Home VIGNA CLARA Vigna Clara, via Ronciglione si rifà il look

Vigna Clara, via Ronciglione si rifà il look

via ronciglione

Ci son voluti quattro anni, da quando nacque il Comitato Amici di via Ronciglione, perchè si giungesse dalle proteste, dagli articoli sulle testate locali, dagli incontri e dalle promesse al tanto agognato dai residenti progetto di riqualificazione ambientale che prenderà il via mercoledì 24 ottobre in via Ronciglione.

Se c’era una strada disastrata a Vigna Clara, quella è via Ronciglione. Se c’era una strada dimenticata a Vigna Clara, quella è ancora via Ronciglione. Istituita con Regio Decreto 1087 del luglio 1924 era, e ancora è, una stradina residenziale sulla Cassia, a metà strada fra Ponte Milvio e Piazza dei Giochi Delfici, che termina sulla lunga scalinata (centocinquasette gradini) di Corso Francia immortalata da Dino Risi nella scena finale del  film “Il Giovedì” del 1963.

Anche se il traffico non è rilevante, anche se la strada non è di scorrimento, non per questo via Ronciglione non meritava attenzione e dignità.

E al via dunque, e finalmente,  i lavori che  anticipati nell’assemblea pubblica che si è tenuta in XV Municipio lo scorso 20 settembre,  nella prima fase interesseranno il tratto di via Ronciglione compreso tra via Stringher e Via Cassia e che sono stati concordati ad un tavolo a cui sedevano l’Assessorato e il dipartimento capitolino all’Ambiente, la presidenza e l’Ufficio Tecnico del XV, la Polizia Locale di Roma, Italgas e il Comitato Amici di Via Ronciglione.

A fornire il dettaglio dei lavori è il presidente del XV, Stefano Simonelli, che in una nota spiega come “il progetto vedrà l’abbattimento dell’alberata attualmente esistente in via Ronciglione tra via Stringher (escluso slargo) e via Cassia, con successiva piantumazione, dopo l’intervento di Italgas per la posa di una nuova rete. di nuovi pini e cipressi con contestuale rimozione delle ceppaie attualmente presenti su tutta la via“.

Nella nota si spiega inoltre che il cronoprogramma concordato si sviluppa su tre fasi.

FASE 1 (durata 4-5 gg, clima permettendo)

Mercoledì 24 ottobre il Dipartimento Tutela Ambientale inizierà i lavori di abbattimento e rimozione degli alberi presenti nel tratto di strada interessato. Nel corso degli stessi il Dipartimento provvederà anche a rimuovere tutte le ceppaie, comprese quelle già preesistenti sull’intera via, portandole ad una quota di circa 10 cm sotto il livello del rispettivo marciapiede.

Appena rimosse, il Municipio provvederà, attraverso la ditta di manutenzione strade, a ripristinare provvisoriamente il manto dei marciapiedi per  garantirne l’utilizzo in sicurezza.

Durante tali attività verranno apportate alcune variazioni ai sensi unici attualmente esistenti. In particolare, in Via Mengotti senso unico da Via Stringher a Via Cassia; in Via Stringher senso unico da Via Ronciglione a Via Mengotti; e in Via Ronciglione chiusura al transito veicolare e pedonale da via Stringher a via Cassia con divieto di sosta su ambo i lati.

Ne consegue che chi da via Cassia dovrà  raggiungere la Scuola Menghotti o via Ronciglione, dovrà passare per via Luigi Bodio.

FASE 2 (durata 15-20 gg clima permettendo)

Lunedì 5 novembre Italgas inizierà i lavori per la posa di una nuova rete nel tratto interessato, compreso lo slargo altezza via Stringher.

Da un punto di vista viabilità, precisa Simonelli, “in questa seconda fase è presumibile che si ritorni all’originaria disciplina di traffico con la possibilità di transito veicolare e pedonale anche sul tratto di strada interessato dai lavori di Italgas, con il solo divieto di fermata su entrambi i lati della strada“.

Durante i lavori di Italgas – sottolinea il presidente – sarà garantita la presenza e supervisione di un agronomo per controllare che non venga compromesso l’impianto radicale delle alberature non oggetto di abbattimento apportando, se necessario, correttivi al progetto di posa della nuova rete“.

FASE 3 (durata e inizio lavori da definire)

Nel corso dei lavori di cui alle Fasi 1 e 2, la Direzione Tecnica del Municipio XV valuterà i presupposti di fattibilità, in termini tecnico/procedurali e temporali, dei lavori propedeutici all’impianto dei nuovi alberi.

Dopo di che, in accordo con tutti gli attori che hanno concordato questo progetto, verrà deciso il  tipo di  impianto per le nuove alberature (su marciapiede e/o su nuove tazze d’impianto), il  sesto d’impianto con relativa definizione delle quantità di pini e cipressi che dovranno essere acquistati, le caratteristiche di scavo necessarie per un corretto ed efficace impianto, la definizione nel dettaglio dei lavori e dei tempi di ripristino definitivo strade e marciapiedi e i tempi per acquisto e fornitura delle alberature e relativo impianto.

Le nuove piante che saranno acquistate dal Dipartimento Tutela Ambientale – spiega ancora Simonelli – vedranno la supervisione dei tecnici del Comitato Amici di Via Ronciglione. Saranno selezionati alberi di dimensione tale che consenta già di apprezzare visivamente la sistemazione che sarà definita nella Fase 3“.

Obiettivo e impegno delle Parti – conclude Simonelli – è pianificare tutte le attività in modo tale che ci sia coincidenza e continuità tra i singoli step inseriti nelle tre fasi del cronoprogramma“.

Gaia Azzali 

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome