Home AMBIENTE Insugherata – Una ragione in più per incontrarci l’11 Aprile

Insugherata – Una ragione in più per incontrarci l’11 Aprile

Da Robin Hood, comitato spontaneo per la tutela della Riserva dell’Insugherata, riceviamo e pubblichiamo – “Venerdi 2 Aprile il quotidiano ‘La Repubblica’ ha pubblicato un articolo sugli accessi all’Insugherata sbarrati dai proprietari; il Direttore di Roma Natura, intervistato dalla cronista Cecilia Gentile, ha dichiarato che il protocollo di intesa con il proprietario del fondo in cui ricade l’ingresso di Via Panattoni, non potrà essere attuato perché mancano i finanziamenti da parte della Regione.”

“Sempre il Dottor Cresta nell’incontro con i cittadini del 18 febbraio aveva invece annunciato che i fondi “molto probabilmente erano disponibili e che i lavori per gli interventi di tutela sarebbero iniziati nel mese di Aprile” (leggi qui). Passato dunque il clamore delle Elezioni Regionali i buoni propositi cadono nel dimenticatoio e la Riserva dell’ Insugherata torna ad essere ‘terra di nessuno’ (nel senso che nessuno dei residenti della zona Cassia-Villaggio dei Cronisti, può accedervi). E’ di oggi, 7 aprile, la notizia che altri accessi nella zona Cortina d’Ampezzo e Via delle Benedettine sono stati chiusi da proprietari e fittavoli.”

[GALLERY=772]

Una ragione in più per manifestare l’11 Aprile. I Comitati di Quartiere (Comitato per il XX Municipio, Comitato Cittadini Villaggio dei Cronisti e Comitato Robin Hood) hanno organizzato per quella data una “passeggiata” nell’ Insugherata allo scopo di richiamare l’attenzione delle Istituzioni (Regione, Comune, Municipio e Ente Regionale) ai numerosi problemi che oggi affliggono la Riserva: dagli accessi sbarrati alle numerose situazioni di degrado, dall’inquinamento dei fossi alla creazione di orti e parcheggi privati, dalla mancata mappatura delle aree pubbliche alla mancanza di accessi e percorsi per disabili.”

“La passeggiata dell’11 aprile, aperta a tutti (bambini e cani compresi), non è una manifestazione politica né vuole essere una manifestazione di protesta. Si tratta invece di un evento festoso che si propone di far conoscere a cittadini e residenti le bellezze di un’area verde che non ha eguale in nessuna capitale europea e che al momento, per mancanza di volontà politica (sono passati 14 anni da quando una Legge Regionale ha istituito la Riserva), è interdetta a migliaia di famiglie.”
L’ appuntamento è alle ore 10 di domenica 11 aprile ai giardinetti di Tomba di Nerone (leggi qui).

Comitato Spontaneo Robin Hood

Visita la nostra pagina di Facebook

6 COMMENTI

  1. I parchi si difendono rendendoli percorribili: non a caso chi li contrasta anzichè creare nuovi percorsi chiude quelli esistenti. regione ed Enti parchi dovrebbero porsi come priorità proprio i percorsi. E’ assurdo che debbano essere i cittadini a difenderli.

  2. Che succede in Via Cortina D’Ampezzo di fronte alla GS???? stamattina passando davanti a quella zona di “parco” in cui solitamente ci sono tanti cani a passeggio con i loro padroni ho visto che hanno recintato tutto con dei pannelli che impediscono di vedere all’interno! che succede???? cosa costruiscono??? distruggeranno anche quel piccolo spazio verde piuttosto che rendere accessibile l’intero parco??
    che vergogna!

  3. Sono passata anche io stamattina lì davanti e sono rimasta prima sbalordita e poi allucinata avendo letto che lì, nella riserva naturale dell’insugherata sorgerà un parcheggio multipiano interrato!!!!!! Diventerà uno schifo! La bellezza di via cortina è il verde, tra poco diventerà il cemento come in tutti i quartieri delle grandi città. E si, Claudia, credo proprio che distruggeranno anche quel piccolo spazio verde piuttosto che rendere accessibile l’intero parco. Davvero, che vergogna!!

  4. Domenica 11 Aprile sarà l’occasione buona, in coincidenza con la passeggiata organizzata dai Comitati, per far sentire la NOSTRA voce!
    Appuntamento alle ore 10 ai giardinetti di Tomba di Nerone. NON MANCATE!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome