Home CRONACA Concerto per l’Ucraina al Ciak, serata di solidarietà sulla Cassia

Concerto per l’Ucraina al Ciak, serata di solidarietà sulla Cassia

concerto-ucraina-teatro-ciak
Promuovi la tua attività commerciale a Roma Nord

In tanti, nella serata di giovedì 21 aprile, si sono ritrovati al teatro Ciak di via Cassia per assistere al concerto organizzato dal Municipio XV in favore dei profughi ucraini arrivati sul territorio nelle scorse settimane.

Un grande gesto di solidarietà dei residenti, sempre in prima linea quando si tratta di attività benefiche. Una comunità riunita all’insegna della solidarietà, che si diverte, ma che riflette e accoglie.

La serata è stata introdotta e presentata dal Vice Presidente del XV, Alessandro Cozza, insieme all’Assessore alla Cultura, Tatiana Marchisio, che ha definito la serata una “vittoria emotiva e sociale”.

Il via allo spettacolo è stato dato da Daniele Torquati: “Da Presidente di un Municipio, creare una comunità che riesce ad accogliere un’altra comunità è una grande soddisfazione. Roma festeggia il proprio Natale accogliendo altre persone; viviamo in un municipio, ma lo sguardo deve sempre essere rivolto al resto del mondo.”.

In sala un pubblico di tutte le età: bambini, ragazzi, genitori e nonni hanno ascoltato i brani proposti da artisti che hanno messo a disposizione la propria arte per il bene degli altri.

Primi ospiti, Stefano Fresi e la moglie Cristiana Polegri, accompagnati da Egidio Marchitelli, che hanno dilettato i presenti con la “Ninna nanna senza cena”, tratta dalla commedia “Gaetanaccio” reinterpretata per il figlio Lorenzo. Una nenia dedicata alle nuove generazioni, ai bambini: che possano addormentarsi e ritrovarsi in un mondo migliore. Gli artisti hanno poi parlato di inclusione, proponendo “Smalltown boy” dei Bronsky Beat, per concludere con brani degli U2.

A seguire, il musicista Giancarlo Ruta che, prima della sua esibizione, ha omaggiato la musica come “unico paese al mondo che non ha confini”.

Ernesto Bassignano, cantautore, giornalista e conduttore radiofonico italiano, ha proposto al pubblico la sua “È la guerra”, per poi accennare una delle canzoni pacifiste per eccellenza, “Blowin’ in the Wind”, di Bob Dylan, e concludere con “Padroni della terra”, in omaggio a Luigi Tenco.

E ancora, altri artisti come Lisa La Barbera, Alberto Marchetti e Paolo Alimonti, insieme alle nuove generazioni: Beo, Benedetta Fumagalli, Francesco Ruggeri e la freschezza del trio loemiofratello, stelle nascenti del XV Municipio.

Nessun confine, nessuna barriera tra le generazioni di artisti che si sono esibiti ieri nello stesso teatro, per parlare di pace. Artisti che si sono riuniti sul finale per concludere la serata intonando “Generale”, di Francesco De Gregori.

Saliti sul palco anche i rappresentati delle associazioni culturali Fuori dal Gra e OndaMusic.it, che hanno supportato l’iniziativa, oltre ad aver svolto un lavoro importante nella raccolta e nella distribuzione dei beni primari destinati alla popolazione ucraina.

Le offerte raccolte, devolute alla Croce Rossa Italiana, hanno sfiorato i 2.500 euro. “È bello essere qui e sentirsi parte di questa comunità che aiuta le persone che sono in difficoltà”, ha dichiarato Giovanna Miano, Presidente del Comitato Municipio 15 della Croce Rossa Italiana. Il ricavato verrà utilizzato per sostenere le famiglie ucraine accolte nel nostro territorio, in particolare per acquistare prodotti alimentari, vestiti e altri beni di prima necessità.

Caterina Somma

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome