Home PONTE MILVIO Crollo Ponte Milvio, Gruppo PD XV: “Approvata nostra proposta”

Crollo Ponte Milvio, Gruppo PD XV: “Approvata nostra proposta”

blocco-traffico-farnesina

“Questa mattina, nel corso della seduta di Consiglio, è stato approvata la nostra proposta che prevede una serie di misure da adottare riguardo al crollo della palazzina di via della Farnesina 5 avvenuto lo scorso 24 settembre.”

È quanto comunica in una nota il Gruppo PD del XV Municipio spiegando che “la proposta è stata sottoscritta da tutti i Gruppi consiliari, dopo le modifiche concordate con la maggioranza, e votata all’unanimità dal Consiglio”.
Le principali richieste espresse nel documento sono favorire iniziative affinché i costi di demolizione e ricostruzione non gravino esclusivamente sui proprietari della struttura, considerando anche soluzioni di credito agevolato; avviare una campagna di indagini geognostiche e garantire un’adeguata assistenza rispetto al perdurare della criticità alloggiativa.

“Siamo lieti – dichiarano i consiglieri PD – che la nostra proposta sia stata correttamente valutata nei contenuti e accolta da tutti i gruppi consiliari. Speriamo di ritrovare lo stesso clima di collaborazione anche da parte del Campidoglio e lo stesso riscontro nella valutazione delle nostre richieste.”

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

  1. Qualora tali possibilità di agevolazioni verso i proprietari dello stabile ( tasso agevolato etc) siano previste, non si capisce per quale motivo sino ad oggi il comune sia stato categorico nel ribadire che le spese sono a carico dei proprietari. Mi chiedo anche se per il crollo parziale del palazzo a Lungotevere dove insiste il teatro Olimpico, sia stata attivata questa procedura di agevolazioni o se invece i proprietari hanno dovuto sostenere in toto le spese di abbattimento e ricostruzione dello stabile. Così come per le numerose frane da terreni/costoni privati che hanno interrotto la viabilità in passato; anche in tali casi non era immaginabile attivare queste misure di sostegno all’abbattimento e ricostruzione, anche al fine di riaprire quanto prima la viabilità ( ad esempio chi ricorda la chiusura di via Cassia Antica per mesi ? e perché in quel caso il PD non propose misure per agevolare i proprietari?) Insomma la proposta è lodevole, a meno che non sia solo un modo alquanto patetico di voler acquisire consenso sulla pelle dei cittadini, sapendo che la proposta stessa non ha futuro. Se invece fosse fondata e perseguibile (come auspico) qualcuno spieghi perché la propone oggi, mentre in passato si è vantato di aver attivato in tempi celeri la procedura dei lavori in danno a carico dei privati.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome