Home CRONACA Nuovo campo rom a Roma Nord, chiude il River sulla Tiberina?

Nuovo campo rom a Roma Nord, chiude il River sulla Tiberina?

campo nomadi attrezzato
immagine di repertorio

Potrebbe nascere già ad ottobre nel XV Municipio oppure nei limitrofi XIV o III. E’ quanto si apprende dal Bando di Gara indetto dal Comune di Roma in data 14 giugno mentre era ancora in carica il commissario straordinario Tronca.

Con questo bando il Campidoglio intende reperire un’area attrezzata “nel territorio del Municipio Roma XV o Municipi limitrofi” per l’accoglienza e soggiorno “di 120 nuclei familiari di etnia Rom“.
Di questi, 109  nuclei per 475 persone sono attualmente residenti nel camping River in via Tenuta Piccirilli, sulla Tiberina, che pare dunque destinato ad essere chiuso. O meglio, come si dice nell’avviso pubblicato sul sito web capitolino, che pare essere in vista del “suo superamento” accogliendo, se così fosse, una richiesta avanzata da più parti politiche locali e da tempo.

Ai partecipanti al bando viene richiesto di mettere a disposizione un’area attrezzata “ubicata nelle vicinanze di scuole, centri abitati servizi socio-sanitari, commerciali, facilmente raggiungibile con l’uso di mezzi pubblici o con mezzi di trasporto privati, comunque in modo tale da permettere, per la comunità attualmente ospite presso il Camping River, la continuità di partecipazione alla vita sociale del territorio, l’accesso ai servizi territoriali e facilitare le visite agli ospiti delle strutture.”

 La gestione del servizio messo a gara avrà due fasi ben distinte: la prima riguarderà l’accoglimento e l’assegnazione dei moduli abitativi; la seconda riguarderà l’attivazione di tutti gli interventi previsti nel capitolato di gara “per favorire la loro inclusione sociale e, quindi, la graduale fuoriuscita dall’area attrezzata” del River, attraverso interventi che “favoriscano l’innesco di processi partecipativi e plurali di cambiamento mirati alla fuoriuscita dal villaggio, in vista del superamento dello stesso“.

Il nuovo campo dovrà essere attrezzato con case mobili e bungalow completi di arredi, acqua fredda e calda, luce, gas e servizi igienici e allacci alle reti tecnologiche. Il campo dovrà essere dotato di fonti di luminosità a basso consumo energetico, di un gruppo elettrogeno e di un  impianto di raccolta delle acque nere, collegato alla rete fognaria comunale o, in mancanza, ad un impianto interno di trattamento e depurazione.

Le offerte vanno presentate entro il 22 agosto. L’appalto, per un importo complessivo posto a base di gara di oltre 1,5 milioni di euro, verrà affidato con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa e avrà decorrenza dal primo di ottobre 2016 con scadenza il 31 dicembre 2017.

Resta ora da vedere, e lo si saprà non prima di settembre, in quale municipio verrà realizzato. Il XV, oppure nei limitrofi XIV o III ?

Sempre che la nuova Giunta capitolina e in particolare Laura Baldassarre, neo assessore al Sociale, confermino il bando alla luce delle numerose dichiarazioni di Virginia Raggi che in campagna elettorale si è sempre dichiarata per il superamento e la chiusura del campi nomadi.

Visita la nostra pagina di Facebook

10 COMMENTI

  1. Pazzescoooo..siamo un territorio già invaso di baraccopoli ovunque, non abbiamo servizi adeguati, strade e mezzi di trasporto insufficienti e questi spendono i nostri soldi, parliamo di ben 1 milione e mezzo di euro, per un campo nomadi attrezzato “ubicato nelle vicinanze di scuole, centri abitati servizi socio-sanitari, commerciali, facilmente raggiungibile con l’uso di mezzi pubblici o con mezzi di trasporto privati, comunque in modo tale da permettere la continuità di partecipazione alla vita sociale del territorio, l’accesso ai servizi territoriali e facilitare le visite agli ospiti delle strutture per favorire la loro inclusione sociale”…
    Ma stiamo scherzando vero!!!!! se li mettessero vicino casa loro.. . voglio vedere poi…

    • Si chiama integrazione ,capisco che lei a casa sua o nei dintorni non abbia accesso a tutto ciò,ma non si adonti,col tempo avrà motivo di rammentarmi…..

  2. Mi viene da ridere per non dire altro. La continuità di ” partecipazione alla vita sociale del territorio” cosi possono rubare meglio nelle nostre case o continuare ad usare minori per chiedere le limosine Basta che andate alla Chiesa di San Crispino alle Galline Bianche a volte ci sono più zingari che parrocchiani. Poverini poi devono avere la facilita dei mezzi pubblici cosi come noi a Labaro avviamo lo 039 che si mete più di 40 minuti per arrivare, magari le diamo anche i soldi per la benzina e l’assicurazione per le macchine (Audi targata FA, furgoni ed altro) cosi possono girare più tranquili e mettere la refurtiva senza bisogno di dover caricarla. Veramente aiutare i propri cittadini e diventato un non dovere.

  3. Spero che la Raggi li chiuda definitivamente, dobbiamo spendere meglio le nostre misere risorse economiche, indirizzandole verso gli italiani poveri soprattutto

  4. Gli asili nido del XV municipio fanno pietà. I bambini stretti in stanzette fatiscenti senza giardini. I parchi sono ormai appannaggio di cani. Le strade invase da macchine. Non sono rispettati i passi carrabili non ci sono vigili urbani per poter uscire di casa quando il tuo passaggio pedonale è stato chiuso dalle automobili, però per i ROM tutto si farà.

  5. Questo non mi pice, i ROM vanno cacciati via perchè sono nomadi e non devono fermarsi nei territori come cittadini! Devono spostarsi! Che mi rappresenta dargli le case?
    Se volete aiutare….date le case agli italiani che non riescono a comprare una casa… no a chi va in giro a rubare! Possibile che non riuscite a capire cosa serve al vostro popolo?

  6. Apprendo con piacere che il bando si farà. Conosco da anni la situazione del campo e mi sono sempre chiesta se non fosse ora di restituire un minimo di dignità alle persone e soprattutto ai bambini che vi abitano. Condizioni nelle quali non potremmo sopportare di stare se non per una breve visita, per poi rifugiarci nelle nostre rassicuranti e meschine quattro mura dimenticando il freddo, l’umido, il caldo, il fango… bambini ai quali è impedito usufruire del diritto allo studio grazie ai paradossi derivanti dalle soluzioni per il trasporto scolastico (che hanno fruttato milioni ad altri) …i torti subiti grazie a queste soluzioni ricadono anche su di noi ma non in termini di conflitto con i RSC. Dovremmo imparare a prendercela con chi non adotta soluzioni compatibili col nostro grado di civiltà e non lasciare che ci trasformino in un popolo gretto e privo di capacità riflessive.

  7. Ciao ragazzi, se il campo nomadi chiuderà al River, si stanno preparando sulla tiberina subito dopo BORGO SAN ISIDORO una bella spianata su un appezzamento di terra proprio sulla Via tiberina (a vista) che causerà un bel problema per i residenti di S.Isidoro, Riano, Capena, Castel nuovo, Fiano che saranno sottoposti a strade alternative non che a mezzi alternativi come già si fa per gli immigrati a Castelnuovo di porto, causando un bel casino.
    Vorremmo che i Rom occupassero le vecchie caserme al centro di Roma e vediamo cosa dicono i vicini di casa che si vedranno degradare il loro territorio.
    Signora Raggi ci sei?
    Ora basta sempre a queste zone li spostiamo sulla Via Camilluccia o a Via Tionfale sti malfattori mai colpevoli di reati, ecc. chiamati ROM, Nomadi ma stanziali?

  8. Ho un camper posso parcheggiarlo vicino una scuola o un centro commerciale,ovicino un nasone(fontanella di acqua pagata da noi cittadini) premetto che sono nato a Roma e sto’in difficoltà economiche,il camper vecchio era di mio padre…grazie vorrei solo sapere se vado in contro a qualcosa di innlegale,cosi facendo nn pagherò più nulla

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome