Home ATTUALITÀ Vasto incendio nell’Insugherata, evacuata una palazzina sulla Cassia

Vasto incendio nell’Insugherata, evacuata una palazzina sulla Cassia

VIGILI DEL FUOCO
immagine di repertorio
Promuovi la tua attività commerciale a Roma Nord

Un vasto incendio sta interessando l’area nord della capitale dal primo pomeriggio di oggi, mercoledì 3 agosto, con le fiamme che divampano nella Riserva Naturale dell’Insugherata lato Cassia, altezza rampa di accesso al Grande Raccordo Anulare. Accesso che è stato temporaneamente chiuso in carreggiata interna.

Il personale Anas, la Polizia Stradale e i Vigili del Fuoco sono sul posto per la gestione dell’emergenza e per riaprire al traffico non appena ripristinate le condizioni di piena sicurezza per il transito. Attualmente sono in corso gli interventi di quattro squadre dei Vigili del Fuoco, un canadair e un elicottero della Protezione Civile.

A causa delle fiamme, un edificio al civico 1081 di via Cassia, minacciato dall’incendio, è stato evacuato dai carabinieri della Stazione La Storta presenti sul posto assieme alla Protezione Civile. Nel frattempo il fumo denso ha invaso la zona circostante rendendo complessa la visibilità di strade e palazzi e quindi complicando l’individuazione dei focolai. Alle 17 le fiamme sono arrivate sul ciglio della strada. Gli elicotteri volano continuando il loro lavoro: la pioggia d’acqua che viene rovesciata sulle fiamme diventa subito nera di cenere e il flusso è senza soluzione di continuità.

Aggiornamento delle 22
Una nota diffusa intorno alle 22 dal presidente del Municipio XV, Daniele Torquati, informa che nel tardo pomeriggio le fiamme hanno continuato a svilupparsi all’interno dell’Insugherata arrivando a due palazzine nel comprensorio Campodimele, ubicato nell’omonima via.
Agenti del XV Gruppo della Polizia Locale si sono recati nei tre appartamenti che hanno avuto danneggiamenti ai tendaggi esterni e al quadro elettrico. Fortunatamente non si è resa necessaria l’assistenza alloggiativa per i tre nuclei in quanto una famiglia era in ferie e le altre due sono state ospitate da parenti.
Attualmente, sono circa le 21.30, il fuoco è sotto controllo e i mezzi di soccorso hanno trovato un varco per bagnare il terreno intorno alle abitazioni e creare trincee al fine di preservare la sicurezza delle case.
La Comandante del XV Gruppo ha disposto dei passaggi di pattuglie in notturna nella zona delle abitazioni coinvolte al fine di monitorare la situazione e far dormire serene le famiglie.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 COMMENTI

  1. Abito a Vigna Clara. Sono le 2 di notte e c’è un forte odore d’incendio. Temo ci ci sia un altro incendio o che queso dell”Isugherata si sia esteso.

  2. Nessuna critica generalizzata….ma sarebbe bello avere per ogni area protetta di Roma Natura un mezzo antincendio (è sufficiente un pick-up con serbatoio e pompa alimentata da generatore) per gli interventi immediati oltre a sistemi di videosorveglianza antincendio….
    Purtroppo le scarse risorse destinate ai parchi non lo permettono.

  3. Chiedo a Roma capitale nonché i responsabili dei parchi di roma:
    il taglio degli alberi che confinano a pochi metri dalle palazzine che si affacciano sul parco dell’insugherata per proteggere le stesse dai sempre più copiosi incendi.,Alberi che ormai da decenni lasciati crescere e proliferare che sembra di vivere in una foresta tropicale !!!!!! .

  4. Ieri 3 agosto 22 i Vigili di Roma Prati sono intervenuti alle ore 21:00 presso via Casale Sansoni per spegnere definitivamente l’incendio che si è sviluppato nel Parco dell’Insugherata.
    Siamo rimasti attoniti alla notizia che in questa Caserma , che copre una vasta area di Roma, sono solo 45 i vigili del fuoco.
    Sorge spontaneo chiedersi se i turni di lavoro da loro sostenuti siano al limite della sicurezza personale.
    Ma chi di competenza del Ministero degli interni, oltre alle solite manifestazioni di elogio di facciata e alle solite patetiche commemorazioni nel caso in cui magari un appartenente del Corpo VVFF ci rimette la vita durante lo svolgimento delle proprie funzioni, non ha mai pensato ad un potenziamento del corpo dei VVFF e dei mezzi adottati??????
    Un grazie dai residenti di Via Casale Sansoni

  5. Purtroppo questo paese non è in grado di.prevedere e adeguare i vari servizi in relazione ai cambiamenti climatici: alluvioni e incendi. Da decenni le temperature salgono e gli incendi aumentano e pertanto così dovrebbe essere per gli organici dei VVFF e PROTEZIONE CIVILE. Forse bisognerebbe spendere di meno in inutili manifestazioni, sagre ecc e più in prevenzione. Ma mi rendo conto che e’ la solita lamentela che non interesserà a nessuno.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome