Home ARTE E CULTURA Li sette giorni der 29 lujio

Li sette giorni der 29 lujio

Eccoci al consueto appuntamento domenicale con il Vernacolo di VignaClaraBlog.it: le sette notizie più interessanti degli ultimi sette giorni riassunte in sette quartine in stretto dialetto romanesco grazie alla sottile ironia del nostro sor Giovanni Berti. Un modo scanzonato per ripercorrere gli avvenimenti della settimana appena trascorsa. Buona domenica.

Si devi percore via de Baccanello,
sorti mezzoretta prima da Cesano:
inzù ‘sta via li lavori fanno macello
e come in pricissione se va’ piano.
Tutti in pricissione!

Li malanni sua da mo’ sò risaputi:
crivellato da millanta e ppiù corpi,
s’avvicina celere a l’arberi pizzuti
quello che fu er ber Parco Vorpi.
L’agonia der Parco Vorpi.

Ar nome che cianno tenenno fede
in modo coerente e assai gajardo,
li nomadi se trasferischeno ‘a sede
su ‘a consolare da via der Bajardo.
Nomadi de nome e de fatto.

Aritorna er sor sinnaco Giannetto
a bazzicà drento a Monno Fitness:
in quer giorno, pe’ ischerzo detto,
‘o ribbattezzo in Monno Sadness.
Monno Fitness???

Sì, Cangemi, Giacomini e Cantiani,
grazzie mille pe’ la discarica evitata!
E mo’ dateve da fà puro co’ e mani
e tojete li manifesti da ogni fermata!
Grazzie..pe’ li manifesti abbusivi!

Spunta in ggiro p’a rete er comitato
che protegge li diritti der pennolare;
‘r successo è certamente assicurato:
de tempo ce ne stà quanto ve pare!
Ner frattempo che s’aspetta…

Carissimo dottor o sor Carlo Tosti,
nun me sembra propio ne la norma
aggravà der titolo de viaggio ‘i costi
pe’ ppoi d’Ulisse facce seguì l’orma!
2012: Odissea su li mezzi ATAC.

.
                                            © riproduzione riservata – proprietà EdiWebRoma

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome