Home ATTUALITÀ Ponte Milvio Estate, al via dal 27 Maggio

Ponte Milvio Estate, al via dal 27 Maggio

ponte milvio estate 2010E’ prossimo il ritorno di “Ponte Milvio Estate” per la sua seconda edizione. Prenderà il via il 27 maggio per concludersi l’8 agosto la manifestazione ideata sulla sponda del Tevere in uno dei punti più suggestivi di Roma, Ponte Milvio. Nel 2009, secondo gli organizzatori, furono 800mila i visitatori.

Per il 2010 Ponte Milvio Estate prevede un disco bar, un ristorante, un wine bar, una gelateria, un outlet ed addirittura un casinò distribuiti secondo una piantina già resa disponibile in rete dalla società organizzatrice (clicca qui). Tutte iniziative di gran richiamo per il popolo della notte che si riverserà a frotte, c’è da immaginarlo, sulla sponda del Tevere sotto Ponte Milvio.

Sponda che, purtroppo, verrà inibita alla libera fruizione da parte dei cittadini perché, se la logistica sarà la stessa del 2009, tutti gli attuali accessi alla banchina del Tevere saranno chiusi a favore degli unici due che consentono solo l’ingresso alla manifestazione. Comprensibile che ciò accada di sera quando gli stand sono aperti, un po’ meno che accada di giorno, quando i cittadini dovrebbero essere liberi di godere dell’ambiente e del fiume senza restrizione alcuna da parte di privati.
estate romana

C’è da augurarsi che il Presidente del XX Municipio, Gianni Giacomini, mantenga fede a quanto dichiarato a VignaClaraBlog.it lo scorso 19 gennaio (leggi qui) quando ci riferì che avrebbe chiesto maggiore attenzione agli Uffici del Comune preposti al rilascio di licenze e permessi alle discoteche che invadono le banchine del Tevere sotto Ponte Milvio. Troppe limitazioni all’ambiente, troppo rumore, troppa sporcizia, troppo traffico furono gli effetti indotti sulla zona ed in verità, ricordando l’estate 2009, fu alta la polemica a tal proposito, polemica che fece registrare anche dei dissensi all’interno della stessa maggioranza capitolina (clicca qui).

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

  1. Facessero quello che vogliono ma che non mi impediscano di tornare a casa come l’anno scorso, quando provenivo dal lungotevere mi costringevano a fare il giro di un quartiere per raggiungere casa mia che è nei primi metri di via della farnesina, lo stesso tratto interessato dai geniali provvedimenti di viabilità e dal parcheggio abusivo che si crea tra via orti e via della fasrnesina per via della segnaletica orizzontale disegnata qualche anno fa da qualche genio del traffico

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome