Home ARTE E CULTURA Li sette giorni der 28 ottobre

Li sette giorni der 28 ottobre

Spulciando fra le notizie dell’ultima settimana, anche questa volta sor Berti, di professione vernacoliere, ha colto le più cliccate, le più interessanti o curiose, dedicando loro una quartina in stretto dialetto romanesco. Sette quartine per sette giorni: è il Vernacolo di VignaClaraBlog.it, con il quale la redazione augura buona domenica.

Voci sbajate: fra Municipio e Campidojo
nun ce stà conflitto né tantomeno silenzio;
nun vorei dì, ma forze ‘sta bbotta ce cojo,
ma nun è che quarchiduno tifa Massenzio?
Costantino vs. Massenzio, Municipio vs. Campidojo?

Nove bbombe drentro ar cassonetto,
e puro quarche tuta mimetica trovata;
come risponne l’AMA è presto detto:
a breve ariva ‘a raccorta differenziata!
L’arsenale de Labbaro.

Teritorio e ggente pe’ sor presidente,
mentre d’artra parte ecco ‘e primarie,
‘na magnera d’aggì democraticamente
e de rimposse come forze secondarie.
L’elezzioni s’avviceneno…

Ecco er convegno che inzù li quatrini
te separa ciò che è reale da le bballe;
ma a che serve, carissimi concittadini,
si ner portafojo t’aritrovi solo farfalle?
Come curà er patrimogno (avennolo, però!).

Giovedì, alt a tutti li veicoli inquinanti:
pur essenno stato in tempo ‘nformato,
ho atteso er sessantanove come tanti,
ma in mezzora manco uno n’è passato.
Veicoli inquinanti fermi…

Ner parco ggiochi amanca er cancello
e d’a cratùra ‘a fuga nun è occasionale;
e in conzijo, ‘r motivo è sempre quello
cche renne latitante er nummero legale?
Parco ggiochi (e Municipio XX ?) senza cancello.

Nun c’è raggione de perde ‘a pazzienza,
li lettori nun la capischeno, ‘sta quistione:
l’ACEA ve invia tutta ‘sta corispondenza
in quanto ve vole sveji, pronti all’azzione!
Le riccomannate de l’ACEA.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome