Home ATTUALITÀ Via Due Ponti – Corsetto: non ho preso parte al blitz notturno

Via Due Ponti – Corsetto: non ho preso parte al blitz notturno

La scorsa notte, sulla base di un commento ricevuto ed apparentemente veritiero in termini di firma e di indirizzo del mittente, utilizzando le identiche parole dello stesso abbiamo scritto in un articolo che il giornalista Riccardo Corsetto aveva annunciato di aver preso parte all’apertura forzata della strada di fondovalle. Corsetto smentisce il fatto dicendo: “E’ certo che qualcuno si sia divertito ad usare il mio nome inviando un commento a VignaClaraBlog.it”.

Chiarito amichevolmente l’equivoco con la nostra Direzione, Riccardo Corsetto ci tiene a far sapere che sta facendo la sua parte “affinché l’Acea possa venire incontro ai cittadini, aprendo un senso di marcia nel senso della Flaminia. Questo, più che la Fondovalle, potrebbe lenire i disagi.”

“Proprio ieri – continua Corsetto – ho accompagnato rappresentanti dei cittadini ad un incontro con il presidente Gianni Giacomini e il comandante Giuseppe Bracci del XX Gruppo della Polizia Municipale, ed erano presenti anche il consigliere Giuseppe Calendino e il Consigliere comunale Francesco de’ Micheli. Ho potuto riscontrare che l’amministrazione municipale sta facendo il possibile, per quel che è nelle sue competenze, ma purtroppo la comunità dovrà pagare lo scotto di un’urbanistica malata, che ha edificato interi quartieri attorno ad un’unica strada fatta non proprio di recente dagli antichi romani. E mentre i posteri di questi facevano quartieri a iosa, si dimenticavano di strade e nuove e fogne. E’ qui il paradosso.”

“Il mio invito agli eletti – continua Corsetto – soprattutto dell’opposizione in XX Municipio e in Comune è a non cavalcare strumentalmente il pur legittimo e comprensibile disagio dei cittadini e di noi tutti (anche io abito in zona) ma a cercare collaborazione e a non fomentare un’esasperazione collettiva già molto alta. Quelle fogne, bisogna anche dire se vogliamo fare informazione e non dare a credere che si aprano cantieri per far dispetto al prossimo, le attendevamo da 50 anni. Non potevamo certo continuare a scaricare a terra le acque reflue in quest’area popolata da migliaia di cittadini.
Lo dico sapendo di rischiare l’impopolarità e qualche parolaccia dai lettori, ma non posso evitare di dire che questi lavori sono una assoluta necessità. Per questo inviterei a non cercare colpevoli e capri espiatori. Si cerchino piuttosto sinergie e soluzioni. Chi oggi a sinistra chiede di interrompere subito i cantieri è un irresponsabile cavalcatore di umori che non sa quel che dice. ”

“Devo infine anticipare – conclude Riccardo Corsetto – che non sono più portavoce romano del movimento per l’Italia di Daniela Santanché, partito dal quale ho rassegnato le dimissioni per incompatibilità con nuovi incarichi che renderò pubblici a breve.”

Visita la nostra pagina di Facebook

15 COMMENTI

  1. Comunicato Antoniozzi-Ciardi: sospendere subito i lavori
    https://www.vignaclarablog.it/2012021518003/via-due-ponti-antoniozzi-ciardi-pdl-sospendere-subito-lavori/
    Qui sembra che chi “cavalca strumentalmente” sia la maggioranza e non l’opposizione che come ha fatto prima dell’apertura del caniere, oggi ha di nuovo fatto le sue proposte e chiesto delle correzioni, naturalmente dando una legittima lettura politica alla situazione
    Comunicato Gruppo PD: le nostre proposte per rimediare al caos del PdL
    https://www.vignaclarablog.it/2012021518004/via-due-ponti-gruppo-pd-xx-nostre-proposte-per-rimediare-caos-pdl/
    Sarebbe il caso di smettere di puntare sempre il dito contro qualcuno ed individuare quel qualcuno nella “sinistra”.

    Daniele Torquati
    Capogruppo PD Municipio Roma XX
    danieletorquati@virgilio.it

  2. Egregio Corsetti, anche gli egregi Ciardi e Antoniozzi sono – per usar le sue parole – irresponsabili cavalcatori di umori che non sanno quel che dicono ? Mi piacerebbe molto saperlo. Grazie.

  3. certo, lavori attesi da 50 anni che proprio per questo potevano attendere ancora altri 4 mesi! con scuole chiuse e giornate con più ore di luce! l’alternativa non può e non deve essere quella di rovinare la vita a un intero quartiere per 4 mesi di fila ogni giorno! ma è ancora un paese civile questo?!?

  4. I lavori durano complessivamente 10 mesi.
    – 7 Febbraio\8 Giugno
    Lungo via Due Ponti dal sovrappasso del Fosso di Sesto Miglio all’incrocio con Via Signa.
    – 9 Giugno\31 Agosto
    Incrocio di Via Du Ponti Via Signa e l’incrocio via Sinisi Via Ischia di Castro
    – 1 Settembre\1 Novembre
    Incrocio via Sinisi – Via Ischia di Castro e la Strada di Fondovalle.
    I mesi estivi sono inglobati. Chiedere di spostare i lavori nei mesi estivi sarebbe come prendere in giro i cittadini, come tra l’altro cercano di fare Antoniozzi e Ciardi. (https://www.vignaclarablog.it/2012021518003/via-due-ponti-antoniozzi-ciardi-pdl-sospendere-subito-lavori/)
    I lavori si devono fare, quello che contestiamo è la mancata preparazione di un piano della viabilità preventivo e l’incapacità degli amministratori che governano Roma e il Municipio nel gestire questa situazione come tante altre.
    Penso che sia opportuno in questo momento meetere intorno ad un tavolo dei tecnici competenti per valutare delle proposte serie come quelle avanzate dal PD, non da oggi, ma da sempre.
    (https://www.vignaclarablog.it/2012021518004/via-due-ponti-gruppo-pd-xx-nostre-proposte-per-rimediare-caos-pdl/)

    Daniele Torquati
    Capogruppo PD Municipio Roma XX
    danieletorquati@virgilio.it

  5. Ringrazio la redazione e il direttore per aver pubblicato la mia lettera. Sulla nota di Ciardi e Antoniozzi non ho difficoltà a dire che stanno evidentemente cavalcando anche loro gli umori. Sarebbe facile anche per me gridare di fermare i lavori, ma preferisco che questi lavori finiscano in fretta una volta per tutte. Sui mesi estivi non c’è argomentazione. Avrebbe senso parlare di lavori in estate davanti ad una cantierizzazione trimestrale, ma qui con tutta probabilità ne avremo per un anno. Il mio slogan impopolare oggi è sbrighiamoci a chiudere. Senza rimandare ancora e ancora. A Ciardi suggerisco di venire a bonificare i locali abusivi di via Pirzio Biroli anziché interessarsi di traffico e mobilità. Materia che non gli compete in questo momento.

  6. Quale presidente del locale Comitato, auspico che il delegato del Sindaco alla sicurezza voglia ricordarsi delle promesse pubblicamente esternate il 14 ottobre 2010 alla presenza di decine di persone circa l’emissione di ulteriori ordinanze relative alle decine di loculi illegalmente locati come abitazioni in Via Gradoli.

  7. Purtroppo la storia si ripete! Mi sembra di ricordare il gigantesco ingorgo che si verifico’ nel giorno dell’inaugurazione della galleria Giovanni XXIII senza il completamento di Via della Pineta Sacchetti all’uscita Galleria.Si trattava senza dubbio di una delle opere piu’ importanti realizzate per Roma eppure bastava attendere di ultimare la viabilita’ per evitare il disagio .

  8. Caro Torquati,
    noi non chiediamo di spostare i lavori nei mesi estivi.
    Noi chiediamo di INIZIARLI E COMPLETARLI nei mesi estivi.
    Che si facesse un piano accelerato mettendo più persone e più risorse.
    Concentrate tutto in pochi mesi.

    Non ci fidiamo più delle promesse.
    La rampa del raccordo doveva essere pronta in 6 mesi. Ce ne sono voluti 18.
    Il raccordo cassia-flaminia doveva essere allargato per il 2000, è stato fatto nel 2010.
    Si rende conto che non possiamo correre il rischio di passare anni con quella strada chiusa?

    Non è populistico chidere di ESEGUIRE i lavori durante l’estate. E’ una necessità.
    E non si può dire di no, non siamo nel medioevo.

  9. Ho capito benissimo quello che chiedete. Sono però anche consapevole che dieci mesi di lavori, anche volendo, non si possono restringere in tre. Se volete che anche l’opposizione vi prenda in giro come sta facendo e ha fatto la maggioranza per mesi io potrei dirvi che sono completamente d’accordo con voi, ma non è mio costume essere un cavalcatore degli umori della gente per soli scopi elettorali.
    Il vero problema, e per questo vi dovreste arrabbiare, è stato aprire un cantiere così invasivo senza nessun preavviso e soprattutto senza un piano del traffico adeguato a sostenere i disagi che era chiaro che sarebbero arrivati.
    https://www.vignaclarablog.it/2012021518004/via-due-ponti-gruppo-pd-xx-nostre-proposte-per-rimediare-caos-pdl/
    Queste sono le nostre proposte fatte ben prima dell’apertura del cantiere in innumerevoli commissioni lavori pubblici e in sopralluoghi.
    Tra le proposte c’è anche la richiesta che i lavori vengano effettuati anche di notte, anche se l’esigenza prioritaria, secondo me, rimane la creazione di una carreggiata in Via Due Ponti durante tutta la durata dei lavori. Quella strada non si può chiudere e lo avevamo fatto presente.

    Cordiali Saluti

    Daniele Torquati
    Capogruppo PD Municipio Roma XX
    danieletorquati@virgilio.it

  10. Gentile Daniele, dopo che ci siamo sentiti per telefono, ho riflettuto, pero’ speravo fosse finito il tempo del ……noi l’avevamo detto!!! Tra un po’ di tempo analizzeremo il passato. Ora serve altro. Come hai visto l’apertura di fondovalle serve a poco. Fermiamo il cantiere, anche con le cattive, apriamo un percorso laterale e poi ricomincino i lavori. E non chiederci di arrabbiarci se poi il massimo strumento che abbiamo sono le mail, oltretutto annacquate da tutti quelli che si scambiano accuse. Dai fate un atto di coraggio , uno qualsiasi!! Buon lavoro

  11. Signor Torquati da quello che ho capito i lavori erano attesi da cosi’ molti anni che effettuarli con un paio di anni di ritardo non sarebbe stato così grave,ho scritto un paio di anni perché come dice lei fare lavori con tempi di realizzo di 10 mesi e’impossibile ridurli a 3mesi.pero’ ridurli a 8 mesi penso di si’ e quindi ecco che potevano cominciare a meta giugno2012 e fermarsi a settembre 2012 per ricominciare a giugno 2013 e terminare a settembre 2013. ecco fatto quasi 10 mesi di lavori .
    Ad ogni modo io non ho ancora trovato da nessuna parte le concrete proposte che il suo gruppo avrebbe presentato a riguardo dei lavori.le può per favore linkare qui sopra ?perché sinceramente continuare a ripetere che gli altri sono incapaci a governare e’ diventato stucchevole e oltretutto lampante.

  12. Gentile Signor Torquati,
    purtroppo vedo che nelle vostre proposte (tutte condivisibili e buone a mio avviso) manca quella fondamentale che dimostra che anche voi dell’opposizione non avete chiaro come si gestisce il traffico in quella zona, ovverosia “l’immediata apertura della strada di fondovalle anche nell’altrro senso”. Infatti così tale infrastruttura non serve a nulla non perchè inutile, ma perchè disponibile nel far transitare il traffico nella direzione non desiderata da quasi nessuno. Mentre via della Crescenza grida aiuto ogni giorno da anni per poter trasportare automobili da Grottarossa a via due Ponti la fondovalle si rende disponibile per far transitare auromobili in senso opposto che non ha mai interessato grossi flussi di traffico ( mai a memoria d’uomo un intasamento è stato visto su via della crescenza VERSO via di Grottarossa). Potrebbe cortesemente spiegare in questo blog qual’è la sua sposizione sull’argomento così che i cittadini possano sapere se l’inutile senso unico della fondovalle è un guaio dovuto all’attuale inadeguata amministrazione o se è destinato a permanere nel futuro anche con voi al governo? Inoltre vorrei sapere se è comunque nei piani futuri (a fine lavori su via due ponti ultimati) l’apertura completa nei due sensi della fondovalle così come da progetto originario.
    Grazie se vorrà spiegare la sua posizione in questo blog a tanti dei suoi “potenziali” elettori.

  13. Corsetto, ma è una cosa grave! Cioè, quando leggiamo qui un suo commento potrebbe essere non suo ma di chiunque? Bono a sapesse! Ma ha sporto denuncia alla Polizia Postale, in modo che ciò non possa riverificarsi in futuro? In mezz’ora glielo trovano il pc da cui è partito il messaggio. Mi sembra che lei l’abbia presa un po’ alla leggera.
    Ma come facevano a sapere l’email con cui lei accede? Non avrà mica fatto la sciocchezza di entrare in un giornale/blog con il suo vero nome associato a una sua email di pubblico dominio!
    Comunque le dovrebbe essere facile risalire al colpevole. Per sapere già a mezzanotte del blitz deve essere stato qualcuno che vi ha partecipato. E mica saranno stati diecimila! Provi a chiedere al Cons Calendino che alle 23 già sapeva tutto e lo pubblicava allegramente su FB…
    Poi ci faccia sapere come è andata a finire in modo da esser certi che sia veramente lei a scrivere a suo nome e non qualche buontempone.

  14. https://www.vignaclarablog.it/2012021518004/via-due-ponti-gruppo-pd-xx-nostre-proposte-per-rimediare-caos-pdl/
    Queste sono le proposte del PD (già linkate nel mio precedente commento), fatte ben prima dell’apertura del cantiere e senza le quali non si doveva neanche iniziare.
    Inoltre ci tengo a precisare che l’apertura della strada di Fondovalle era una condizione che avevamo proposto come necessaria.
    La strada di Fondavalle non si può aprire in tutti e due i sensi perchè mancano gli espropri in Via S. Cosma e Damiano e soprattutto non sono state ultimate dal Dipartimento i passaggi di consegna dalla ditta appaltatrice e l’amministrazione pubblica. Come segnala oggi anche il MDC
    https://www.vignaclarablog.it/2012021618015/via-due-ponti-mdc-aperta-la-fondovalle-ma-il-collaudo/
    Infine rimane pericoloso l’innesto della Fondovalle con Via Ischia di Castro, dove a nostro parere si deve realizzare un sistema di viabilità nel quale si riesca a conciliare l’entrata e l’uscita della Fondovalle con Via Ischia di Castro e il parcheggio degli autobus di Largo Sperlonga.
    Per onestà intellettuale, come potrete leggere nel nostro comunicato linkato qui sopra, voglio dire che condividiamo, proponendola anche, l’apertura in via eccezionale in occasione del cantiere di via Due Ponti. Riteniamo però sia una misura come tutte le altre che dovevano essere messe in campo prima della cantierizzazione.
    Luca sono d’accordo con te, soprattutto sono dispiaciuto dei commenti tra politici che si criticano, ma sono d’accordo con te: penso che in questo caso l’unica soluzione sia aprire una corsia a lato del cantiere, come sosteniamo da tempo. Spero che il Dipartimento dia mandato alla ditta di fare questo e spero che l’Ass. ai lavori pubblici del Comune e del Municipio spingano per questo.
    Per quanto riguarda la chiusura del cantiere, non credo che sia una soluzione percorribile, perchè sposterebbe solo il problema, un anno? Due? e poi?
    Dobbiamo pretendere, adesso, subito.

    Cordiali Saluti

    Daniele Torquati
    Capogruppo PD Municipio Roma XX
    danieletorquati@virgilio.it

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome