Home ATTUALITÀ Sabato 28 Novembre appuntamento per la riapertura di via Cassia Antica

Sabato 28 Novembre appuntamento per la riapertura di via Cassia Antica

Cassia AnticaL’appuntamento per chi vuole la riapertura di via Cassia Antica è domani, sabato 28 novembre alle 11, in via Cassia Nuova angolo via S.Godenzo. Vieni anche tu. L’invito è rivolto dal Comitato Cittadino XX Municipio, organizzatore della manifestazione, a tutti coloro direttamente od indirettamente soffrono dell’inutile chiusura della strada, alle centinaia di residenti costretti ogni mattino nelle loro auto ad incolonnarsi fin giù Corso Francia, ai residenti di Corso Francia vittime dello smog derivante dall’afflusso obbligato di migliaia di auto sotto le loro finestre, ai residenti di Vigna Clara stanchi di subire gli eccessi di traffico dovuto ai percorsi obbligati derivanti dalla Cassia Antica chiusa, a chi è stanco tout-court di essere prigioniero del traffico di questo tratto della Cassia e delle promesse non mantenute.

 L’obiettivo è porre termine ad una vera e propria telenovela che ha finora impedito la riapertura che poteva avvenire già anni fa, dopo l’inaugurazione del Passante a Nord Ovest, che ha liberato questo tratto di via Cassia Antica di tutto il traffico proveniente da Via Cortina d’Ampezzo. Una telenovela che prosegue da quando lo scorso Maggio il Consiglio del XX Municipio decise di procedere ad un fantomatico studio di fattibilità.

Uno studio che, ad Ottobre, viene dichiarato essere in corso (leggi qui), dopo otto giorni viene smentito e dichiarato inesistente per mancanza dei fondi necessari (leggi qui) per poi magicamente riapparire trenta giorni dopo e dato quasi per terminato (leggi qui).  Uno studio quindi che c’è e non c’è a seconda del caso e della promessa del momento.

Contro l’inutilità di questo studio e per la riapertura immediata di Via Cassia Antica  vieni anche tu domani, sabato 28 novembre, alle 11 a S.Godenzo.

 

 

 

Visita la nostra pagina di Facebook

10 COMMENTI

  1. Gentile redazione,

    apprezzo moltissimo il vostro lavoro per questo blog davvero utile e ben fatto, che seguo giornalmente con molto piacere.
    Ritengo però che in questo articolo sarebbe più indicato mettere le frasi del comunicato tra virgolette, evidenziando in tal modo che l’opinione é del Comitato cittadino (che organismo é? chi ne ha eletto i rappresentanti? quale diritto ha di potersi dire promotore degli interessi dei cittadini del XX municipio?) e non vostra.
    Non mi sembrerebbe infatti corretto che vengano da voi scritte le frasi seguenti:

    – inutile chiusura della strada… ma chi lo dice che é inutile?
    – inutilità dello studio di fattibilità …ma chi lo dice che é inutile?

    Come viene dimostrata questa presunta inutilità? E da chi?

    Un caro saluto e buon lavoro!

  2. Gentile Matteo, grazie per i complimenti.

    In relazione alla sua segnalazione le virgolette non ci sono volutamente perchè – ci spiace deluderla – quanto sopra non è un comunicato ma un breve nostro articolo del quale ci assumiamo in pieno la paternità delle affermazioni.

    Negli ultimi 31 mesi abbiamo scritto 29 articoli a favore della riapertura di via Cassia Antica, un argomento che ci picchiamo di conoscere a fondo pur non essendo degli urbanisti ma solo degli attenti cronisti del vivere quotidiano di questi quartieri.

    Per quanto all’inutilità della chiusura abbia la bontà di leggere qualche articolo ma soprattutto le accorate petizioni firmate da centinaia e centinaia di cittadini.
    Per quanto allo studio di fattibilità ed alla sua presunta esistenza, no comment.
    Per quanto al Comitato Cittadino XX Municipio non sta a noi prenderne le difese. Forse lei non lo conosce ma tanti altri cittadini si, visto che esiste e si batte dal 1998 per promuovere il miglioramento della qualità della vita della comunità di Roma Nord.

    Un cordiale saluto,
    La Redazione

  3. io comunque nel mio piccolo rimango contrario.

    ultimamente piazza dei giochi delfici si sta ricominciando a bloccare.

    aprire quella via significherebbe il collasso totale della piazza e di tutte le vie che affluiscono (ovviamente mio parere personale, li articoli li ho letti tutti ma rimango della mia idea)

    comunque buon incontro 🙂

    anche io abito in zona ma preferisco farmi il giro lungo, ma avere la piazza agibile quando mi serve.

  4. Anch’io sono contrario alla riapertura del tratto in questione, perchè sarebbe la solita, molto “italiana”, vittoria degli automobilisti privati sugli utenti dei mezzi pubblici, essendo questo percorso sulla Cassia Antica l’unica corsia preferenziale per il trasporto pubblico (già INSUFFICENTE!) in questo municipio.

    Se non si comincia da questi particolari per scoraggiare la mobilità privata, non andremo da nessuna parte e sarà inevitabile un aumento di traffico e quindi di emissioni CO2.

    Inoltre la riapertura creerebbe un collasso di traffico in Piazza dei Giuochi Delfici e adiacenze, ai danni dei residenti e dei commercianti.

  5. Ribadisco anche io le mie perplessità sulla riapertura, non tanto per il PROBABILE “collassamento” di Piazza Giochi e Farnesina ma sopratutto perchè il tragitto dei mezzi pubblici (e credetemi, sono in tanti “silenziosi” che verrebbero penalizzati) subirebbe un SICURO rallentamento nell’UNICA corsia preferenziale di tutto il XX Municipio.
    Mi ricordo prima della chiusura (voluta dal mai tanto rimpianto Presidente Clarke….) che gli autobus si incolonnavano dalla Cassia fino a Piazza Giochi perlomeno per 1 ora solo per quel breve tragitto.
    L’unico sistema che ritengo valido potrebbe essere dare la possibilità di risalire verso Via Cortina e NON consentire di dirigersi verso Piazza Giochi Delfici (FATE QUESTO STUDIO, MA IN FRETTA…!!!!)
    M. Sensi

  6. Concordo IN PIENO con le opinioni espresse da Matteo, Andrea e Stefano. La riapertura di Via Cassia antica causerebbe congestioni ingestibili dall’incrocio con Via Cortina d’Ampezzo fino a Piazza Giuochi delfici. Sarebbe una scelta immoitvata che svantaggerebbe sia gli utilizzatori dei servici pubblici, sia tutti coloro che abitano tra Via Cortina d’Ampezzo e Vigna Clara..
    NO alla riapertura
    un saluto alla redazione
    Alex

  7. Troppo facile parlare così, scusatemi, ma questo diventa parlare a vanvera o fare dell’allarmismo gratuito perche le vostre tragiche previsioni sono documentate dal nulla.
    A Andrea che preferisce avere la piazza libera quando gli serve basta ricordare che la città è di tutti e non solo sua. Andrea, se tu TUTTE le mattine fossi obbligato a metterti in fila fino a Corso Francia forse capiresti, ma evidentemente non hai prorpio idea della portata del problema.
    A Stefano vorrei chiedere se è al corrente che quei 500 metri di corsi preferenziale sono l’unica corsia preferenziale di tutta roma nord !! Che senso ha difendere 500 metri a danno di migliaia di cittadini ?
    Andrea, in quale film ha visto il collasso di piazza giochi delfici? questo accadeva fino al 2004, forse non ti sei accorto che hanno aperto la galleria Giovanni XXIII e che Piazza Giochi adesso è solo a traffico locale. Poi dici che il tutto avverrebbe a danno dei residenti e dei commericianti. Quali commercianti e quali residenti scusa ? Sulla piazza a parte un bar e un giornalaio non ci sono negozi e anche i residenti dove sono ? Ma se anche un paio di condomini poverini loro fossero “disturbati” da questo tsunami di macchine ch si riverserebbe sulla piazza, a tutti quelli che abitano a Corso Francia e che sono soffocati dallo smog mio e di tutti quelli che sono obbligati a passare sotto le loro finestre non ci pensi ? non te ne importa proprio nulla? Bel senso civico, siamo tornati alle piazze e ai campanili !
    A Marcello che si ricorda che prima della chiusura gli atutobus ci mettevano un’ora voglio far notare di come si è dato la zappa sui piedi: prima della chiusura NON c’era la galleria Giovanni XXIII e quindi è stato giustissimo chiudere via Cassia Antica. Ma da 5 anni fa quella galleria assorbe tutto il traffico che prima era di superfice e oggi tutta la zona è diventata a traffico locale. Ma dove vivete ? Ma dove vivi Alex che parli congestioni incredibili ? Se tutti voi abitate a Ostia posso capirvi ma se siete abitanti di questi quartieri non siete credibili, parlate per partito preso, per ostilità.
    Scusate la foga ma proprio non riesco a capirvi, soprattutto perchè tutti insieme fate finta di non sapere che corso francia è inquinato anche per colpa di via cassia antica chiusa. Non ho detto solo, ho detto anche. E se la riapertura di via cassia facesse diminuire lo smog di corso francia di uno zero virgola zero e qualcosa delle polvere sottili non ne varrebbe comunque la pena? I polmoni dei bambini che vi abitano sono meno importanti di quelli dei bambini che abitano a Piazza Giochi ??
    Roberto

  8. Roberto, capisco e scuso la tua foga. Abito in zona via Cortina d’Ampezzo, dovrei difendere il mantenimento della chiusura della Cassia come fanno tutti quelli che abitano qui e invece non ci sto a questa guerra fra poveri. La riapertura è giusta, soprattutto per i riflessi eco-ambientali su Corso Francia. Sarebbe ora che i notabili e i professionisti che vivono a via Cortina la smettano di fare lobbing, la salute è salute.
    Massimo

  9. A proposito dei mezzi pubblici: come si fa a sostenere che con la riapertura del doppio senso sulla Cassia Antica sarebbero penalizzati a vantaggio delle auto private , quando nel caos del traffico sulla Cassia Nuova transitano esattamente tre linee( 201,220 e 223) e tre più celermente sull’unica breve corsia preferenziale del Municipio nel senso unico dela Cassia Antica ( 22,224,301)?.A parte il fatto che riaprendo il doppio senso sulla Cassia Antica si potrebbe invece istudiare se creare una corsia prefernziale sulla Cassia Nuova.

  10. Questa di Rosanna Ol. mi sembra la proposta più sensata: riaprire quel tratto di Cassia antica e rendere “preferenziale” una corsia di v. Cassia nuova. Corsia preferenziale che a mio avviso dovrebbe prolungarsi fino all’incrocio con l’Olimpica.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome