Home CRONACA Malborghetto, anche nel 2020 vietato usare acqua dei rubinetti

Malborghetto, anche nel 2020 vietato usare acqua dei rubinetti

arsial

Per il sesto anno consecutivo le famiglie residenti a Malborghetto, località sulla Flaminia all’estrema periferia di Roma Nord e del XV Municipio, non potranno usare l’acqua che esce dai loro rubinetti perché contenente arsenico.

Con l’ordinanza 240/2019 la sindaca Virginia Raggi ha infatti prorogato il divieto di consumo ad uso umano dell’acquedotto ARSIAL (Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura del Lazio) Malborghetto fino a tutto dicembre 2020.

“La proroga – spiega una nota del Campidoglio – si rende necessaria per consentire l’espletamento di alcune attività tecnico amministrative necessarie all’approvazione ed esecuzione della progettazione e dichiarazione di pubblica utilità”.

Tradotto in soldoni, si tratta di mettere in campo la realizzazione del risanamento dell’acquedotto deliberato nel mese di settembre 2019 dalla giunta capitolina per il quale Acea deve procedere alla redazione del progetto esecutivo alle procedure di gara per l’affidamento dei lavori. Lavori che avranno una durata stimata di 365 giorni a decorrere dalle fasi preliminari e propedeutiche all’intervento. Il costo sarà di 1,7 milioni di euro.

Tempi ancora lunghi per scrivere la parola fine di questa vicenda. Fra espropri necessari – e si sa che queste sono procedure complesse e soggette a ricorsi – bando di gara, tempi di aggiudicazione e di esecuzione lavori tutto lascia pensare che questa del 2020 non sarà ancora l’ultima ordinanza.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome