Home ARTE E CULTURA Il Vernacolo di VignaClaraBlog.it: li sette giorni der 20 marzo

Il Vernacolo di VignaClaraBlog.it: li sette giorni der 20 marzo

Nelle sette quartine in stretto romanesco, che ci ricordano le sette notizie più interessanti degli ultimi sette giorni, questa domenica c’è di tutto. Il nostro vernacoliere, sor Giovanni Berti, ha dato fondo a tutta la sua vena ironica per strapparvi più d’un sorriso. Ecco l’appuntamento settimanale con il Vernacolo di VignaClaraBlog.it. Buona domenica.

Embè: prosegui diritto, poi sterza a manimanca,
svortato a mandritta, ecchite, come ogni matina,
le machine tutte in coda, er bus atac che aranca:
benvenuto ner carnaio der quadrante Farnesina! Da via de la Farnesina a Ponte Mollo

Zzitto e mosca: abbiti scuri e ‘na torcia in mano,
forbice gajarda, che te taja ogni sorta de grata;
ma rapinamo la casa che sta ar siconno piano?
No, è l’unica magnera d’entrà ne l’Insugherata! Pe’ entrà drentro l’Insugherata

Sentito la nova? Vigile arestato da li pizzardoni:
nun ricconto fregnacce, nun stò a inventà mica!
Concijeri, è mejo che fate li bravi e state bboni:
è collega de voantri l’aggente Alessandro Pica! Quanno er collega t’aresta…

Viva l’Italia, sventola alegro er vecchio tricolore:
verde, è speranza pe’ ‘sto fiume de marmocchi,
bianco, è come li fiocchi de neve e de candore,
rosso, è un core genuino che t’aribbagna l’occhi. Viva l’Italia!

Quarchiduno direbbe che er vernacoliere vostro
in sempiterno scribacchia critiche e penza male;
pe’ ‘na vorta vojo smentì netto e mò lo dimostro:
finarmente ariveno li marciapiedi a via Trionfale! Li marciapiedi de via Trionfale

Er sor Giuseppe fu omo santissimo e generoso,
nun se tirò addietro, millanta dubbi pur ciaveva,
e accettò la paternità prim’ incora d’esse sposo,
annannosene pe’ la via che Iddio pe’ lui voleva. Sor Giuseppe e la paternità

Quarchiduno ha detto che er crimine mica paga
e forze ‘sta vorta, damo atto, cià puro raggione;
ma drento ar petto nasce ‘sta sensazzione vaga:
quanto abiteranno ‘sti galantommini in priggione? Er crimine nun paga, ma…

© riproduzione riservata – proprietà EdiWebRoma

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome