA Due Ponti, la “collina del degrado” al buio e abbandonata da anni

Due Ponti, la “collina del degrado” al buio e abbandonata da anni

cartello-collina-degrado

Per l’ennesima volta un residente prova a segnalare lo stato di (non) illuminazione di via Carlo Pirzio Biroli, e questa volta lo fa con una mail inviata oggi all’Acea, ai vertici del XV Municipio, al sindaco di Roma, agli assessorati capitolini e alla stampa.

In via Pirzio Biroli, più volte riportata dalle cronache per lo stato di degrado e relativa pericolosità, diversi mesi fa sono state sostituite le lampade dei lampioni standard con quelle a tecnologia Led. Si direbbe: Bene, era ora! Invece 10 dei circa 20 lampioni della via non hanno mai funzionato“.

Così scrive Maurizio S., ribadendo che “più volte segnalati al numero verde (la prima delle numerose segnalazioni risale al lontano 18 maggio u.s.), la situazione è sempre la stessa: i 10 lampioni continuano a restare spenti“.

La collina del degrado

Approfitto dell’attenzione degli organi preposti a mantenere il decoro urbano per ricordare che numerose segnalazioni sono state fatte negli anni alle istituzioni, ai giornali locali e nazionali, ai comitati di cittadini disperati in merito a questa zona.

Maurizio si riferisce alla “collina del degrado“, quel potenzialmente delizioso angolo del Municipio XV da tempo dimenticato dalle Istituzioni locali e capitoline:  via Sinisi, via P. Biroli, via B. Bruni, via Stasi, via Theodoli, via F. Pericoli che negli anni tante, troppe volte sono assurte agli onori della cronaca per fatti di nera.

Una zona residenziale nella quale si convive con un pericoloso mix di degrado, incuria, criminalità. Di notte i lampioni funzionano a metà, come ribadito da Maurizio, e sicurezza e incolumità dei residenti diventano un miraggio.
Per non parlare dei rifiuti, delle auto abbandonate, delle strade dissestate, dello spaccio o delle ambigue frequentazioni sui marciapiedi che avvengono anche in pieno giorno. Situazioni sempre documentate dalla stampa ma che hanno sortito pochi se non zero risultati.

Sono state inviate documentazioni fotografiche delle pessime condizioni del fondo stradale, dell’illuminazione, del verde pubblico e privato.
E’ avvilente vedere che le foto scattate ed inviate più di 6 anni fa sono ancora attuali”
incalza Maurizio ricordando che “Il parco pubblico è praticamente abbandonato e mal diviso, che l’area cani è un buco autogestito sporco e maleodorante“.

A chi compete la manutenzione del “parco/parcheggio/bordello” al centro di via Pirzio Biroli che ogni notte vede scene indegne anche di una periferia del terzo mondo? Erba alta, rifiuti di ogni dimensione, profilattici, rami pericolanti! Qui di notte (e non solo) prostituzione e spaccio la fanno da padroni, agevolati dal buio più totale. Tante segnalazioni, qualche promessa, nessun risultato”  esclama Maurizio chiedendo: “Dobbiamo aspettare un episodio grave per intervenire?”

Occorre fare un esposto alla Procura della Repubblica per smuovere la situazione? Di sicuro – conclude – sarà il prossimo passo nel caso non succeda nulla a seguito di questa ulteriore segnalazione“.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome