Home ATTUALITÀ Primarie nel XX, al via le grandi manovre

Primarie nel XX, al via le grandi manovre

primarie.jpg“Sì alle primarie a tutti i livelli del PdL, perché sono l’unico modo per rigenerare il centrodestra”. Così si è espresso il sindaco Alemanno sabato 20 ottobre spiegando che per il PdL è necessaria “una grande convention per rilanciare un nuovo nome e un nuovo simbolo e per lanciare primarie a tutti i livelli”. E a tutti i livelli vuol dire anche nei Municipi romani. E quindi anche nel XX. Quando e come si terranno non è ancora chiaro ma quel che è certo è che, su ambo i fronti, le grandi manovre sono già cominciate.

“Mi ricandido presidente nel 2013”. Questo l’annuncio di Gianni Giacomini fatto lo scorso maggio anticipando però di voler “prima vedere la composizione della lista”, come a dire che certe presenze ingombranti del 2008 non le vorrebbe più. A chi allora si riferisse non era noto ma non è neanche difficile immaginarlo, vista la sottile aria di fronda che spira da tempo all’interno del gruppo consiliare. E se la lista fatta dal partito non dovesse piacergli? “Mi presenterò con una lista “personale e molto trasversale” ebbe a dire.

Fatto sta che una lista dalla rima baciata “territorio e gente per Giacomini presidente” è stata già annunciata sui media e con volantini da Giuliano Pandolfi, eletto nel 2008 nelle file dell’IDV, poi passato al Gruppo Misto ed ora schieratosi con l’attuale presidente. La composizione non è ancora nota, quand’anche girino voci che per correttezza non riportiamo.
Ma lista “personale e molto trasversale” o no, se primarie saranno Giacomini dovrà dunque vedersela con qualcuno. Chi?

La domanda trova risposta in un’altra voce che corre, una voce abbastanza dirompente.
Parrebbe dunque che stia prendendo corpo l’ipotesi di un listone nel quale confluirebbero scontenti del PdL ed alcuni dell’opposizione ai quali si aggiungerebbero elementi della società civile. A guidarlo sarebbe un nome forte. E se questa lista nascesse sotto l’ala del centro destra il passaggio per le primarie sarebbe dunque d’obbligo.
Una grande sfida Giacomini-Mister X all’orizzonte?

Ne vedremo delle belle, in attesa che anche nelle stanze del PD si sciolgano i nodi. Intanto, almeno qui, la data è quasi certa: a meno di variazioni dell’ultim’ora strettamente connesse alle elezioni regionali, le primarie si terranno il 20 gennaio, sia a livello comunale che municipale. E sembra già certo che saranno primarie di coalizione, quindi il PD potrà esprimere un solo nome.

Ma dalle quasi certezze si passa al buio quando ci si interroga su come verrà scelto. Dal gruppo consiliare o dall’esterno? Fra le new entry o i deja vu? Sarà un rottamatore o un solido esponente dell’establishment?  Anche in questo caso già circolano voci ed anche in questo caso ci asteniamo dal riportarle per correttezza nei riguardi degli interessati.

Certo è che l’avvento delle primarie, qualora messe in campo anche dal PdL, sarà una gran bella novità nella politica locale. Forse addirittura foriera di un new deal nel governo del territorio. Il che non guasterebbe.
Prim’ arie di novità nel XX Municipio?

Claudio Cafasso

Visita la nostra pagina di Facebook

14 COMMENTI

  1. Io nun VOJO piu o schifo co visto n ‘quet’anni .
    Vojo amministratori che se nun ce senteno devono anna via subito e nun aspetta quattr anni .
    Vojo n’municipio pieno gente onorevole svotato de affaristi .
    Vojo n municipio che rappresenta er territorio ( no sortanto l’amici) .
    Vojo n municpio Trasparente .
    Vojo n municipio dove se fanno assemble pubbliche se dice partecipate.
    Vojo n municipio dove sti giovani de tutti i schieramenti nun so manovrati.
    Vojo n Municipio che ce fa senti che c’e n governo quarcuno che pensa ar territorio a tutti a gente senza questo sta qua questo sta de La’.
    Possibile che nun c’arrivate politicanti da quattro sordi, er cerchio se sta a strigne ,
    i nodi vengheno ar pettine , tutto finisce , pentiteve sta politica de m…….a che stata
    fatta cala sur territorio.
    Sti VEcchi che galleggeno sempre , che parleno appiccicati ar microfono perche sanno che nun se capisce un c….o de quello che dicheno, parleno all’orecchio , hanno sempre detto tutto pur de rimane a galla cne avemo pieni le sfere de sta gente.
    Ce serve gente Semplice, Leale , Disponibile , pronta ad ascorta , da er massimo pe na cosa che e’ de tutti , sapenno che cespetteno tempi difficili dove semo entrati dentro n’imbuto , frutto der menefreghismo camo mostrato .
    Ai Politicanti vecchi dovete da spari dalla cosa pubblica nun dote esse rottamati ve dovete fa da parte.

  2. Condividiamo pienamente quanto scritto da Er Garzone da Sora Lella e potremmo aggiungere un lungo elenco di segnalazioni di numerosi problemi del quartiere che non sono mai state prese concretamente in considerazione dalle istituzioni municipali e comunali.
    Claudio Cafasso parla di primarie all’interno dei partiti, ma se superassimo le logiche dei partiti e ci organizzassimo come società civile, chiamando a raccolta quanti sono disposti a dare il loro contributo di tempo, di professionalità, di capacità per il bene comune?
    A livello municipale affrontare i problemi di vita quotidiana, (mobilità, degrado ambientale, verde pubblico, sicurezza, ecc.), non implica necessariamente scontri ideologici.
    Quanti sono interessati a questa proposta possono contattare il nostro comitato
    Grazia Salvatore vice presidente del Comitato cittadino per il XX Municipio
    postmaster@comitatoromaxx.it

  3. Condivido pienamente quanto da Lei prospettato e Le aggiungo che Noi dobbiamo costituirci per chiedere i danni a questi signori che tengono in stato di schiavitu’ molti cittadini Onesti ,i quali ignari pensano genuinamente che le Istituzioni siano rappresentative di TUTTI.
    Invece, come sappiamo bene, Noi rappresentanti dei Comitati, Alcuni Individui Signoreggiano calpestando anche Idee propositive che potrebbero portare sollievo , soddisfazione ai singoli residenti di qualsiasi colore che in maniera meschina vengono tenuti sotto ricatto psicologico , riducendo ad elemosina le richieste , sulla sicurezza stradale , sulla pulizia urbana, sulla raccolta dei rifiuti, sul diritto di tutti i bambini e genitori di ritrovarsi in luoghi dove potersi relazionare .
    Le persone capiscono le difficolta’, cio che non comprendono le scelte operate con sperpero di denaro pubblico su cose lontane dalle esigenze REALI dei cittadini
    Posso dire con soddisfazione che alcuni GIOVANI dentro le istituzioni si stanno staccando dal signoraggio politico e stanno dando prova di maturita’ in relazione ai tempi e soprattutto , sottraendosi a quella risposta ambigua quando verrano fuori Le Cose (tutto avveniva a mia insaputa ).
    Signora G. Salvatore la ringrazio per la sua Idea che Noi del Comitato di Quartiere Karol Wojtyla sposiamo Totalmente , durante le nostre riunini abbiamo piu’ volte parlato di questa soluzione NOBILE dove Tutti sono partecipi a un progetto comune per la societa’ del nostro Futuro.

    Erminio D’Agostino
    Presidente del Comitato di quartiere Karol Wojtyla ( valle Muricana)
    Info@piazzasandropertini.it
    piazzasandropertini@pec.it
    youtube cdq Karol Wojtyla = 620321D
    Facebook

  4. per Marinali (e per chiunque sia interessato)
    Lunedì 29 alle ore 18.30 si terrà la riunione mensile del nostro comitato presso la Parrocchia di San Giuliano.
    All’o.d.g.
    • Esame di una proposta di un coinvolgimento della società civile alle prossime elezioni municipali
    • Elaborazione di un manifesto, come è già stato fatto in altri quartieri, (vedi quello dei cittadini di Trastevere “Siamo stufi di…” ) con l’elenco dei problemi mai risolti nel nostro quartiere

    Se vieni ne discutiamo

  5. I partiti, e io parlo per il PD, sono costituiti anche da cittadini onesti che contribuiscono a trovare risposte adeguate ai problemi del proprio territorio. Non serva a nulla sparare sul mucchio e fare di ogni erba un fascio. Occorre capacità di discernimento e impegno. Non basta dire le cose affinché poi si traducano in prassi, decisioni coerenti, soluzioni efficaci. Come insegna il Talmud : “Se il mare fosse inchiostro e le canne fossero penne, le nuvole fossero pergamene e tutti gli uomini fossero scribi, tutto questo non basterebbe per spiegare la difficoltà di governare”. La politica è disciplina, fatica, mediazione, capacità di tramutare i valori in deliberazioni e progetti tecnicamente ben fatti. Poi rispetto, civiltà, onestà e tanta generosità. E questo stiamo cercando di costruire nel nostro territorio con fatica e tanto lavoro. Organizziamo primarie nazionali il 25 novembre 2012. E per la scelta del sindaco di Roma e del presidente del municipio il 20 gennaio. Il populismo che fa tante promesse non risolve poi i problemi complessi ma aggrava la situazione. Cambiare è necessario ma si faccia con buon senso e con scelte che migliorino la situazione.

  6. Fate le primarie con gente nuova, e soprattutto IDEE mandate a casa tutti quelli che hanno girato nel XX municipio negli ultimi anni. Pensano solo alla poltrona e i voti il resto solo chiacchiere.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome