Home CRONACA L’uovo (di Colombo) a Ponte Milvio

L’uovo (di Colombo) a Ponte Milvio

uovo-ponte-milvio-1

Grande sorpresa nella mattina di martedì 7 giugno a Ponte Milvio: un enorme uovo poggiato in un nido è spuntato a due passi dalla Torretta Valadier, nella stessa piazzola dove due anni fa venne annunciata la nuova Smart.

L’ironia si è subito scatenata sui social: “sarà da lì che uscirà il nuovo sindaco?” mentre in tanti si chiedono cosa rappresenti quell’uovo.

Bene, ve lo spieghiamo noi. Si tratta di una classica operazione di guerrilla marketing, una modalità di promozione pubblicitaria non convenzionale e a basso costo per fare leva sull’immaginario degli utenti e suscitarne la curiosità senza rivelare l’oggetto della promozione.

E allora quest’uovo? E’ l’uovo di Colombo: ricordate Angry Birds, il gioco per cellulari più popolare che ha fatto impazzire milioni di smanettoni dal 2009 in poi? In tutto il mondo, dalla prima all’ultima edizione, è stato scaricato oltre tre miliardi di volte diventando rapidamente un fenomeno di massa. Il nome del gioco significa letteralmente “uccelli arrabbiati”: i volatili sono infuriati perché i maiali hanno rubato le loro uova, e gli uccelli hanno tutte le intenzioni di riprendersele. L’abilità sta nel riuscirci.

E ora il gioco arriva al cinema.

L’uovo di Ponte Milvio – che resterà lì ancora per una decina di giorni, come avvenne a novembre 2014 per l’operazione di lancio della nuova Smart – si aprirà il 15 giugno, in contemporanea con l’uscita nelle sale italiane del film di animazione Angry Birds, prodotto dalla Warner Bros.

uovo-ponte-milvio-2Nel film  si scoprirà finalmente perchè i famosi pennuti sono così arrabbiati. La storia ci porta su un’isola popolata da volatili quasi tutti felici, anche se incapaci di volare. In questo paradiso, Red, un uccello con problemi di controllo della rabbia, il velocissimo Chuck e l’esplosivo Bomb, sono sempre stati emarginati. Ma quando sull’isola arrivano dei terribili maialini verdi, toccherà a loro dimostrargli di che cosa sono capaci…

E in attesa di scoprirlo, il mistero dell’uovo (di Colombo) di Ponte Milvio è stato subito svelato.

Valentina Ciaccio

Visita la nostra pagina di Facebook

5 COMMENTI

  1. 12 DICEMBRE 2015
    MARTORANO – PICA (Presidente Commissione Commercio)
    “….la piazza meritava di essere rivalutata, dopo anni in cui è stata protagonista delle iniziative più degradanti: Per non parlare – concludono Martorano e Pica – dell’utilizzo improprio, spesso per fini commerciali, di monumenti dall’inestimabile valore storico, come quelli presenti a Ponte Milvio…..”

  2. per quanto mi riguarda sono molto più degradanti le macchine in doppia fila perenne per le quali poco o nulla si fa, qui come altrove.

  3. E adesso l’UOVO!
    Sarà stato sicuramente depositato dai gabbiani che ormai, risalendo il fiume, hanno occupato i cieli della nostra città.
    O forse si tratta di una storia analoga a quella di novembre 2014, quella della PALLA?

    Vuoi vedere che, gira e rigira, la musica anche questa volta è quella del “fare cassa”, sempre e comunque, alla faccia di chi vorrebbe maggior decoro, rispetto per le testimonianze storiche, modelli culturali diversi.

    Ma no! Indubbiamente è uno dei primi risultati prodotti dallo studio dello strombazzato Progetto di UNIONCAMERE Lazio “Studio, analisi, monitoraggio, Assistenza tecnica, Comunicazione sui Centri commerciali naturali/Reti di Impresa di prossimità del Lazio”.

    Quello, per rinfrescare la memoria, “con l’obiettivo di elaborare un progetto condiviso che possa garantire un potenziamento delle reti d’impresa di prossimità, interventi di riqualificazione urbana e una maggiore vivibilità e sicurezza della piazza.” (https://www.vignaclarablog.it/2016032559753/new-look-ponte-milvio-venerdi-1-aprile-si-conoscera-il-progetto/)

    Ma soprattutto che realizzi “un progetto improntato sull’innovazione e il benessere dei cittadini.” (https://www.vignaclarablog.it/2016031859163/ponte-milvio-nuovo-look-centro-commerciale-naturale/)

    E il benessere dei cittadini, si sa, si raggiunge somministrando loro l’ovetto frullato tutte le mattine!

    Come Comitato Abitare Ponte Milvio avevamo organizzato il confronto tra i candidati alla Presidenza del Municipio e alle nostre domande tutti hanno risposto dando particolare enfasi al decoro e al ripristino dei valori della cultura come unici strumenti per il recupero della Piazza Ponte Milvio e di tutta l’area.

    A questo punto, ormai coscienti dell’ineluttabile destino verso un futuro della Piazza come perenne luna park, ci chiediamo a chi, tra i due contendenti rimasti al ballottaggio, toccherà il compito di preparare la grande frittata.

    Paolo Salonia, Portavoce del Comitato Abitare Ponte Milvio

    PS: senza dimenticare il mistero della macchina parcheggiata – ritengo – a guardia dell’uovo (forse perchè nessuno soffochi il pulcino gigante appena nasce).
    Questa mattina ho anche telefonato alla Polizia Urbana del XV Municipio per segnalare questa anomala presenza (della macchina, intendo).
    Il mio interlocutore, dopo avermi chiesto come questa aveva potuto raggiungere quel punto (figuratevi il mio imbarazzo nel non sapere la risposta!), mi ha assicurato che sarebbe stata inviata una pattuglia per un controllo.
    Sono passato questa sera e la macchina era ancora lì.

    Ma a Roma esistono ancora i divieti di sosta?

    E, soprattutto, valgono per tutti?

  4. Certamente è interessante scoprire cosa c’è nel l’uovo ma forse è più interessante dove sono andate a finire 35.000 schede elettorali!!!Vogliamo rendere pubblica questa situazione e obbligare il nostro Presidente a prendere una posizione !?Da un libero cittadino e candidato come presidente al nostro municipio che si aspetta delle risposte .Trasparenza,trasparenza,trasprenza…….. buona giornata a tutti

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome