Home POLITICA Torquati (PD): “Su stazione Vigna Clara Raggi arriva tardi”

Torquati (PD): “Su stazione Vigna Clara Raggi arriva tardi”

stazione-vignaclara

“Dopo essersi intestata ieri un emendamento del Governo per salvare quella Casa Internazionale delle Donne di Roma che ha sempre bistrattato, oggi la Sindaca si intesta il lavoro di Ferrovie delle Stato sul completamente dell’anello ferroviario e sull’apertura della Stazione di Vigna Clara. Per carità, ormai ognuno dice quel che vuole, ma dispiace non aver avuto sostegno in questi tre anni proprio da parte del M5S”.

Così in una nota il capogruppo PD in Municipio XV Daniele Torquati riferendosi ad un post odierno di Virginia Raggi su facebook nel quale c’è una parvenza di rivendicazione sul fatto che la riapertura della stazione Vigna Clara con attivazione della tratta che la congiungerà con la stazione Ostiense pare essere veramente alle viste entro dicembre 2020.

“Era gennaio 2019 – ricorda Torquati – quando con una ordine del giorno del Consigliere regionale Patanè, supportato dal PD municipale, si chiedeva di non procrastinare ulteriormente l’avvio dell’iter per la riapertura della stazione di Vigna Clara: un impegno che la Giunta regionale assunse e che oggi finalmente porta benefici concreti ad un territorio che attende da 30 anni”.

“Era luglio del 2017 – sottolinea ancora il capogruppo dem –  quando la maggioranza 5 Stelle del Municipio XV si astenne all’ordine del giorno presentato dal gruppo municipale del PD. Calendarizzato dopo mesi a causa di un ostruzionismo inconcludente, l’ordine del giorno chiedeva alla maggioranza 5 Stelle una posizione chiara sul raddoppio del binario sulla tratta Vigna Clara – Valle Aurelia, sulla chiusura dell’anello ferroviario Nord e anche su quelle migliorie che devono accompagnare questo percorso: dalla riconversione in posti auto delle aree adiacenti la ferrovia alla messa in sicurezza di via Monterosi fino alla tanto attesa e sperata tutela e regolarizzazione del mercato rionale di Piazza Diodati”.

“Insomma, la Sindaca ormai imbarazza  e arriva tardi, intestandosi ormai anche battaglie su cui non ha mai fatto pesare il suo ruolo” conclude Torquati dichiarando: “Siamo al crepuscolo di un’esperienza politica che, anche nei titoli di coda, non brilla. Sorridiamo tuttavia con quella cittadinanza che, dopo tanto tempo, finalmente vede avvicinarsi la concretezza di un risultato che Regione e Ferrovie dello Stato hanno saputo ottenere”.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome