Home ATTUALITÀ Cassia – Blitz notturno, aperta la fondovalle

Cassia – Blitz notturno, aperta la fondovalle

E la giornata di follia sulla Cassia, con nove km di coda più uno sul Raccordo all’uscita Cassia, si chiude con un colpo di mano. Poco prima della mezzanotte di martedì 14 febbraio, con un blitz notturno sono stati rimossi gli ostacoli ed è stata aperta al transito la strada di fondovalle. Un gesto eclatante ma a nostro avviso estremamente rischioso per chi vi sta già transitando o vi transiterà nelle prime ore di questa mattina.

Ci è stato infatti riferito, alle 15 di ieri, che la strada non è stata ancora collaudata, quindi non ricade ancora sotto la responsabilità del Comune. Se a causa del mancato collaudo dovesse accadere qualcosa, chi ne risponderà?

Non sveliamo alcun segreto né violiamo alcuna privacy nel segnalare le fonti di questa eclatante notizia perché sono stati loro stessi a darne pubblicamente informazione.

Alle 22:58 di ieri, sulla pagina facebook del gruppo comitato cittadini via Due Ponti, è il Consigliere PdL del XX Municipio, Giuseppe Calendino, ad esclamare: “Liberi cittadini hanno aperto la strada di fondo valle! Gli uomini liberi corrono sempre più forte delle istituzioni!”

Poco dopo, alle 23:53, con un commento sulle nostre pagine, è Riccardo Corsetto, portavoce romano del Movimento per l’Italia con Daniela Santanché, ad annunciare: “Abbiamo aperto insieme ad un gruppo di amici, forzatamente, la strada di Fondovalle.”

Un gesto eclatante, lo ribadiamo, che starà facendo felici questa notte, mentre scriviamo, decine di automobilisti e le centinaia che questa mattina, di buon’ora, si troveranno a transitare per la zona. Ma in assenza di altre notizie in merito all’avvenuto collaudo e finchè, com’è probabile, la strada non verrà richiusa, sarà meglio fare attenzione, molta attenzione.

La  cronaca della giornata di follia è riassunta nelle decine di commenti pervenutici ieri: clicca qui

Visita la nostra pagina di Facebook

25 COMMENTI

  1. costretti all’anarchia…l’assenza delle istituzioni è un brutto mostro. C’è molta amarezza, perchè nonostante i presupposti che si potesse scegliere per il meglio le istituzioni latitano sempre lasciandoci all’abbandono. Spero che non si verifichino problemi perchè altrimenti sarebbe un’altra brutta pagina da scrivere sulla storia di questo quartiere sempre di più terra di nessuno…

  2. La storia mi ricorda un problema di tanti anni fa, dopo il termine dei lavori di messa in sicurezza delll’argine, che aveva comportato la chiusura di un tratto del Lungotevere prima di Ponte Milvio. il mancato collaudo ritardò la riaperura.
    Fu necessario il mio personale sollecito nei confronti dei vari uffici competenti per farlo riaprire. Forse parallelamente a gesti eclatanti bisognerebbe sollecitare gli uffici.

  3. anche stamattina la Cassia è un inferno e fa male vedere lo smarrimento e il panico negli occhi di chi è costretto a prendere l’autobus in una città dove è sempre stato privilegiato il mezzo pubblico (purtroppo!!!) , se avessimo avuto una metropolitana tutto questo non sarebbe successo. Ma dato che la frittata è fatta – come diceva ieri Marinali – proporrei, intanto :

    – richiesta da parte dell’amministrazione (esiste ???) presso le scuole (Farnesina, Lucrezio Caro, De Santis, ecc) di non contare questi ritardi a scuola – che influiscono sulla condotta e sul num. di ritardi max che si possono fare nel quadrimestre (ci sono anche ragazzi che prendono l’autobus, non tutti hanno macchinette e motorino;
    – turni di lavoro anche di notte;
    – delle belle dimissioni degli assessori ai Lavori Pubblici del Municipio, del comune e anche degli ingegneri e geometri degli uffici tecnici, perchè pagarli per combinare ciò mi sembra un lusso.

  4. Stamattina anche con l’apertura della fondovalle sembra che le cose non cambino : via di Grottarossa e via Cassia sono lo stesso nel caos…

  5. Ho letto con piacere l’avvenuta apertura, da parte di cittadini della strada di fondo valle. Questa azione è una dimostrazione dell’esasperazione dei cittadini che subiscono l’incapacità di amministratori a gestire la viabilità del XX municipio.
    Ci rivedremo alle elezioni. .

  6. Sono un lavoratore della Telecom di via Oriolo Romano 250 che proviene dal quadrante sud della capitale. Leggendo i commenti dei cittadini della zona Cassia in merito alla chiusura di via Due Ponti sento di dover aggiungere delle considerazioni a quelle già espresse dai residenti del quartiere, già esasperati per le pessime condizioni di viabilità della Cassia, e ulteriormente arrabbiati per questi nuovi lavori decisi dal XX Municipio. Come già qualche cittadino ha avuto modo di spiegare nelle e-mail la chiusura di via Due Ponti riverserà sulla Cassia ulteriore traffico che prima transitava su via Due Ponti. Noi lavoratori che dobbiamo raggiungere la sede di via Oriolo, a causa di questi lavori per percorrere i 300 metri di via Oriolo Romano – provenendo da via della Crescenza -impieghiamo anche 30 minuti (30 minuti per 300 metri è da impazzire, verrebbe voglia di strangolare qualcuno). In questa sede, per chi non lo sapesse, lavorano circa 1500 lavoratrici/tori che provengono dalle zone più disparate della capitale ( l’80% vengono al lavoro in auto visti gli scarsi mezzi pubblici disponibili) che magari, come il sottoscritto, percorrono 40 Km in un’ora e mezza. Adesso ci vogliono 2 ore a causa dei lavori. Inutile dire che si potevano effettuare i lavori in estate, oppure aprire prima la via di fondovalle, magari decidere di mantenere una corsia aperta unidirezionale verso la Flaminia di Via Due Ponti ma evidentemente chiedere un pò di buon senso agli amministratori locali non è cosa di questo mondo. Dopo le frane di via di Grottarossa, la chiusura dell’uscita GRA di S. Andrea e quella di via Due Ponti cos’ altro ci dobbiamo aspettare da questa amministrazione che ci peggiori ulteriormente la qualità della vità?
    Spero che i cittadini del XX Municipio si ricordino di quello che stanno subendo quando sarà il momento di rinnovare gli amministratori della XX Circoscrizione.
    Un saluto solidale ai cittadini della Cassia.

  7. Bravo Calendino !!!!!! Però è mortificante vedere che per fare giustizia ai cittadini un politico esponente delle istituzioni deve andare di notte a fare una cosa quasi illegale !! Ma in che città viviamo ? E poi perchè il comune tace e pure il municipio ? il sindaco si sta leccando la ferita delle olimpiadi, il prweidente del municipio sta zitto, gli assessori non fanno sapere niente, siamo tutti abbandonati a noi stessi ! alle 8 di questa mattina mi ci sono voluti 75 minuti per andare da via oriolo romano alla scuola zandonai !! bastaaaaaaaaaaaaaaaaa !!!!

  8. Anche oggi siamo ostaggio di via san Godenzo e vie limitrofe, un ora ci è voluta solo per uscire dalla via, ma pensare di fare i lavori nei mesi estivi prevedendo anche dei turni di notte per accorciare i tempi sarebbe stato chiedere troppo?
    E se malauguratamente qualcuno si sente mente e ha bisogno di assistenza?Gliela forniamo in differita?

  9. questa una mail ricevuta nella notte di ieri dall’Assessore Erbaggi “Nonostante tutte le precauzioni che avevamo preso, oggi avete visto tutti che la situazione è stata a dir poco infernale. Il Municipio sta richiedendo all’Assessorato ai Lavori Pubblici di Roma Capitale, che effettua i lavori, di procedere all’apertura della strada di fondovalle, in via eccezionale, in deroga alle procedure ufficiali ancora da ultimare, dato il troppo grande disagio per il territorio.
    Domani mattina si svolgerà una riunione d’urgenza sull’argomento, in cui sarò presente insieme al Presidente ed al delegato alla Mobilità del Municipio XX, riunione in cui mi auguro si ufficializzi l’apertura della strada di fondovalle, che dovrebbe aiutare a migliorare la situazione attuale.
    Stiamo mettendo tutto l’impegno possibile per far limitare al massimo i disagi per i lavori. “

  10. Sono intenzionata a presentare un esposto alla Procura della Repubblica per ostacolo alla libera circolazione.
    Vorrei proporre anche una class action per lo stesso motivo e chiedere anche i danni morali.
    qualcuno è interessato e si vuole aggiungere?

  11. VERGOGNA !!! ma quali precauzioni, che c’erano solo due cartelli ! Adesso vi svegliate dopo tutto questo casino, dopo che migliaia di persone sono rimaste intrappolate per ore inquinando con la macchina accesa ! la settimana scorsa dovevate correre ai ripari non oggi pure un bambino poteva prevedere quello che sta succedendo !! VERGOGNA VERGOGNA !!! Maurizio era meglio se non la mettevi questa mail mi ha mandato in bestia. ciao

  12. Invece di lamanetarsi del fatto che Mario Monti non ha appoggiato le olimipiadi del 2020!!!
    Dovrebbero pensare ad organizzare il traffico di chi si deve spostare tutti i giorni…

    Se ci fossero state le elezioni …. COL CAVOLO che avrebbero chiuso via due ponti.

  13. Assessoretti, Consiglieri, Sindachetto ecc. ecc. ecc. volevate fare le olimpiadi!!!, . vincereste le olimpiadi dell’incompetenza!!!! Andatevene in blocco a casa, anche se non è colpa vostra, voi ricoprite cariche con responsabilità, prendete atto che sotto la vostra “reggenza” sono accadute queste cose e andatevene tutti anche quelli dell’inutile opposizione. Oppure fatevi trovare incatenati al cantiere in segno di protesta….se proprio non è colpa vostra! Tanto va a finire che la colpa è di qualche sindaco degli anni ’50!! Forse non avete capito che siamo esasperati, che i ragazzi arrivano a scuola con ore di ritardo, che arriviamo a lavoro con ore di ritardo e incavolati neri, che i mezzi pubblici sono stracolmi, che le ambulanze stentano ad arrivare a villa san pietro e che se qualcuno si incavola di brutto non possiamo dargli torto, e guardate che non manca molto!

  14. Sono pienamente d’accordo con Shilare e molti altri: ma dove sono le AUTORITA’? Dove sono tutti quei nostri dipendenti che, a fronte di uno “stipendio pesantuccio e sicuro”, dovrebbero prevenire, gestire ed amminstrare le problematiche dei cittadini e del loro territorio? La sicurezza, l’ordine pubblico, l’inquinamento, la libertà di movimento, il diritto allo studio (anche oggi ritardo a scuola!), il dovere di recarsi a lavoro …. Ma a quando le dimissioni per “vergogna”? A quando le “scuse”? O forse sono termini troppo astratti e filosofici per essere compresi?

  15. All’ospedale S. Pietro non arrivano ne’ i medici ne’ i pazienti ambulatoriali.
    Dopo il caos della neve la disorganizzazione regna sovrana nel solito rimpallo tra Comune, Municipio e quant’altri.
    Amministratori incapaci perchè politici da quattro soldi. Tutti, tranne loro, avevano previsto caos e disagi. Spero che gli elettori della zona poi si ricordino i nomi di certi politici per non votarli alle prossime elezioni.
    L’unica soluzione appare la sospensione dei lavori; l’apertura della strada di fondovalle darà solo un minimo sollievo.
    Quindi lavori a via del Due Ponti a giugno, finite le scuole con turni anche notturni. Per i lavori del Giubileo si poteva lavorare anche di notte come mai per questi lavori non si può fare?
    Chi può protesti con ogni mezzo!
    Roma è sempre più invivibile, i nostri amministratori (in primis il sindaco) ci stanno rovinando la vita.
    Facciamoci sentire!!!!!

  16. A Laura: come si fa a presentare un esposto alla Procura o ad altre autorità compententi? O ad intraprendere una class action? Bisogna muoversi: la città è di tutti e di ciascuno ed è per questo che abbiamo studiato l’educazione civica, no? Facci sapere.

  17. Vivo a via dei due ponti e svevliarmi stamattina scoprendo di avere la fila sotto casa è stato un pessimo inizio di mattinata. Il blitz notturno anche non politicamente impegnato è stato semplicemente NECESSARIO. in un paese che si continua a chiamare CIVILE prima di tagliare una via come quella in cui vivo (ESSENZIALE alla viabilità) come minimo si prende la PRECAUZIONE di aprire una via gia pronta e illuminata… cosi ci gettano nel TERZO MONDO…
    /p>

  18. Mi permetto di dare un piccolo consiglio per chi la mattina deve recarsi in direzione centro: da esperienza personale, questa mattina partenza da via Gradoli ore 7.30 a seguire via Cassia direzione GRA, via Collegiove, via di Grottarossa, via della Crescenza, via dei Due Ponti, via Flaminia, Corso di Francia
    ………………………….Piazza Fiume ore 7.55 !!!!!!!!!!!8 ( 5′ in anticipo rispetto al solito).
    Non so come andrà al ritorno.
    Grazie per l’attenzione.

  19. Se Giacomini fosse stato dell’opposizione avrebbe impedito l’inizio dei lavori e forse si sarebbe anche incatenato da qualche parte.
    Il problema è che anche le decisioni più assurde se sono prese dalla parte politica amica diventano le più intelligenti ed adeguate.
    Il politico dovrebbe servire i propri elettori e non obbedire ai comandi di partito.
    Purtroppo che decide a livello di Comune di Roma adesso si è rivelato di incompetenza e impreparazione assoluta. L’unica speranza è che Alemanno e company, siccome sono in preda ad una crisi drammatica di popolarità, potrebbero cambiare idea e decisioni ( come hanno fatto per l’emergenza neve) sulla spinta di una sollevazione popolare.
    Quindi protestiamo, protestiamo, protestiamo!!!

  20. E meno male che i cittadini si danno da fare, quel che mi chiedo è perchè debba pagare una pubblica amministrazione se poi sono i cittadini a dover lavorare per loro.

  21. Altro che marciare sulla Fondovalle, qui si dovrebbe marciare verso il Campidoglio per far svegliare questa massa di “inetti ai lavori” (altro che addetti ai lavori). Ah ! Dimenticavo adesso la giunta e’ in depressione per il mancato appoggio del governo.
    Ma come li sembravano super pronti per iniziare i lavori dei Giuocghi olimpici e qui non sono neanche capaci d “i finire i lavori che gia sono finiti”. della Fondovalle. Speriamo almeno che il giorno che verra’ inaugurata (verrà inaugurata ?) decidano di cambiarle il nome perche’: ” Fondovalle” evoca da una parte che piu’ a fondo di cosi non si puo’ andare con tutta questa classe politica. Oppure : che hanno dato ” fondo” ai nostri, ripeto nostri, soldi per una strada costata un’enormità ed ancora da inaugurare.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome