Home PRIMA PORTA Rubavano fiori nel cimitero di Prima Porta: arrestati

Rubavano fiori nel cimitero di Prima Porta: arrestati

cimitero flaminio 2

Che fine fanno i fiori delle corone e dei cuscini, a funerale terminato? E i mazzolini che parenti in visita ai defunti lasciano davanti la foto? Al Cimitero Flaminio, se va bene appassiscono nel posto in cui vengono lasciati, se va male, come spesso accade, vengono trafugati per essere rivenduti.

E l’ennesimo ladro, un egiziano di 57 anni, è stato sorpreso dai Carabinieri di Prima Porta, proprio nella giornata di Pasqua, mentre stava facendo razzia di fiori, assieme ad una ragazza romena di 23 anni, davanti alla camera mortuaria. Per i due sono scattate le manette con l’accusa di furto aggravato in concorso.

A quanto si apprende, i due rivendevano tutto ai fiorai che non solo riforniscono i parenti dei defunti in visita a Prima Porta ma anche gli organizzatori di matrimoni.
Singolare la coincidenza, solo pochi mesi fa un altro egiziano era stato sorpreso e arrestato mentre rubava fiori. Stessa tecnica e stessi destinatari.

(dopo la mappa alcuni precedenti fatti di cronaca nel cimitero Flaminio)

Visita la nostra pagina di Facebook

Cimitero Flaminio, Roma, RM, Italia

3 COMMENTI

  1. Ma i fiorai possono comprare fiori da chiunque, cioè un semplice cittadino, che si avvicina a loro con dei fiori in mano? E non notano che i fiori sono tagliati per fare mazzetti o per formare un cuscino e una corona? Che dicevano che li avevano raccolti nel proprio giardino?

  2. Presso il Cimitero di Prima Porta continua da parte di abusivi la vendita di fiori, proprio in prossimità dell entrata al Cimitero. .. si fa notare che all’ interno del Cimitero stesso ci sono degli apparenti signori che prestano servizio x conto di alcuni parenti dei defunti e che “comprensivi del tuo dolore” dopo venti minuti di chiacchierata ti lasciano il biglietto da visita x lapidi..ecc ecc nonostante ci sia un divieto di pubblicità … x non parlare dello stato di degrado che riversa tutto il Cimitero

  3. Non è bello andare davanti alla camera mortuaria di nessun cimitero ma non è passato ancora un anno da quando sono stato proprio in quella di Prima Porta, mia mamma infatti, avendo deciso la sua cremazione, ha sostato li quasi per un mese prima che tale “operazione” fosse possibile. (in altre città del Nord si riesce a farlo anche in due giorni)
    Quando il feretro viene posizionato nello spazio assegnatoli i parenti sono obbligati a fare una scelta tra i tanti o quantomeno vari omaggi floreali che vengono donati al defunto/a del caso essendo lo spazio del “box” assai limitato. Sono moltissimi infatti i fiori in avanzo che vengono depositati all’esterno di tale “stazione corporea” ed io stesso (dando ragione ancora una volta alle parole di mia mamma che sosteneva i non fiori ma opere di bene) ho riflettuto su quell’enorme spreco ed ho riflettuto su quale sarebbe stata la vera fine di quei fiori… Che sarebbe potuto essere un vero e proprio “business” non l’avevo escluso affatto ma continuo a domandarmi quale sia la prassi legale del loro smaltimento.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome