Home ATTUALITÀ Via Cassia Antica – In arrivo nuova manifestazione pro riapertura

Via Cassia Antica – In arrivo nuova manifestazione pro riapertura

Cittadini ancora e nuovamente in piazza, anzi in strada, per chiedere la riapertura del doppio senso di marcia di Via Cassia Antica. Una nuova manifestazione di protesta è in arrivo, si terrà sabato 27 novembre su via Cassia angolo via San Godenzo e ad organizzarla è il Comitato cittadino per il XX Municipio.  Lo comunica lo stesso comitato con una  nota nella quale si ricorda che “è trascorso un anno dalla precedente manifestazione. Dopo una sperimentazione brevissima e inutilmente penalizzante per gli abitanti di Cortina D’Ampezzo, il comandante della polizia municipale ha ordinato di nuovo la chiusura al doppio senso di marcia con argomentazioni facilmente contestabili. Sollecitato dalle continue e pressanti richieste dei cittadini della Cassia, ulteriormente penalizzati dalla chiusura del passaggio dalla Cassia Bis a via di Grottarossa accanto all’ospedale Sant’Andrea, e dalla chiusura della rampa del Raccordo Anulare, il Comitato Cittadino per il XX Municipio organizzerà un’altra manifestazione pubblica per il giorno 27 novembre alle ore 11”

Ciò detto, il comitato conclude la nota dichiarando di ritenere “indispensabile l’istituzione di un tavolo di concertazione con le autorità competenti, comitati e associazioni, su tutta la mobilità della zona arrivata oggi ad una situazione insostenibile”

C’è da scommettere su un’ampia mobilitazione, è molto probabile che sabato 27 novembre saranno in centinaia a scendere in strada,  la viabilità di via Cassia è giunta al collasso e sono ormai in tantissimi a ritenere che la riapertura al traffico privato della brevissima corsia preferenziale in direzione Vigna Clara possa rappresentare una valvola di sfogo non indifferente.

La storia degli ultimi 12 mesi
Già a novembre 2009, stanchi ed esasperati da una contorta viabilità locale e dall’inquinamento su Corso Francia derivante anche dalla stessa, giovani ed anziani, donne ed uomini, oltre cento persone manifestarono a pochi passi di distanza da via Cassia Antica chiedendone la riapertura (clicca qui).
Com’è andata lo sappiamo. Aperta il 10 maggio 2010 (leggi qui) per una sperimentazione che doveva durare 30 giorni, il 24 dello stesso mese  venne subito richiusa (clicca qui).

In quei giorni motivo della discordia fu l’obbligo di svolta a destra al termine di via Cortina d’Ampezzo, obbligo che complicò la vita e la viabilità anzichè facilitare ambedue e fu questo il fatto che spaccò in due la comunità locale. Moderni guelfi e ghibellini si confrontarono aspramente  per giorni e giorni su VignaClaraBlog.it a difesa dell’una o dell’altra posizione: furono oltre 260 i commenti, mai un argomento è stato così dibattuto in pochi giorni sulle nostre pagine. Dibattito azzittito dalla decisione dell’allora Comandante del XX Gruppo di Polizia Municipale che tagliò la testa al toro disponendo il ripristino della situazione originaria 20 giorni prima del termine della sperimentazione.

La soluzione è la rotatoria?
La soluzione prospettata per risolvere il problema dell’uscita di via Cortina d’Ampezzo su via Cassia Antica pare essere la realizzazione di una rotatoria che consenta anche l’indirizzamento del flusso di auto diretto a sinistra.  Un progetto in tal senso  venne presentato in  XX Municipio circa sette anni fa dal Consorzio di via Cortina D’Ampezzo che, ci dicono, a suo tempo si dichiarò disponibile a realizzarlo a proprie spese.
E’ inutile rinvangare sul perché ciò non sia accaduto. A noi questo progetto pare ancora di estrema attualità ed abbiamo la netta percezione che anche all’interno del XX Municipio si stia ragionando seriamente su come e dove trovare il modo per farlo finanziare dal Campidoglio.

Riproponiamo dunque il nostro articolo dello scorso 3 giugno nel quale  pubblicammo anche planimetrie, grafici e relazione tecnica. Per leggere tutto ciò è sufficiente cliccare qui.

Fabrizio Azzali

Visita la nostra pagina di Facebook

6 COMMENTI

  1. Sabato 27 saremo presenti in molti, non per protestare, ma per sollecitare il completamento della STRADA DI FONDOVALLE (la vera soluzione ai tanti problemi del popolo della Cassia)

  2. Da oggi è possibile recarsi c/o la redazione di “Zona” in Via Cassia 740 per firmare la richiesta al Comune e al Sindaco per l’apertura di Via Cassia Antica e la rimozione del semaforo poco prma della stazione FM3 alla Giustiniana.

  3. Gli abitanti della Cassia sono sempre più prigionieri del traffico, ma il problema non sembra toccare le istituzioni. Incoraggiare l’uso del mezzo pubblico potrebbe in parte alleggerire il flusso di auto private che attualmente non possono che percorrere la Cassia e Corso Francia. Da decenni gli abitanti della zona Tomba di Nerone chiedono un collegamento almeno con la ferrovia Roma Nord.
    Dopo l’inaugurazione della nuova stazione di Tor di Quinto la Commissione Mobilità del XX Municipio aveva studiato la possibilità di un collegamento Atac tra la Cassia-Tomba di Nerone e la Stazione di Tor di Quinto.
    La navetta veloce che attualmente unisce la Stazione Tor di Quinto al capolinea del 32 poteva essere prolungata, lungo Via dei Due Ponti, sino a L.go Sperlonga. La proposta è stata aprovata all’unanimità dal Consiglio del XX Municipio con la Risoluzione 55 del 23_11_2009. Dopo un anno non si è visto alcun risultato.
    Attualmente la Stazione di Tor di Quinto e la relativa navetta ( che, pur funzionando regolarmente non compare sul sito dell’Atac e risulta sconosciuta al servizio informazione) sono quasi del tutto inutilizzate e dimostrano un irrazionale uso del danaro pubblico.

  4. …bisognerebbe fare un’ adeguata pubblicità di tale manifestazione, in modo tale che ci sia una massiccia partecipazione e considerato che, purtroppo, non tutti conoscono tale blog

  5. SABATO 27 NOVEMBRE ore 11
    IO CI SARO’

    Vorrei chiedere che tutte le vie possibili, tutti i passaggi, tutte le alternative possibili siano aperte e offerte ai cittadini, a partire dalla via Cassia Antica, dall’uscita del GRA, e non ultimo lo
    SVINCOLO GROTTAROSSA/ GRA-CASSIA BIS presso l’Ospedale Sant’Andrea! Inspiegabilmente non costrutio!!
    E dal 15 Novembre chiusa l’unica via percorribile!

  6. Confidiamo in una massiccia partecipazione alla manifestazione del Comitato Cittadini XX Municipio,altrimenti si potrà solo dire che ci meritiamo quello che abbiamo!Si parla di ROMA CAPITALE…ma il traffico della Cassia è indegno di una Capitale!La riapertura per quei 14 gg. di maggio della Cassia Antica con una viabilità da “farsa” è stata un’offesa alla intelligenza degli abitanti della zona.E’ inaccettabile per chi lavora,per chi va a scuola ,per chi si reca con i bus(pochissimi) all’ospedale o in altri luoghi per necessità varie,subire tutti i giorni ed in ogni ora l’oltraggio di un traffico da terzo mondo.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome