Home ATTUALITÀ Teatro Olimpico, ecco la nuova stagione

Teatro Olimpico, ecco la nuova stagione

teatro-olimpico-roma.jpgL’ironia pungente e le naturali doti di intrattenitore di Giancarlo Magalli hanno fatto da filo conduttore alla conferenza stampa di presentazione della prossima stagione del Teatro Olimpico, che si è tenuta lunedì 22 giugno all’interno del teatro stesso. Fra graditi ritorni e novità interessanti, il cartellone 2015/16 si annuncia ricco e variegato: diamoci insieme un’occhiata.

“La prima volta che sono venuto qui – e questo denota anche l’antichità del teatro – ero un bambino, c’era una matinée per le scuole ed erano in programma Racine e Corneille: mi volevo buttare giù dalla galleria!”.
Scherza, Giancarlo Magalli, fin dal momento in cui, affiancato da Lucia Bocca Montefoschi, direttore artistico del Teatro Olimpico, prende in mano il microfono per introdurre, insieme ai protagonisti, la nuova stagione, che partirà il 29 settembre con Semo o non semo, lo spettacolo di Nicola Piovani dedicato alla musica romana.

Sul palco salgono Carlotta Proietti, Donatella Pandimiglio, Sara Folis e Massimo Wertmüller, il quale, in qualità di portavoce del gruppo, racconta che lo spettacolo, che resterà in scena fino al 4 ottobre, “sarà una passeggiata nella musica romana, che verrà visitata e non rivisitata, come un palazzo antico cui si ridà l’intonaco. Ci saranno canzoni, sketch e racconti, sarà un varietà che piacerà anche ai giovani”.

Dal 6 al 18 ottobre torneranno i formidabili danzatori/acrobati della No Gravity Dance Company con Dall’Inferno al Paradiso (i viaggi dell’anima), sintesi della stupefacente trilogia con la quale negli ultimi anni Emiliano Pellisari ha riletto e aggiornato al XXI secolo la Divina Commedia.

Dopo i successi ottenuti con Il Flauto Magico e Il Giro del Mondo in 80 Minuti, dal 22 ottobre all’8 novembre arriverà la Carmen secondo l’Orchestra di Piazza Vittorio, “uno spettacolo che, partendo dalla partitura straordinaria di Bizet, parla di un femminicidio e di un popolo di gitani, temi che sono di stretta attualità, con l’orchestra sul palco e con i musicisti che diventano i personaggi dalla vicenda raccontata”, dice Mario Tronco, il direttore musicale di questa sorprendente ensemble multietnica.

Dal 10 al 22 novembre ci sarà il graditissimo ritorno di Anche Se Sei Stonato, la deliziosa ed esilarante commedia scritta da Marco Presta e interpretata insieme a Max Paiella, che secondo noi è stato lo spettacolo migliore della stagione passata, forse anche perché, per usare le parole dello stesso Presta, “niente fa più ridere delle disgrazie altrui”.

Mentre dal 24 novembre al 6 dicembre sarà la volta di Di Mamma non ce n’è una sola, una commedia scritta, diretta e interpretata da Max Tortora e Paola Tiziana Cruciani, invece dall’8 dicembre al 3 gennaio arriverà Allegro ma non troppo, il nuovo spettacolo con il quale Maurizio Battista promette (forse!) di portare “una sinfonia di battute per due ore e mezzo”.

Dal 6 al 10 gennaio la prestigiosa compagnia “La Classique” porterà sul palco del Teatro Olimpico due capolavori della storia del balletto russo (La Bella Addormentata e Lo Schiaccianoci), mentre dal 12 al 17 gennaio Francesca Reggiani sarà protagonista di Tutto quello che le donne (non) dicono – 2016, uno spettacolo che si propone di sfatare con feroce ironia tutti i luoghi comuni che segnano la nostra disastrata attualità, compresa “la gioia della gravidanza”.

Finalmente Max Giusti ci regalerà uno show in cui rifarà i suoi personaggi e le sue imitazioni (o reinterpretazioni, se preferite) più divertenti! L’appuntamento – con Terence Hill e Biagio Antonacci, con Ligabue e Vasco Rossi, ma anche con Tavecchio, Lotito e molti altri – è fissato dal 19 al 24 gennaio e lo spettacolo si chiamerà Pezzi da 90.

Dal 28 gennaio al 7 febbraio si rinnoverà il tradizionale appuntamento con Supermagic, il festival internazionale della magia che, giunto alla sua tredicesima edizione (Sogno), porterà sul palco del Teatro Olimpico i migliori prestigiatori, illusionisti, manipolatori e fantasisti della scena mondiale.

Dal 9 al 21 febbraio sarà la volta di Opus Cactus, uno degli spettacoli più belli e suggestivi dei Momix di Moses Pendleton. Creato più di dieci anni fa per l’Arizona Ballet, questo show del Mago della Danza è un omaggio ai deserti di tutta la Terra: colori pazzeschi, ora delicati ora intensi, per dipingere albe magnifiche e tramonti mozzafiato, musiche oniriche e ritmi tribali per accompagnare i movimenti dei ballerini che diventeranno le creature, le forme e i misteri che popolano queste superfici infinite.

Dopo il successo de La Fantastica Avventura di Mr. Starr , torneranno anche Lillo & Greg che dal 23 febbraio al 3 aprile proporranno al pubblico Marchette in Trincea (Work in Regress), un vecchio spettacolo scritto da Greg che il duo comico ha smantellato e ristrutturato a distanza di un decennio, un’opera di metateatro con la quale Pasquale Petrolo e Claudio Gregori dissacreranno le dinamiche, spesso squallide, che fanno funzionare il mondo dello spettacolo.

Dal 5 al 24 aprile andrà in scena Un’Ora di Tranquillità, una commedia francese che ha riscosso un grande successo in patria e che è anche diventata un film campione d’incassi grazie a Patrice Leconte. Una comicità travolgente, un’intelaiatura farsesca e un onesto quanto spietato cinismo saranno gli ingredienti di questo spettacolo la cui regia è affidata a Massimo Ghini, che sul palco sarà affiancato da Galatea Ranzi, Claudio Bigagli, Massimo Ciavarro, Gea Lionello, Luca Scapparone e Alessandro Giuggioli.

Dal 3 al 15 maggio Amii Stewart sarà protagonista de La Via del Successo, un musical americano con tanto di orchestra dal vivo che, attraverso ventisei brani, racconterà la storia di Diana Ross e delle Supremes e la leggenda del rhythm & blues.

Anche in questa nuova stagione, inoltre, attraverso il Festival Internazionale della Danza, si rinsalderà il sodalizio con l’Accademia Filarmonica Romana: oltre ai Momix, sono infatti in cartellone George Sand – Uomo e Libertà (29 aprile), uno spettacolo dell’Astra Roma Ballet dell’étoile Diana Ferrara, il consueto appuntamento con l’Aterballetto (24 e 25 maggio) e Le Quattro Stagioni (27 e 28 maggio) del Balletto del Sud.

Infine, per gli amanti della musica rock, dobbiamo segnalare i concerti Live at Wembley della tribute-band dei Queen “Regina” e Sgt. Pepper’s Magical Mystery Live con protagonisti gli Across the Beatles (4 e 5 gennaio).

Per ogni altra informazione e per acquistare gli abbonamenti si può visitare il sito http://teatroolimpico.it/.

Giovanni Berti

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome