Home AMBIENTE Buone nuove per il Parco Volpi di via della Farnesina

Buone nuove per il Parco Volpi di via della Farnesina

parco volpi
Galvanica Bruni

Buone nuove per il Parco Volpi in via della Farnesina, a pochi passi da piazzale Ponte Milvio. Un’area verde di 16mila metri quadri con oltre settanta splendidi pini che si estende fra il quartiere della Farnesina e il Ministero degli Esteri. Un polmone d’ossigeno dove generazione dopo generazione per decenni hanno giocato e sono cresciuti i bambini della zona.

Poi, dalla fine degli anni ’90, è stato abbandonato a sé stesso e dimenticato dalle amministrazioni municipali e capitoline via via succedutesi nel tempo fino ad oggi.

Prova ne è l’area giochi dove la vecchia pista di pattinaggio giace con pavimentazione a pezzi, con le ringhiere divelte e pericolanti e i muretti cadenti. Per non parlare dei cumuli di rami spezzati, degli alberi abbattuti dalle intemperie con i tronchi fatti a pezzi dalle motoseghe dell’Ufficio Giardini e poi lasciati lì sul posto a futura memoria dell’incuria.

E che dire di una fontanella che getta un filo d’acqua un giorno sì e uno no, di una casupola diroccata, dell’illuminazione chiesta tante volte ma mai attivata. Per non parlare di altrettante analoghe esigenze espresse dal “Centro Anziani Farnesina” ospitato proprio all’interno del parco.

Dopo decenni di abbandono, dopo trenta articoli che la nostra testata ha dedicato negli anni a Parco Volpi per denunciarne lo stato pietoso, una schiarita è all’orizzonte: la Giunta capitolina ha approvato un importante progetto di riqualificazione del Parco che trae origine da una proposta presentata lo scorso anno, nell’ambito del processo Bilancio Partecipato, dall’associazione “Genitori della Scuola Primaria Malvano​”  a cui va il plauso per l’attenzione dedicata al Parco e il tempo speso per progettarne la riqualificazione.

Tanti gli interventi in programma per i quali sono stati stanziati 332mila euro: si va dal recupero dei viali alla sistemazione dei muretti cadenti, da nuove recinzioni alla sistemazione del verde. E quel che più conta perchè il parco possa tornare ad essere centro di aggregazione per i bambini del quartiere, al posto della pista di pattinaggio distrutta una nuova area giochi. E non è tutto, l’area sarà illuminata. Quel di cui non si parla sono  però i tempi, l’auspicio è che siano veramente brevi.

I progetti nel XV e il Bilancio Partecipativo

Con la Delibera di Giunta Capitolina n. 284 del 10 dicembre 2020, che ha preso atto dei risultati delle votazioni on-line attribuendo le competenze delle opere alle rispettive strutture capitoline centrali e territoriali e disponendo l’inserimento dei relativi fondi nel Bilancio di previsione 2020- 2022, si è chiuso l’iter del Bilancio Partecipativo 2020 che ha visto una grande affluenza di romani, sia in termini di progetti presentati sia in termini di voti per ognuno di essi.

Con questa modalità il Campidoglio e cittadini hanno quindi deciso insieme come investire 20 milioni di euro su tutto il territorio romano per la tutela del decoro urbano.

In particolare, per quanto riguarda il Municipio XV, sono cinque i progetti finanziati per un totale di poco più di 1,4 milioni di euro. I primi tre sono stati presentati da cittadini, gli altri due dal Municipio.

Al primo posto, la riqualificazione del tratto di lungotevere compreso fra Ponte Milvio e lo Stadio Olimpico con 500mila euro assegnati al progetto.

Al secondo posto la riqualificazione del Parco Atleti Azzurri d’Italia di via della Maratona, a Vigna Clara, con uno stanziamento di 285mila euro, i cui dettagli sono nel nostro articolo del 19 novembre scorso.

Al terzo, l’agognata riqualificazione del Parco Volpi di via della Farnesina al quale sono stati destinati 332mila euro.

Due invece i progetti presentati non dai cittadini ma direttamente dal Municipio XV e che dallo stesso saranno gestiti: la riqualificazione dell’area pedonale di Largo Borghi  a Prima Porta (200mila euro) e la riqualificazione di piazza Antonio Basso a Cesano (87mila euro).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome