Home ARTE E CULTURA Li sette giorni der 27 maggio

Li sette giorni der 27 maggio

Torna come ogni domenica l’appuntamento con il Vernacolo di VignaClaraBlog.it e con sor Berti, il nostro vernacoliere, che in stretto romanesco ci racconta in sette quartine le sette notizie più simpatiche degli ultimi sette giorni. Sor Berti si legge in due minuti ma fa sorridere per almeno sette…. buona domenica.

Si er quotidiano legge l’impiegato,
li fri press er sor Giacomini vieta;
e, si questo se magnava er gelato,
senza induggio li metteva a dieta?
Er decisionismo de sor presidente.

Si drento ‘sta cassettina der parco
ce stà er libbro, te senti meno solo
e ‘n capoccia se spalanca ‘n varco,
speranno che l’autore nun sii Volo!
Libbri ner parco.

‘A caciara regna fino a notte fonna:
ar Foro insonnia fà rima co’ estate;
ah ballerini, consentite ‘na dimanna?
Ma ‘gni tanto a lavorà nun ciannate?
Musica e insonnia ar Foro Italico.

Co’ ‘sta uebcam da INAF acchittata
li monumenti de l’Urbe pareno vicini:
peccato che nun pò esse visualizzata
‘a voraggine che stà a via Comparini.
Roma vista da l’arto.

‘O stadio Flaminio annerà a la Lazzio?
Nun me sembra propio ‘n’idea bonna:
sò persuaso che pe’ fà finì ‘sto strazzio
puro ‘a Roma deve giocà a Barcellona.
‘O stadio giusto pe’ Roma e Lazzio.

‘A natura te poi scapriccià a fotografà
drento ‘a bella riserva de l’Insugherata:
però sarei assai più felice d’immortalà
‘a riopertura attesa de quarche entrata.
Fotografanno l’Insugherata…

De lo sport se celebbra etica e curtura,
appuntamento a lo stadio d’a Farnesina:
eticamente ciò sur serio avuto gran cura
d’allenamme a la pennica tutta ‘a matina.
L’etica der sonno.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome