Home CRONACA Strisce fai-da-te, un altro caso in via Orti della Farnesina

Strisce fai-da-te, un altro caso in via Orti della Farnesina

ortifarnesina

Visto che non ci pensa il Comune, i cittadini si attrezzano e dipingono le strisce da soli. Per farlo, bastano un secchio di vernice, un pennello, un pizzico d’ironia e soprattutto la voglia di non essere investiti su quel che resta fra lo sbiadito e il grigio delle strisce d’un tempo che fu.

E così, dopo l’episodio della scorsa settimana, ecco che in via Orti della Farnesina spunta un nuovo attraversamento pedonale fresco di realizzazione, seppur artigianale, davanti ad un piccolo supermercato, là dove il via vai di pedoni è frequente.

Gli autori? Probabilmente degli emuli di quanto accaduto pochi giorni fa ad un centinaio di metri di distanza, dove via Orti della Farnesina diventa improvvisamente a senso unico con obbligo di svolta in via dei Giuochi Istmici. Un incrocio pericolosissimo dove tutti i giorni c’era qualcuno che andava dritto contromano. Stanchi rischiare la vita, alcuni residenti hanno disegnato a terra quella segnaletica agognata da anni ma mai realizzata dal Comune. E in men che non si dica, solo dopo 5 giorni – mai vista tanta reattività – ecco la ditta inviata dal Campidoglio a perfezionare e regolamentare quel che i cittadini avevano fatto a mano libera.

E allora se tanto mi dà tanto, si saran detti questi novelli Giotto della segnaletica, proviamoci anche qui.

ortifarnesinaE così, da stamani, delle belle strisce fresche di pittura sono comparse all’altezza del civico 44. Non sono proprio dritte e squadrate ma temporaneamente assolvono alla loro funzione: far attraversare in sicurezza. Detto a suocera perchè nuora intenda.

Edoardo Cafasso

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

  1. Le ho viste anche io, glitterate, argento. Sorrido perché è un ‘atto vandalico’ accettabile, è meno sopportabile per i pedoni scappare dalle auto come gatti randagi. Spero che questi buoni ‘malfattori’ spostino l’attenzione poi su Via della Farnesina, dove lungo tutto il tratto sarebbe indispensabile una riformazione della segnaletica stradale, perché hanno segato anche i pali segnaletici (e i vigili mi hanno spiegato che se non ci sono i pali segnaletici non possono multare auto parcheggiate sulle strisce che si intravedono).

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome