Home CRONACA La Storta, rubati tre alberi nel parco di via Tieri

La Storta, rubati tre alberi nel parco di via Tieri

Assieme ad altri 17, tutti donati da un privato, erano stati piantati solo due giorni prima. "Un atto vigliacco" secondo l'assessore all'ambiente del XV

via-tieri
ArsBiomedica

Sabato 13 aprile, grazie a una donazione, a La Storta, nell’area verde di via Tieri e nel giardino della scuola Soglian, erano stati piantati trenta giovani nuovi alberi.

A prendersene cura sarebbe stato il Comitato di Zona di via Tieri, da anni attivo nella difesa dell’ambiente e del territorio in cui opera.

Continua a leggere sotto l‘annuncio

Grande lo sconcerto quando, nella mattina di lunedì 15 aprile, ci si è però accorti che in via Tieri alcuni alberelli, in particolare tre lecci, erano stati sradicati e rubati. Che si potesse arrivare a questo punto nessuno lo avrebbe mai immaginato.

A darne notizia è l’assessore all’Ambiente del Municipio XV, Marcello Ribera, ricordando che “assieme ad altre alberature, i tre lecci erano stati offerti al Municipio XV da un donatore anonimo e grazie al prezioso supporto del Comitato di Quartiere Via Tieri, e di alcuni cittadini, erano stati piantati appena due giorni fa nel parco”.

Rubare i tre alberelli, secondo Ribera è stato “Un atto vigliacco per una delle aree verdi del nostro territorio costantemente curata dall’amministrazione con il supporto dei residenti e del Comitato di quartiere, un importante esempio di cittadinanza attiva.”

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 COMMENTI

  1. Deficienti.Esseri inutili per la società. Rendono inefficace il lavoro dell’ Assessore Marcello Ribera e la generosità dei cittadini.

  2. Questa cosa è surreale.
    In tutta Italia la forestale gli alberi li regala praticamente a chiunque faccia richiesta, per non parlare delle varie organizzazioni pubbliche o meno. Basta andare su un motore di ricerca e digitare “forestale alberi gratuiti” e si apre un mondo.
    Mi chiedo che senso abbia rischiare di sporcarsi la fedina penale per tre alberelli. Bah!

    • Come dice giustamente Claudio Bises sono deficienti sicuramente annoiati. Speriamo solo che non abbiano fatto e non diffondano filmati dell’accaduto altrimenti si rischia l’emulazione. Non quanto possa incidere sulla fedina penale un episodio simile.

  3. I vivai forestali hanno la funzione di produrre piante, che vengono concesse gratuitamente agli Enti e a pagamento ai privati.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome